Pescara, presentati gli eventi della ‘Settimana dannunziana’

Albore Mascia su presentazione eventi 'Settimana dannunziana'01PESCARA – Il  sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia ,nel corso della conferenza stampa   convocata ieri,  ha illustrato  il ricco e dettagliato programma di eventi della ‘Settimana dannunziana’, che si aprirà sabato prossimo, 9 marzo. Presenti all’incontro  gli assessori alla Cultura Giovanna Porcaro e al Turismo Maria Grazia Palusci, il professor Giordano Bruno Guerri, Presidente del Vittoriale, il Presidente della Commissione Cultura Augusto Di Luzio, Lucia Arbace, Sovrintendente ai Beni Culturali, il dottor Polidori di Poste Italiane, Pierluigi Francini della ‘Luigi D’Amico’, ed Ermanno De Pompeis, Direttore del Museo delle Genti d’Abruzzo.

Il programma proporrà mostre, incontri, spettacoli, momenti dedicati al d’Annunzio inedito e celebrazioni solenni per ricordare l’uomo, il poeta, il soldato, e la sua famiglia, in quella Pescara che gli ha dato i natali,  e  una Santa Messa che si svolgerà presso la Cattedrale San Cetteo, in suffragio della famiglia del Vate e della mamma Luisa, tumulata proprio all’interno della Cattedrale. Sono alcune delle iniziative previste all’interno del contenitore della ‘Settimana dannunziana’, organizzata dall’amministrazione comunale per celebrare il 150° anniversario della nascita di Gabriele d’Annunzio e che ci accompagnerà sino al 17 marzo, una settimana in cui non mancherà anche un evento ‘goloso’ nel senso più autentico della parola con l’inaugurazione del ‘Parrozzo dei record’, ovvero la realizzazione del parrozzo più grande del mondo, che verrà confezionato in piazza Salotto dalla Confederazione dei Pasticceri italiani ed è scontato ricordare che abbiamo scelto proprio il parrozzo quale dolce simbolo di Pescara e soprattutto quale dolce preferito dallo stesso d’Annunzio.

Ha sottolineato il sindaco:

