Pescara, riprende da oggi il collegamento con la Croazia

PESCARA – A partire da oggi torna il collegamento con Hvar e con Spalato attraverso il Pescara jet. Verrà dunque ripristinata la linea garantita dalla compagnia Snav, che sino al 31 agosto assicurerà  il viaggio quotidiano con la nave veloce, che potrà trasportare circa 600 passeggeri e 100 vetture. L’amministrazione comunale di Pescara ha accolto con soddisfazione il ripristino della linea che ha fermamente voluto.

Il  sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia, nel corso della conferenza stampa convocata ieri per annunciare l’inizio del collegamento, alla presenza degli assessori al Turismo Berardino Fiorilli e all’Ambiente Isabella Del Trecco, del comandante della nave Ettore Annoiato, del comandante in seconda della Capitaneria di porto Minervino e di Bruno Santori, vicepresidente della Camera di Commercio e titolare dell’Agenzia Sanmar, ha ricordato:

lo scorso anno  abbiamo avuto grosse difficoltà a mantenere la linea per il desiderio già espresso dalla Snav di lasciare Pescara per altre rotte, lamentando una lunga serie di problematiche e difficoltà incontrate negli ultimi sei anni con la precedente amministrazione di centro-sinistra. Problematiche che in parte siamo riusciti a risolvere quest’anno e altre sulle quali invece siamo ancora impegnati attivamente nel tentativo di individuare un’opportuna e felice conclusione. Il nostro primo obiettivo già lo scorso anno è stato quello di ricucire dei rapporti ormai deteriorati dai precedenti amministratori.

Abbiamo dovuto reinstaurare un nuovo legame di fiducia, mostrando la nostra volontà a mantenere a tutti i costi la linea attraverso la Snav, sino a convincere i titolari della compagnia che ci hanno accordato il collegamento, anche se quest’anno ridotto a circa un mese e mezzo. Purtroppo le problematiche ereditate nel settore sono tante: prime fra tutte le condizioni in cui versano i fondali del porto canale dove dovremo garantire l’accesso della nave veloce. Stiamo già affrontando la questione con la Direzione Marittima, il Provveditorato al Demanio Marittimo, la Provincia di Pescara, con gli stessi operatori interessati, la Regione Abruzzo e con l’impresa che si è aggiudicata l’intervento per l’escavazione dei primi 10mila metri cubi di sabbia, che io ho definito ‘un soffio di vento’.

Avevo personalmente chiesto di accelerare quanto più possibile almeno l’escavazione dell’area di ingresso al porto, ossia il corridoio di transito del Pescara Jet, prima dell’arrivo della nave, ma purtroppo non è ancora stato possibile eseguire tale operazione per un problema di documentazioni e autorizzazioni. Il Pescara Jet comunque è tornato, riprenderà i collegamenti e a questo punto dovremo organizzare al meglio le operazioni di dragaggio per non interferire con il collegamento marittimo.

La linea quotidiana riprenderà domani, sabato 24 luglio,e proseguirà sino al prossimo 31 agosto, anche se chiederemo alla compagnia qualche giorno di proroga anche a settembre sperando che tale proposta venga accolta visto il successo del servizio. I collegamenti ci saranno tutti i giorni con partenza da Pescara alle 10.30, arrivo a Starigrad, sull’isola di Hvar alle 14.15 e arrivo a Spalato alle 16.15. Da Spalato il Pescara jet ripartirà alle 17 per arrivare a Hvar alle 19 e a Pescara alle 23. Il mezzo può trasportare sino a 600 passeggeri e 100 vetture e la vendita dei biglietti sta già andando benissimo per tutti i viaggi, a testimonianza del livello di gradimento della linea. Già domani, per il primo viaggio, ci saranno ben 400 passeggeri.

Pescara  deve conoscere una nuova stagione di sviluppo del proprio turismo che necessariamente passa attraverso il potenziamento delle infrastrutture del territorio, porto, aeroporto, strade. Da settembre inizieremo a lavorare con Santori e con la Snav per studiare un collegamento più corposo, temporalmente più lungo, anche a fronte del dragaggio che, anch’esso, stiamo cercando di istituzionalizzare attraverso l’approvazione di una legge regionale ad hoc portata avanti dal consigliere Lorenzo Sospiri che consenta di dotare la Regione di una draga fissa da spostare tra i vari porti d’Abruzzo all’occorrenza. E con la Provincia abbiamo anche già redatto il preliminare del progetto di rifacimento ex novo della Stazione Marittima alla quale dobbiamo dare la giusta dignità che merita quale scalo che si propone di valenza internazionale. Mentre l’assessore all’Ambiente Del Trecco è riuscita a recuperare il progetto del Piano regolatore portuale: il Comune ora farà la richiesta per la Vas per poi passare alla fase dell’approvazione dei progetti.

Ha  confermato l’assessore Fiorilli:

nell’ultimo anno abbiamo recuperato il rapporto con gli armatori che comunque nutrivano una forte diffidenza, attivando una collaborazione con la Snav che intendiamo portare avanti.

Ha aggiunto Bruno Santori:

nell’amministrazione  abbiamo trovato una sponda affidabile per la risoluzione dei problemi portuali, con l’obiettivo comune di far crescere la città. E’ assolutamente necessario però individuare una soluzione definitiva al problema dell’insabbiamento dei fondali del porto, e occorre rilanciare il Prg portuale, e in tal senso vedo la buona volontà dell’amministrazione, mentre il comandante Minervino ha già annunciato che dal primo settembre ci metteremo tutti al lavoro per attivare in modo strutturale il dragaggio.

Ha  commentato il comandante Annoiato:

a  Pescara ho trovato una città accogliente e pulita  in cui contiamo di fare una bella stagione.