Pescara, via delle Caserme: prosegue l’estemporanea d’arte degli studenti del Misticoni

PESCARA – Gli studenti del Liceo Artistico Misticoni sono protagonisti di una bella inizitiva che è stata promossa da alcuni operatori di via delle Caserme per l’estate 2010 e mira a riportare la cultura nel centro storico . Dodici studenti   infatti ogni sabato sera,armati di cavalletto, invadono Pescara vecchia per intrattenere il pubblico con opere, dipinti e ritratti. Prosegue dunque l’Estemporanea d’arte a Pescara vecchia che tanta curiosità e attenzione ha già suscitato nelle prime due settimane dall’inizio dell’evento e che punta ad avvicinare i giovani a un modo diverso di intendere il divertimento serale.

L’assessore al Turismo del Comune di Pescara Berardino Fiorilli ha così sottolineato :

Pescara è ricca di giovani artisti che hanno voglia di farsi conoscere, di cogliere l’occasione giusta per fare il proprio esordio nel mercato del lavoro  e al tempo stesso ha un bacino in continuo fermento, che ha sete di arte. L’amministrazione comunale, in tale iniziativa, lanciata due settimane fa ha semplicemente favorito l’incontro tra domanda e offerta, mettendo a disposizione dei ragazzi una piazza, una strada che per fino al prossimo settembre si animerà di vita e di cultura, in cui saranno i giovani a portare i giovani verso l’arte.

Ha detto Stefania Di Blasio, la promotrice del progetto:

da vent’anni viviamo la straordinaria esperienza del centro storico che deve continuare a essere la ‘bomboniera’ della città , un luogo troppo spesso vituperato per colpa di singoli che nulla hanno a che fare con l’autentico spirito di Pescara vecchia. Lo stanno dimostrando i nostri ragazzi che, appena chiusa la scuola, hanno accettato di rimettersi in gioco attraverso un’attività didattica, rinunciando anche all’uscita serale, per dar modo agli utenti della zona di assaporare, accanto a una buona pietanza, anche un’opera d’arte che nasce dal vivo, dinanzi agli occhi dei passanti: i protagonisti sono dodici studenti del liceo artistico che, armati solo di cavalletti, matite e pennelli, realizzano ogni sabato sera ritratti, paesaggi, disegni e dipinti, qualcuno con un accompagnamento musicale di sottofondo, dimostrando che Pescara vecchia è qualcosa di più di un semplice aggregato di locali, ristoranti o pub.

L’iniziativa si svolge, dalle 21.30 a mezzanotte e mezza, e per ora sta interessando solo via delle Caserme dove abbiamo individuato tre postazioni: 4 cavalletti vengono situati a ridosso delle mura del Museo delle Genti d’Abruzzo, dinanzi al Samboa, 2 negli spazi disponibili dopo il ristorante I Templari, altri 4 sul marciapiede dinanzi all’ingresso del Museo stesso, tre punti in cui è anche presente una buona illuminazione. L’obiettivo è di estendere l’esperimento anche a corso Manthonè e Largo dei Frentani.

Ha  ricordato la Preside del liceo artistico Tomassini :

l’’esperienza rappresenta per i nostri studenti un’ottima occasione di fare scuola fuori dall’aula confrontandosi subito con la critica e con le proprie potenzialità, tra l’altro i nostri ragazzi sono stati entusiasti all’idea di poter contribuire al rilancio di una zona della città bellissima. Ovviamente accanto ai giovani ci sono ogni sera i docenti che continuano l’azione di tutoring al di fuori delle mura del Misticoni.