Pescara-Reggiana 2-0: Ganci-Zizzari ad un passo dal sogno!

PESCARA – Con un gol per tempo il Pescara chiude agevolmente la pratica Reggio e raggiunge la finale dei playoff nella quale affronterà il Verona di Vavassori, che ha superato l’ostacolo Rimini. Davanti ad una cornice di pubblico da serie superiore gli uomini di Di Francesco hanno condotto la gara per gran parte del tempo, confermando le buone cose viste nell’andata e un ottimo stato di forma generale.

SANSO-GANCI CHE INTESA! – La compattezza e la concentrazione della squadra si sono rivelate armi vincenti. Spirito di sacrificio per una squadra che sta interpretando il finale di stagione con l’umiltà di una provinciale ma allo stesso tempo con la consapevolezza dei propri mezzi. Questo senza penalizzare il gioco sempre propositivo e che ha fatto vedere belle cose sulla destra con un Gessa molto ispitato e un Dettori lezioso al punto giusto. Ma la vera bella notizia è l’intesa tra Sansovini e Ganci che migliora di giorno in giorno e che unita ad una buona condizione fisica, può fare di certo la differenza. L’azione del gol è la ciliegina sulla torta di una gara giocata su tutto il fronte offensivo con grande determinazione e puntualità nel trovare gli spazi per gli inserimenti giusti.

PROVVIDENZA OLIVI, BENTORNATO FRANCESCO … – In una gara dove si è rischiato davvero poco un episodio non può passare inosservato: mi riferisco all’azione di Nardini (uno dei migliori degli ospiti) e il suo cross velenoso che stava per imbeccare la testa di Ingari, a pochi passi dalla porta abruzzese. Il gesto tecnico del capitano biancoazzurro a respingere in tuffo la difficile palla, sottolinea che oltre ad una concentrazione per tutti i 90 minuti ci è voluto un pizzico di determinazione in più per mantenere inviolata la porta. E come succede nel più classico dei casi ad un’occasione fallita ne segue un’altra che va a buon fine. E così non poteva mancare la rete di Zizzari, cercata e voluta da molto tempo, e che darà una grande iniezione di fiducia allo sfortunato attaccante biancoazzurro, perseguitato da una stagione caratterizzata da numerosi infortuni.

ATTO FINALE – Chiusa senza troppi patemi la pratica Reggio, il Pescara è atteso al doppio scontro con il Verona, avversario numero uno da inizio stagione. Dopo i due 0-0 in campionato dove prima la nebbia, poi una discutibile decisione arbitrale non ha favorito gli abruzzesi, si aspetta un riscatto, una resa dei conti. I biancoazzurri avranno dalla loro la possibilità di giocare con due risultati su tre ed il match di ritorno all’Adriatico. Del Verona spaventa la possibile cura Vavassori che ha permesso di controllare piuttosto agevolmente un Rimini che nel ritorno di campionato, solo qualche settimana prima, aveva dato una severa lezione agli scaligeri. L’atto finale è pronto, i tifosi possono iniziare a trattenere il fiato e sognare una serie B alla portata di mano…

TABELLINO:

PESCARA (4-4-2): Pinna 6; Zanon 6, Olivi 6.5, Mengoni 6, Petterini 6.5; Gessa 6.5, Coletti 6.5, Tognozzi 6.5 (40’ st Zappacosta ng), Dettori 6.5; Ganci 7 (23’st Soddimo 6), Sansovini 7 (31’ st Zizzari 6.5). A disp. Prisco, Sembroni, Vitale, Bonanni. All. Di Francesco.

REGGIANA (4-4-1-1): Tomasig 5.5; Girelli 5.5 (9’ st Ferrari 5.5), Stefani 5.5, Zini 5.5, Mei 5; Nardini 6.5, Maschio 6 (8’st Romizi 5.5), Saverino 5.5, Anderson 5 (31’ st Viapiana ng); Alessi 5.5; Ingari 5.5. A disp. Manfredini, Castiglia, Morelli, Temelin.. All. Dominissini.

Arbitro: Gambini di Roma

Marcatori: pt 17’ Ganci, st 36’ Zizzari

NOTE: Spettatori 13.000, incasso 168468 euro.

Ammoniti: Tognozzi, Petterini, Mengoni, Zappacosta.

Angoli: 4-1 per il Pescara

Recupero: 1 minuto nel primo tempo; 5 minuti nella ripresa

CRONACA:

1° TEMPO:

1m azione personale di Ganci che dopo una finta a rientrare calcia debole a lato da buona posizione

6m Gessa dal limite dell’area e conclusione che termina alta sopra la traversa

11m spunto di Gessa sulla fascia destra ma il cross risulta errato

14m scambio Pettarini-Dettori ma niente di fatto, la difesa respinge. Ci prova a destra Gessa che conquista un corner

17m Pescara in vantaggio azione di Sansovini che dalla sinistra appoggia un rasoterra per l’accorrente Ganci che conclude di piatto, con il portiere che non riesce a trattenere la sfera

21m conclusione al volo di Gessa ma il tiro centrale viene bloccato senza problemi da Tomasig

23m mischia in area del Pescara e conclusione a botta sicura di Maschio con la difesa biancoazzurra che respinge

28m cross di Gessa, sponda di testa di Ganci ma la difesa ospite è attenta e allontana

31m tiro cross di Dettori ma la palla deviata termina in corner

32m azione di Sansovini che supera il portiere in uscita ma da posizione molto defilata non riesce a concludere dentro lo specchio della porta

33m uscita di Pinna su Ingari scattato sul filo del fuorigioco

37m azione di Sansovini nell’area piccola e deviazione di Stefani in corner

43m conclusione senza molte pretese da fuori area di Maschio e palla sopra la traversa

44m azione Sansovini-Ganci con quest’ultimo che conclude di piatto ma debolmente e senza impensierire Tomasig

46m termina il primo tempo con un solo minuto di recupero sull’1-0 per i biancoazzurri

2° TEMPO:

3m doppia azione in area per Dettori che da buona posizione non riesce a trovare lo spiraglio per calciare in porta

6m controllo di petto e rovesciata di Sansovini che impegna a terra Tomasig

9m doppio cambio nella Reggiana escono Girelli e Maschio per far posto a Romizi e Ferrari

11m Ganci per Sansovini che da dentro l’area conclude malamente

12m ammonizione a Tognozzi per proteste

15m azione personale di Sansovini che da fuori area prova il pallonetto a scavalcare Tomasig, attento tra i pali

17m potente conclusione da fermo di Ganci che impegna severamente Tomasig che in tuffo respinge in corner

20m conclusione di Saverino dalla distanza, Pinna respinge senza rischiare di pugni

21m conclusione di precisione di Dettori che cerca il primo palo ma la palla si spegna sopra la traversa

21m ammonizione per Petterini per un fallo sulla sinistra del Pescara

23m nel Pescara esce Ganci per Soddimo

26m verticalizzazione di Dettori per Sansovini che calcia alto

26m ammonizione per Mengoni per una dura entrata a centrocampo su Ingari

32m entra Zizzari per Sansovini nel Pescara mentre nella Reggiana entra Viapiana per Anderson

35m salvataggio in tuffo di Olivi su cross di Nardini che stava per pescare Ingari per un colpo di testa sotto misura

36m raddoppio del Pescara con Zizzari che affonda sulla sinistra e calcia di potenza sul secondo palo con un diagonale da sinistra verso destra

47m Soddimo va via sulla destra a Mei e di sinistro chiama alla respinta Tomasig

50m dopo 5 minuti di recupero termina la gara sul 2-0 per il Pescara e biancoazzurri in finale contro il Verona