Pescara, via Lago di Capestrano: là dove c’era l’erba … tutto e di più

PESCARA – E’ iniziata ieri mattina la bonifica radicale di via Lago di Capestrano nel cuore del rione Villa del Fuoco, dove entro pochi giorni sarà ripristinato ordine e decoro. Questa è l’assicurazione dell’assessore all’Ambiente Isabella Del Trecco che ,ieri, ha effettuato un sopralluogo nell’area oggetto della bonifica con gli operatori della Attiva, impegnati nell’operazione.

L’intervento è consistito nello sfalcio della boscaglia cresciuta alle spalle delle palazzine popolari  a causa di  anni di incuria, poi la sistemazione di esche per le decine di topi usciti dalle tane durante tale operazione ed infine ,  nel pomeriggio, la rimozione di tutti i rifiuti trovati tra canne ed erbacce alte anche un metro e mezzo. C’era di tutto e di più nascosto nell’erba:  materassi, siringhe, ma anche auto semicarbonizzate  e motorini che nel pomeriggio la Polizia municipale ha provveduto a sequestrare.

L’assessore, che nei giorni scorsi aveva effettuato una verifica dei luoghi con gli stessi residenti ed aveva accertato  una situazione estremamente problematica, ha detto:

alle spalle delle palazzine poste nei numeri civici 7 e 9, da anni è cresciuta un’autentica savana, un piccolo bosco, per quell’erba mai tagliata negli anni scorsi, come hanno lamentato gli stessi residenti. Erba che in alcuni casi è divenuta un buon nascondiglio non solo per ratti e siringhe, ma anche per auto e scooter detenuti illegalmente

Stamane è scattata l’operazione bonifica: sul posto sono state dirottate tre squadre della Attiva con ruspe, mezzi meccanici e un trattorino per triturare l’erba stessa. Alle 13.00 era già stata creata una sorta di piccola montagna ai margini dell’area e alle 14.00 è intervenuto un altro mezzo meccanico per rimuovere quella montagna di rifiuti, con la separazione delle parti ferrose. Tra quel bosco gli operatori della Attiva hanno trovato di tutto: dai materassi vecchi gettati a pezzi di elettrodomestici dismessi, sino a quattro scooter nascosti e due autovetture semicarbonizzate.

Ovviamente la loro presenza è stata subito segnalata alla Polizia municipale che ha provveduto alla loro rimozione e al sequestro. L’operazione in via Lago di Capestrano proseguirà almeno sino alla prossima settimana: il nostro obiettivo è quello di riportare la situazione a regime, avviando anche l’immediata derattizzazione della zona e predisponendo un intervento supplementare di disinfestazione, per tutelare le famiglie che vivono nel quartiere.