Pescara: riorganizzazione dell’Urp

Previsto progetto ristrutturazione locali e riorganizzazione dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico( Urp). Nella palazzina ex Inps sarà creato un unico grande front office.

PESCARA – E’ stato presentato ed illustrato,  ieri,  il vasto progetto di ristrutturazione dell’Urp di Pescara, destinato a diventare entro il 2010 la prima “vetrina” della pubblica amministrazione e della città stessa. Si realizzerà un unico grande front office, in cui l’utente potrà svolgere ogni tipo di pratica burocratica: consultare ordinanze on line, presentare domande di accesso agli atti, prenotare carte d’identità elettroniche e certificati, una ‘maxi-finestra’ in cui verrà dislocato lo sportello immigrati, con la presenza di un ‘mediatore culturale’, in cui conoscere tutte le iniziative turistico-ricettive organizzate dall’amministrazione comunale, dall’Aptr o da privati, o le opportunità di lavoro proposte dal servizio dell’Informagiovani, con una Banca dati sempre disponibile per guidare il cittadino nella compilazione di domande o proposte.

L’assessore al Decentramento e all’Anagrafe del Comune di Pescara Stefano Cardelli e il Presidente della Commissione Affari Generali Marco Mambella, che hanno presentato il progetto di riorganizzazione degli sportelli rivolti all’utenza esterna, hanno annunciato:

Partiremo con il rifacimento dei locali destinati a ospitare l’Urp che andranno a occupare l’intero pianterreno della palazzina ex Inps.  All’interno di quell’area troveranno posto tutti i front office del Comune: in altre parole il pubblico, i cittadini non dovranno più vagare da un ufficio all’altro nei piani alti della sede comunale alla ricerca del servizio protocollo o del responsabile di un procedimento, ma troveranno direttamente al pianoterra la risposta a ogni tipo di esigenza.

Verranno create decine di postazioni telematiche in cui i dipendenti, debitamente formati, potranno colloquiare via internet con gli uffici sovrastanti per ottenere indicazioni in tempo reale circa le richieste inoltrate. In questo modo agevoleremo la vita dei cittadini, taglieremo drasticamente i tempi d’attesa e, al tempo stesso, elimineremo il costante passeggio tra i corridoi del Comune, che spesso creano intralcio al lavoro stesso dei dipendenti, oltre a non garantire opportunamente la privacy delle pratiche. Nei prossimi giorni partiranno i lavori di ristrutturazione e riqualificazione dei locali, lavori che saranno terminati in poche settimane l’estate. Intanto all’interno di ogni servizio comunale verranno individuati dei referenti esterni per l’Urp, ossia quei dipendenti che dovranno fornire un adeguato supporto sia agli operatori del call center, chiarendo i dettagli delle problematiche poste dalla cittadinanza, sia garantendo l’aggiornamento costante dell’Urp sulle iniziative di interesse pubblico, attraverso il passaggio della relativa documentazione.

In altre parole si dovrà rafforzare il back office per assicurare un continuo flusso informativo che dai vari servizi dovrà essere convogliato negli sportelli dell’Urp per raggiungere il cittadino come destinatario finale. Ma l’Ufficio relazioni con il Pubblico del Comune sarà soprattutto trasformatoin una ‘finestra’ sempre aperta sulla città in cui gli utenti potranno trovare notizie sulle iniziative attivate anche da altri enti, come Provincia, Comuni e Regione, a tal fine abbiamo già attivato l’iscrizione al network ‘Linea Amica’, promosso dal Ministero per la Pubblica amministrazione, e abbiamo riattivato i contatti con lo sportello di Informazione e Accoglienza Turistica di Pescara attraverso lo scambio di materiale promozionale e informativo relativo alle attività di tipo turistico e culturale intraprese sul territorio.

Sempre presso l’Urp creeremo una Banca dati telematica sulle procedure standard per il rilascio delle pratiche più richieste dalla cittadinanza e abbiamo attivato contatti con il centro di coordinamento regionale per l’Informagiovani e Confindustria per la creazione dello sportello Informa Impresa. Non solo: sempre all’interno dell’Urp troverà posto lo Sportello anagrafico dedicato all’immigrazione extracomunitaria, in cui opererà un ‘mediatore culturale’, potenzieremo il servizio di call center, anche per fronteggiare le decine di richieste giornaliere relative alla prenotazione delle carte d’identità elettroniche o al rilascio telematico e all’invio domiciliare dei certificati.  Ovviamente abbiamo previsto anche delle verifiche periodiche circa il livello di gradimento dei servizi offerti da parte dell’utenza.

La prima rilevazione è già stata effettuata tra il 15 novembre 2009 e il 31 gennaio 2010: il 38,5 per cento della popolazione che si è rivolta all’Urp ha voluto partecipare al mini-sondaggio, il 50,6 per cento ha giudicato soddisfacente il servizio oggi offerto; il 42,8 per cento si è dichiarato ‘abbastanza soddisfatto’ e il 6,4 per cento ha invece espresso una valutazione ‘non soddisfacente’ indicando le lacune riscontrate che ci hanno permesso già individuare alcuni correttivi da introdurre, primo fra tutti l’attivazione di una postazione on-line, già operativa, per consentire agli utenti in coda di consultare gratuitamente le informazioni dell’amministrazione comunale pubblicate sul web. Entro pochi mesi l’Urp cambierà volto, divenendo il punto di contatto e di riferimento dei cittadini.