Pescara, riviera sud: abolizione parcheggi sul marciapiede

Richiesta dai residenti  la revoca del provvedimento, adottato dalla precedente amministrazione comunale, che metterebbe a rischio  la loro incolumità

PESCARA -Il Presidente della Commissione consiliare Lavori pubblici Armando Foschi ha effettuato , ieri mattina,  un sopralluogo presso la riviera sud, in via Primo Vere per verificare la situazione dei parcheggi sul marciapiede ed avanzare ipotesi per risolvere il problema.

In effetti da anni i residenti, per ragioni di sicurezza, chiedono a gran voce l’abolizione di quei posti auto, ricavati dall’ex assessore Armando Mancini (Pd) durante la consiliatura del centro-sinistra.

Ha detto Foschi :

in mattinata abbiamo esaminato la situazione parcheggi relativamente a via Primo Vere, dunque lungo la riviera sud, sul marciapiede lato monte, di fronte a decine di stabilimenti balneari e a ridosso dei muri di recinzione di decine di abitazioni. Centinaia di residenti ormai da sei anni sono costretti a convivere con quelle auto davanti i cancelli di casa, vetture che sfrecciano alla ricerca di un parcheggio, incuranti dell’eventuale passaggio di pedoni o bambini che abitano sul lato monte della riviera.

I residenti stamane hanno ricordato che quei posti auto furono realizzati a servizio della spiaggia dall’ex assessore di centro-sinistra Armando Mancini e che, nonostante le loro rimostranze e perplessità, mai il governo di centro-sinistra ha pensato di revocare quel provvedimento scellerato, adottato mettendo a rischio quei residenti. E sorprende pensare al silenzio delle associazioni ambientaliste e dello stesso centro-sinistra che pure lo scorso anno hanno sollevato barricate contro i parcheggi sul marciapiede lato mare della riviera nord, tacendo colpevolmente sulla situazione vissuta dai residenti di Porta Nuova, evidentemente considerati di serie B.

Stamane abbiamo verificato la situazione e abbiamo individuato la possibile disponibilità di un’area di sosta situata alle spalle di via Celommi, in corrispondenza del bivio per San Silvestro, di proprietà privata. A questo chiederemo all’amministrazione comunale  di attivarsi nei confronti del privato per sollecitare il possibile di utilizzo da parte del Comune dell’area per la sosta nel periodo estivo, com’è già accaduto due anni fa, ipotizzando anche l’istituzione di un servizio di navette per trasportare gli utenti fin sul litorale. In questo modo decongestioneremo il traffico sul lungomare sud e, al tempo stesso, ripristineremo una condizione di sicurezza sul marciapiede lato monte.