la ‘Settimana dannunziana’ rientra ovviamente nella scelta ‘politica’ compiuta dalla mia amministrazione tesa alla valorizzazione della figura del Vate, di quell’uomo, quel poeta, quel letterato-soldato che sempre definisco come uno dei ‘figli più illustri’ di Pescara. Nel 2009 legare il nome di Pescara in maniera imprescindibile a d’Annunzio è stata una scommessa nata da un forte convincimento personale: per definire e determinare la nostra città infatti si è stati soliti, per lungo tempo, utilizzare degli aggettivi che in realtà potevano andare bene per Pescara come per qualunque altra città al mondo. Noi abbiamo invece cercato e scelto l’unicità del nostro capoluogo adriatico, una unicità che le deriva proprio dall’aver dato i natali a uno dei personaggi che il mondo più ci invidia, uno dei massimi rappresentanti della cultura internazionale che ha scritto alcune delle pagine più belle e straordinarie della nostra letteratura, e che pure la sua città non ha mai valorizzato a sufficienza. Io ho lanciato una sfida, ho voluto legare il nome della nostra stessa Pescara a quello di d’Annunzio, avviando una vera e propria operazione di marketing territoriale, turistico, economico e culturale. Abbiamo realizzato un logo ad hoc che, come ricordavo giorni fa, accompagna ogni nostra comunicazione istituzionale, e, soprattutto, tre anni e mezzo fa abbiamo lanciato una sfida ancora più rilevante, ossia l’organizzazione di una kermesse culturale, il Festival Internazionale dannunziano, concepito non come una semplice successione di eventi, spettacoli o concerti, ma come un centro di produzione culturale in cui sperimentare costantemente anche il nuovo, una rassegna che si propone come il volto e l’immagine di una lunga stagione di manifestazioni ispirate allo spirito più avanguardista di d’Annunzio, una rassegna che ha saputo imporsi in Italia con appena tre edizioni, divenendo un punto di riferimento per chi produce e lavora nel mondo della cultura e non solo in Abruzzo. Abbiamo creduto nelle potenzialità di una simile sfida e oggi posso dire che quella sfida l’abbiamo vinta: pensiamo che il prossimo giugno, proprio nell’ambito delle celebrazioni per i 150 anni dalla nascita di d’Annunzio, celebrazioni che si svolgeranno in tutto il Paese, ebbene Pescara e il suo Festival avranno un posto d’onore al Salone del libro di Torino; appena sabato scorso, 2 marzo, abbiamo avuto un palcoscenico straordinario, quello di Gardone Riviera e del Vittoriale, dove, in occasione delle celebrazioni dell’Anniversario Orfico, abbiamo presentato in anteprima alla stampa internazionale gli eventi della settimana dannunziana fornendo le prime chicche della quarta edizione del Festival. Insomma oggi è evidente che quell’avventura nata con ‘Pescara città dannunziana’ è stata un’operazione di marketing territoriale e di strategia mediatica assolutamente riuscita. E ovviamente quell’operazione ci ha condotti a organizzare delle adeguate celebrazioni per il 150° anniversario della nascita del Vate, che cadrà il prossimo 12 marzo. Ma arriveremo a quella data progressivamente – ha proseguito il sindaco Albore Mascia – vivendo, ogni giorno, momenti che ci faranno scoprire, ancora una volta, aspetti inediti del Vate, attraverso documenti, spettacoli, dibattiti che ci dimostreranno quanto ancora c’è da dire sulla figura di un personaggio straordinario. Tra i vari momenti, tutti di grande rilevanza, che andremo a vivere, mi limito personalmente a sottolineare l’evento di apertura, sabato prossimo 9 marzo, con l’inaugurazione, presso il Museo Vittoria Colonna, di una mostra di manoscritti autografi e di foto originali di d’Annunzio, mostra organizzata dal Presidente della Commissione Cultura Augusto Di Luzio, grazie al quale avremo modo di vedere, per la prima volta in assoluto, documenti inediti sul Vate provenienti dalla collezione privata di Licio Di Luzio. Domenica 10 marzo, poi, si svolgerà la Santa Messa Solenne in suffragio della famiglia del Vate, presso la Cattedrale San Cetteo, Messa officiata dall’arcivescovo di Pescara Monsignor Tommaso Valentinetti, e, al termine della celebrazione, renderemo omaggio alla mamma di D’Annunzio, donna Luisa, tumulata all’interno della Cattedrale. Il 12 e 13 marzo si svolgerà, presso l’Aurum, l’iniziativa clou della Settimana dannunziana, un Convegno Internazionale di studi ‘d’Annunzio 150’ che porterà a Pescara alcuni tra i massimi esperti di d’Annunzio al mondo, un evento organizzato dal professor Guerri che per due giorni accenderà i riflettori della cultura mondiale su Pescara e sui suoi luoghi dannunziani. Ma non basta, perché contemporaneamente inaugureremo mostre sul tema, avremo l’annullo filatelico in piazza Salotto a cura di Poste Italiane e, sabato 16 marzo, sempre in piazza Salotto avremo il Parrozzo da record”.

Gli eventi della ‘Settimana dannunziana’ partiranno sabato 9 marzo, alle 11.30, con l’Inaugurazione, presso il Museo Vittoria Colonna, della mostra di Manoscritti autografi e foto di d’Annunzio: “la mostra – ha detto il Presidente Di Luzio – si coniugherà all’allestimento su Pasquale e Raffaele Celommi, partito il 22 dicembre scorso, affiancando poesie e dipinti. Da sabato andremo ad allestire 10 bacheche che conterranno documenti, manoscritti, foto, avremo la stesura a mano della lirica ‘L’Onda’, i manifesti fiumani e lo Statuto della Reggenza di Fiume, e poi 17 foto storiche, come quelle dei funerali di d’Annunzio o il Vate sul letto di morte. La mostra andrà avanti sino al 7 aprile”. Sempre sabato 9 marzo, dalle 16 alle 18.30, presso l’Aurum si svolgerà ‘A merenda con d’Annunzio – laboratori didattici per bambini e ragazzi’ a cura del Museo delle Genti d’Abruzzo. Domenica, 10 marzo, alle 11.30, presso la Cattedrale di San Cetteo si terrà la Santa Messa solenne in suffragio della famiglia del Vate; dall’11 marzo al 27 aprile il liceo classico d’Annunzio ospiterà una serie di convegni di studio, mentre il 12 e 13 marzo l’Aurum ospiterà, ancora, un Convegno Internazionale di studi ‘d’Annunzio 150’ organizzato dal professor Guerri.

