Pescara,Comune:stipulato Protocollo d’intesa con Casa Albergo ‘La Pineta’ per fruizione Aurum

PESCARA-Il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia nel corso della conferenza stampa  convocata ieri  presso la Casa Albergo ‘La Pineta’, ex Inpdap,  ha illustrato  il contenuto del Protocollo d’intesa stipulato  con il Direttore della struttura, Giuseppe Ferrigno alla presenza degli ospiti della stessa e del direttore dell’Aurum Annarita Della Penna . Si è suggellato un gemellaggio per rendere i 103 ospiti della Casa Albergo  partecipi e protagonisti delle iniziative e attività culturali che l’amministrazione comunale andrà a organizzare all’Aurum.L’accordo consentirà di garantire la massima partecipazione degli ospiti della Residenza agli eventi promossi, per permettere loro di assistere a spettacoli, convegni, dibattiti, conferenze, finanche concerti, assicurando la massima informazione e comunicazione circa le manifestazioni previste, studiando delle forme di fidelizzazione anche per le iniziative da riservare, infine, replicando, quando possibile, alcuni di quei momenti di incontro e intrattenimento all’interno della stessa Casa.

Ha precisato il sindaco:

anche il progetto odierno  rientra nella politica culturale voluta dalla mia amministrazione comunale e che punta innanzitutto a capitalizzare e valorizzare il termine ‘cultura’ nella sua accezione più ampia, allargando le proprie porte anche al mondo del volontariato e della sussidiarietà per rinsaldare il rapporto tra territorio e Istituzioni. A tal fine all’incirca un mese fa abbiamo anche stipulato un Protocollo d’Intesa con la Croce Rossa Italiana e la Caritas Diocesana, un Protocollo con il quale abbiamo messo a loro disposizione l’Aurum per ospitare le iniziative svolte dalle due Organizzazioni, dai corsi di formazione dei nuovi volontari sino agli eventi tesi alla raccolta fondi per coloro che vivono una forma di disagio. E l’Aurum ha rappresentato non solo il ‘contenitore’ di pregio, ma il collante vero e proprio, quello che definiamo il punto di riferimento territoriale, un luogo identitario, la location ideale, riunendo tutte le attività sotto il ‘cappello’ del brand ‘Sogno Pescara Tener-a-mente’, dunque l’Aurum quale contenitore multidisciplinare di valenza culturale, turistica, economica, solidale, dunque sociale nel senso più ampio del termine. E in tal senso la nostra attenzione non poteva non cadere su quelli che sono i nostri più immediati ‘vicini’ di casa, ossia i residenti della Casa Albergo ‘La Pineta’, dove vive una generazione straordinaria di utenti, ben 103, quelli che riuniamo sotto il nome della ‘terza età’ che sono un patrimonio prezioso, un giacimento di conoscenza, e che vogliamo coinvolgere in modo organico e completo nelle attività promosse dal Comune o che comunque hanno luogo in una sede a loro molto vicina, e che dunque non richiede grossi spostamenti sul territorio, specie nei mesi invernali, utenti con i quali vogliamo rinsaldare i rapporti istituzionalizzando una sorta di sinergia. E da tale esigenza nasce il Protocollo d’Intesa odierno che andremo a siglare con il Direttore della struttura, Giuseppe Ferrigno. I punti essenziali attraverso i quali si esplicherà la nostra collaborazione saranno la tempestiva comunicazione nei confronti degli ospiti della Casa Albergo, da parte della segreteria dell’Aurum, degli eventi, iniziative, incontri, manifestazioni e seminari in programma; l’applicazione di formule di fidelizzazione per la partecipazione riservata ad eventi, attività o iniziative di particolare rilievo, a favore degli ospiti della Casa Albergo ‘La Pineta’; la ripetizione dello svolgimento, all’interno della stessa Casa Albergo, di eventi già svolti all’Aurum, a favore di coloro che magari per una qualunque ragione hanno difficoltà a spostarsi e anche per aprire alla città la bella struttura residenziale situata nel cuore della Riserva naturale dannunziana; e ancora garantire la massima veicolazione mediatica, attraverso i canali dell’Aurum, delle attività organizzate all’interno della Casa Albergo; e, infine, studiare ogni possibile forma di collaborazione ritenuta di volta in volta utile o necessaria alla capitalizzazione della sinergia instaurata. Infine la stessa amministrazione comunale si rende sin d’ora disponibile a concedere, a titolo gratuito, alla Casa Albergo l’utilizzo degli spazi dell’Aurum, previo accordo con la Direzione della struttura per la verifica della compatibilità della programmazione delle iniziative. E mi piace ricordare che l’idea dell’accordo odierno è nata dall’incontro con la signora Adriana, ospite della Casa, la quale, negli ultimi tre anni, è divenuta assidua frequentatrice dell’Aurum e dei suoi eventi e che mi aveva suggerito, la scorsa estate, di pensare a un maggior coinvolgimento della Casa Albergo nelle iniziative dell’Aurum. Il progetto odierno segna dunque, evidentemente, quello che all’inizio ho definito un ‘gemellaggio’ che prevede uno scambio reciproco di informazioni, di esperienze e di collaborazione: da un lato c’è l’amministrazione comunale che, attraverso l’Aurum, metterà a disposizione il proprio bagaglio di iniziative culturali promosse; dall’altro lato c’è un bacino di utenti che rappresenta la memoria viva e pulsante della nostra città, la cui partecipazione alla nostra vita sociale rappresenta una ricchezza irrinunciabile.

Subito dopo il sindaco Albore Mascia e il Direttore Ferrigno hanno sottoscritto il Protocollo e il sindaco Albore Mascia ha omaggiato il Direttore della mattonella istituzionale di ‘Pescara Città Dannunziana’. Inoltre nell’occasione sono stati portati gli auguri al signor Giuseppe Magri, padre del professor Massimo Magri, direttore del Conservatorio di Pescara ‘Luisa D’Annunzio’, ospite della struttura, che ieri  ha compiuto 98 anni.