Pescara, all’Istituto tecnico Aterno-Manthonè si è parlato di sicurezza stradale

Il Lions Club Pescara Host è  tornato in classe per sensibilizzare i giovani  su tale  tema

PESCARA – Si è svolta ieri  una  giornata divulgativa organizzata dal dottor Alberto Siena officer del Lions club Pescara Host per sensibilizzare i giovani nei confronti della sicurezza stradale.  Un gruppo di Lions, costituito dal Prof. Tullio Spina, primario di anestesia e rianimazione presso la ASL di Pescara, il Rag. Aldo Di Cosmo, assicuratore, l’Ing. Giorgio Lancasteri, già dirigente generale della Motorizzazione e l’Ispettore della Polizia Stradale Gianni Ciccotelli, si è recato presso l’Istituto tecnico Aterno- Manthonè, diretto dalla professoressa Donatella D’Amico, per parlare ai circa 300 giovani presenti, delle classi II e III dell’Istituto, dei rischi che si corrono quando si percorrono le strade.

L’incontro è stato introdotto dal presidente del Lions Club, Giuseppe Pace che ha ringraziato i relatori, la dirigente scolastica e l’Istituto «per l’attenzione riservata sempre a progetti di sensibilizzazione di questo tipo».Il Prof. Spina ha puntato l’attenzione sui traumi causati dagli incidenti stradali, in particolare su quelli cranici, supportando le sue parole con l’utilizzo di immagini e contributi audiovisivi. Il dottor Spina ha poi sottolineato l’alto numero di vittime stradali, tra i 14 e i 35 anni, che solo nel 2012 ammontano a 4.000 circa. Dati rincuoranti se rapportati al decennio scorso. «Nel 1999 – ha dichiarato Spina – l’incidenza delle vittime della strada ammontava al 70%, mentre nel 2010 questa scende al 48%, grazie soprattutto all’utilizzo del casco sulle due ruote e delle cinture di sicurezza in auto».

Prudenza e lucidità le raccomandazioni fatte ai ragazzi dall’ispettor Ciccotelli che ha ricordato alla platea gli effetti dannosissimi dell’uso di droghe e alcool, soprattutto alla guida. Alcuni ragazzi sono stati anche sottoposti al test dell’etilometro per mostrare in pratica il suo funzionamento.Parola poi ad Aldo Di Cosmo che ha puntato l’attenzione sul danno economico che causare gli incidenti può produrre anche sulle famiglie, con conseguenze pesanti e perduranti nel tempo. Intervento più tecnico quello che ha concluso la giornata. Giorgio Lancasteri ha fornito ai ragazzi alcune semplici nozioni, legate alla velocità, all’aderenza del mezzo e alle condizioni del terreno. Tutti elementi importanti per una maggiore sicurezza stradale.