“Ringrazio l’amministrazione comunale per aver voluto puntare su d’Annunzio e oggi il Comune di Pescara ‘ha quel che ha donato’, e in cambio sta ricevendo molto. Il Convegno internazionale – ha detto il professor Guerri – porterà in città i massimi esperti mondiali della figura di d’Annunzio. E non basta: a Pescara avremo la presentazione in anteprima mondiale di due programmi televisivi che ho realizzato, il primo si chiama ‘Casa d’Annunzio’, 10 puntate per 10 settimane racchiuse in un filmato di 20 minuti; l’altro programma si chiama ‘L’Amante Guerriero’, della durata di un’ora, uno speciale realizzato per Rai Storia che andrà in onda il 12 marzo, ma che noi potremo vedere in anteprima presso il liceo classico d’Annunzio, a Pescara, alle 11.30 dell’11 marzo e tale evento ci aiuterà a portare il nome e la fama di Pescara nel mondo. Sempre per l’occasione la Zecca dello Stato ha coniato una moneta in argento da 5 euro dedicata al 150° di d’Annunzio, moneta che presenteremo sempre a Pescara in anteprima, mentre anche la Aurora ha realizzato due penne ad hoc, pezzi rigorosamente numerati e in edizione limitata, una stilografica, l’altra a biro, del valore di 900 euro l’una, anch’esse sul tema del 150°”.

Il 12 marzo, alle 18.30, presso la Casa Natale d’Annunzio, in corso Manthonè, verrà inaugurata la mostra ‘Quando l’Alba s’innammora: l’infanzia di d’Annunzio da Pescara a Prato’, curata dalla Sovrintendenza, “e per l’occasione – ha detto la Arbace – Casa d’Annunzio resterà aperta dal 12 al 16 marzo con orario no-stop dalle 9 alle 20, con ingresso gratuito a tutti. La mostra vuole raccontare l’infanzia di d’Annunzio, ossia quella parte della sua vita che ancora è poco conosciuta, e di cui abbiamo notizie solo attraverso il racconto fantastico dello stesso Vate. Per l’occasione abbiamo indetto anche il concorso ‘Fiocco d’Annunzio’, che vedrà la presenza di 30 esperte ricamatrici e artigiane del tombolo che realizzeranno i propri lavori e i visitatori della mostra avranno modo di esprimere il proprio voto per il fiocco più bello, un’iniziativa che abbiamo assunto per rispetto alla tradizione abruzzese più autentica”. Il 12 e il 16 marzo, dalle 9 alle 21, ci sarà poi a piazza Salotto l’annullo filatelico speciale di Poste Italiane con il francobollo speciale da collezione su d’Annunzio, francobollo da 70 centesimi che sarà messo in commercio.

“Per l’occasione ci sarà anche un timbro speciale – ha proseguito l’assessore Palusci -: il 12 marzo l’evento sarà affiancato da un’iniziativa degli studenti del liceo artistico ‘Misticoni-Bellisario’ con delle performance urbane che animeranno la piazza; sabato 16 marzo, invece, l’annullo di Poste Italiane sarà arricchito dalla realizzazione in piazza del parrozzo più grande del mondo, che vedrà la partecipazione dei maestri pasticceri della Confederazione Pasticceri italiani: la lavorazione comincerà intorno a mezzogiorno, il parrozzo avrà un diametro base di 3 metri, una circonferenza di 9,5 metri e l’altezza di 1,5 metri e verrà iscritto al Guinness dei primati. Per le 18 abbiamo fissato il taglio del dolce, e contemporaneamente avremo anche l’esibizione di artisti, cantanti, attori locali che parteciperanno all’evento”.

Intanto il 14 marzo presso il Museo delle Genti d’Abruzzo si aprirà la mostra umoristica ‘Centocinquanta’, mentre presso il Liceo ‘Marconi’, alle 9, ci sarà la presentazione del portale Web per le scuole ‘d’Annunzio e la modernità’ a cura dell’università degli studi ‘d’Annunzio’, facoltà di scienze della formazione, con la partecipazione del professor Andrea Lombardinilo. A chiudere la Settimana dannunziana, il 17 marzo, alle 18, presso l’Aurum, sarà l’inaugurazione dello spettacolo ’12 Ceneriere per l’Aurum’ a cura dell’Officina delle Invenzioni.

E’ evidente che la prima caratteristica della Settimana dannunziana – ha sottolineato l’assessore Porcaro – è la straordinaria partecipazione di tante associazioni del territorio, così come scuole e Istituzioni, che hanno fatto rete e hanno deciso di dedicare il 2013 a d’Annunzio”.

Il sindaco Albore Mascia ha poi ricordato che “per l’evento, la Torre civica del Comune sarà illuminata d’azzurro e l’intero centro storico sarà imbandierato in maniera particolare in onore di d’Annunzio.