Pescara :”Una città per le Foreste”

Gli studenti della Scuola Media Rossetti – Mazzini  guidati verso una nuova alleanza per il clima e a favore del verde cittadino dai missionari Antonio e Benito Mazzucato e dai loro insegnanti

PESCARA – Nel 2011, dichiarato dall’Assemblea delle Nazioni Unite Anno Internazionale delle Foreste, tante sono state le iniziative locali e globali finalizzate alla sensibilizzazione delle persone e delle Istituzioni sull’importanza della corretta gestione,  conservazione e  sviluppo sostenibile delle foreste. L’educazione ambientale,che sarebbe ormai più corretto intendere come educazione alla sostenibilità,ha un ruolo centrale e determinante nella formazione di un individuo proprio perché non più confinata solo nell’ambito dell’educazione naturalistica. Finalizzata a promuovere comportamenti più responsabili e sostenibili verso l’ambiente in senso lato e a potenziare la consapevolezza delle conseguenze delle azioni individuali e collettive a livello locale e globale,tale Educazione si configura come la vera sfida del XXI secolo.Tematiche interdisciplinari quali responsabilità ambientale, benessere e futuro sostenibile sono state introdotte  da anni nella Scuola Secondaria di 1° Grado Rossetti-Mazzini per stimolare gli studenti verso un atteggiamento attivo e riflessivo sulla realtà che li  circonda, per rafforzare la coerenza tra il sapere e l’agire e  per aiutarli a maturare quei comportamenti virtuosi compatibili con le risorse a disposizione e che non arrechino danno all’ambiente.

In tale ottica  ed in occasione della Giornata Nazionale dell’Albero,rientra l’attività coordinata dalla prof.ssa Carla Antonioli :”La città delle Foreste ” ovvero una nuova alleanza per il clima e a favore del verde cittadino. Si legge nella nota della Antonioli:

la società e l’uomo moderni hanno perso la capacità di rispetto per la natura e l’ambiente che sono sistematicamente deturpati in nome della logica del profitto e del consumismo.Le nuove generazioni non hanno diretto contatto diretto con la natura, sono “allevate” in ambienti asettici, si ha paura di tutti gli altri esseri ed anche dei vegetali sconosciuti. Di fatto il rapporto con la vita vegetale nascente è viziato dalla paura e dall’ignoranza e questo porta fin da piccoli a comportamenti scorretti in quanto basati sul dominio utilitaristico dei vegetali e non sulla comprensione del ruolo essenziale per la vita di tutti gli esseri viventi . In tutto il mondo, le foreste ricoprono il 31% delle terre emerse, sono la casa di 300 milioni di persone e accolgono l’80% della biodiversità terrestre, cioè delle moltissime specie animali e vegetali esistenti sul pianeta. Partendo dalla loro importanza fondamentale, anche nella riduzione dei gas che provocano l’effetto serra abbiamo cercato di sensibilizzare all’utilizzo responsabile di tutte le foreste.La responsabilità di ogni uomo è essenziale per garantire la sopravvivenza di ogni filo d’erba e con esso di apprezzare la biodiversità e di conseguenza l’ecosostenibilità. Abbiamo quindi pensato di dare un contributo organizzando due tipi di eventi che “insegnassero facendo”in un’ottica della pedagogia del fare e non solo del sapere.

L’attività” La città delle Foreste (nuova alleanza per il clima ) ” sarà caratterizzata da due eventi:

– il 17 novembre dalle  ore 9.30  alle ore 12.00, presso la  Sala Consiliare Comune di Pescara,si terrà un convegno partecipativo organizzato da Su18 Pescara (Carla Antonioli), dall’associazione Miladonnambiente  (Edvige Ricci), in collaborazione con il prof.Gianni Santilli (delegato al verde cittadino).Interverranno Padre Antonio e Benito Mazzucato del Progetto Pigmei-Etabe (Il progetto nasce dall’iniziativa del missionario bolzanino padre Antonio Mazzucato alla fine degli anni ottanta, “per affrontare le sfide di un presente che mette sempre più a repentaglio la sopravvivenza stessa dei Pigmei e del loro habitat naturale”Nel 1990 padre Antonio è stato affiancato dal fratello gemello Benito).Saranno presentati filmati , testimonianze dei due missionari che vivono ed operano attivamente nella foresta del Congo con i Pigmei.Ci sarà inoltre una comunicazione scientifica da parte dei ragazzi protagonisti e tutor di questa “battaglia di pace”.

Al convegno saranno presenti varie scuole della città, elementari, medie e superiori oltre alla cittadinanza.

– il 19 novembre  dalle ore ore 14.00 alle ore  16.00 ci sarà una manifestazione all’aperto in uno spazio verde di proprietà del Comune di Pescara dove verranno piantati degli alberi (tanti quanti i nuovi nati di quel giorno). L’evento sarà pubblico e con la finalità di valorizzare le relazioni tra le persone intorno alla cura dell’ambiente e del territorio.Nel “Parco degli Scout”, Via MonteBove messa a dimora di alberi (forniti dal Corpo Forestale dello Stato) recinzione di un piccolo orto con piante autoctone … per un corridoio ecologico fino al fiume