Pescara-Salernitana 1-1: il Delfino impatta con l’uomo in più

Gabionetta risponde a Valoti, biancazzurri incapaci di chiudere il match nel primo tempo

PESCARA – Pareggio per 1-1 tra Pescara e Salernitana nel turno infrasettimanale valido per la 4° giornata di campionato. Decidono le reti nel primo tempo di Valoti e nella ripresa pareggio direttamente su punizione di Gabionetta. Chance fallita per il Delfino per più di un tempo con l’uomo in più per l’espulsione di Schiavi. Buono il primo tempo per la squadra di Oddo, che in più occasioni ha avuto l’opportunità di raddoppiare. Nella ripresa tuttavia i biancazzurri scendono di ritmo e appaiono più disordinati e frettolosi nella circolazione palla. Nel finale i due portieri assoluti protagonisti con un paio di interventi determinanti.

Pescara e Salernitana a centrocampoCOSÍ IN CAMPO – Oddo inserisce dal primo minuto Fiamozzi per l’infortunato Crescenzi a formare la difesa con Fornasier, Zuparic e Zampano; a centrocampo Mandragora viene preferito a Torreira con Memushaj e Verre mentre Valoti torna in cabina di regia dietro Lapadula-Cocco. La risposta della squadra di Torrente con Trevisan e Schiavi coppia centrale di difesa con Colombo e l’ex Rossi esterni; linea mediana con Sciaudone, capitan Pestrin e Bovo mentre in avanti con Giabionetta troviamo Coda e Moro.

Pescara-Salernitana 1-1VALOTI, ECCO LA PRIMA DI CAMPIONATO – Primo spunto di cronaca al 13′ con un’azione personale e conclusione da fuori area di Gabionetta in diagonale da posizione centrale con palla che esce di poco alla sinistra di Fiorillo. Tre minuti dopo Fiamozzi in area effettua un errato disimpegno favorendo Coda abile a calciare sotto porta ,ma la difesa biancazzurra si rifugia in angolo. Alla prima occasione però il Pescara passa al 19′ con Valoti che in area è bravo ad infilarsi tra le maglie granata e a trovare lo spazio per concludere di precisione in diagonale freddando l’incolpevole Terracciano. Lo stesso numero uno però si riscatta al 25′ quando è abile a sbarrare la strada a Lapadula che si era pericolosamente inserito in area piccola con la difesa ospite distratta. Sul successivo corner colpo di testa di Verre con palla che si spegne sul fondo.

tifosi SalernitanaDELFINO A CACCIA DEL RADDOPPIO, SCHIAVI LASCIA IN 10 I SUOI – Sul ribaltamento di fronte Bovo viene atterrato da Fiamozzi in area biancazzurra, ma l’arbitro lascia correre. Al 29′ gol annullato al Pescara: discesa sulla sinistra di Zampano e palla al centro per Lapadula che sotto porta prima conclude debole sul portiere che non trattiene quindi sulla ribattuta conclude in rete. Al 35′ lungo lancio in verticale per Lapadula che da fuori area sulla sinistra conclude di prima intenzione in diagonale con Terracciano costretto a distendersi sulla sua sinistra per salvare i suoi. Al 44′ spunto di Rossi che dal fondo la mette al centro per Coda che viene anticipato dalla difesa del Pescara che dopo il gol non ha più corso grossi rischi. In pieno recupero fallo di reazione di Schiavi su Lapadula e squadra campana in dieci.

gol SalernitanaGABIONETTA SOTTO AL SET, TUTTO DA RIFARE PER IL PESCARA – Torrente ridisegna la difesa con Petrin arretrato nel ruolo di centrale con Trevisan mentre Colombo arretra sulla linea dei centrocampisti. Al 6′ primo cambio per la Salernitana con Perrulli al posto di Sciaudone mentre dall’altra parte Torreira al posto di Mandragora. Al quarto d’ora arriva il pari ospite direttamente su calcio di punizione dal vertice destro dell’area di rigore dello specialista Gabionetta con palla che si infila sotto l’incrocio dei pali alla sinistra del sorpreso Fiorillo, nell’occasione apparso non impeccabile. Al 17′ doppio cambio: da una parte Caprari rileva Cocco e dall’altra parte Troianiello al posto di Coda. Due minuti dopo Trevisan compie un grande intervento in scivolata sul tentativo di diagonale al volo di Lapadula con palla che si alza di un soffio sopra la traversa.

punizione PescaraTERRACCIANO SALVA SU BENALI, FIORILLO SI RISCATTA DUE VOLTE – Al 28′ Verre dal fondo mette una palla debole a centroarea per Lapadula che di testa non riesce a superare Terracciano. Torrente si gioca l’ultima carta Eusepi per Gabionetta mentre Oddo inserisce Benali per Verre. Al 32′ pericolosissima la squadra ospite con una conclusione di Eusepi che a tu per tu con Fiorillo lo impegna severamente: nell’azione il neo entrato è stato abile a superare due avversari prima di tentare la conclusione a rete. Delfino che prova a chiudere la squadra granata sulla propria trequarti campo con una buona circolazione di palla ma senza trovare spazi per rendersi pericolosi. Al 43′ grande azione sull’asse Benali-Lapadula con il colpo di testa di quest’ultimo che termina a lato e un minuto dopo un batti e ribatti la palla carambola sui piedi di Benali che sotto porta alza la mira. Allo scadere miracolo di Terracciano che vola a togliere la palla destinata ad insaccarsi sotto l’incrocio dei pali su grande conclusione di Benali e dall’altra parte Fiorillo salva il risultato su diagonale in area di Troianiello.

TABELLINO:

Pescara (4-3-1-2): Fiorillo; Zampano, Fornasier, Zuparic, Fiamozzi; Memushaj, Mandragora (dal 7′ st Torreira), Verre; Valoti; Cocco (dal 17′ st Caprari), Lapadula. A disposizione: Aresti, Bunoza, Mignanelli, Benali, Selasi, Bulevardi, Cappelluzzo. All. Massimo Oddo.

Salernitana (4-3-3): Terracciano; Colombo, Trevisan, Schiavi, Rossi; Sciaudone (dal 6′ st Perrulli), Pestrin, Bovo; Gabionetta (dal 29′ st Eusepi), Coda (dal 17′ st Troianiello), Moro. A disposizione: Strakosha,  Pollace, Franco, Empereur, Odjer, Milinkovic. All. Vincenzo Torrente

Arbitro: Nasca di Bari

Assistenti: Borzomi di Torino e Gori di Arezzo

IV° Ufficiale: Abbattista di Molfetta

Rete: 19′ pt Valoti, 15′ st Gabionetta

Ammoniti: Colombo, Moro, Mandragora, Memushaj, Troianiello

Espulso: Schiavi per doppia ammonizione al 45′ pt

Recupero: 1 minuto nel primo tempo, 5 minuti nella ripresa.