Pescara presenta i ‘Diversamente abili Ugualmente atleti’

Giornata all’insegna dello sport come strumento di integrazione:venerdì mattina 18 novembre presso la Sala Consigliare del Comune di Pescara

PESCARA – Sport non solo strumento di competizione o formazione ma anche mezzo di integrazione e di reinserimento per quei giovani che, seppur diversamente abili, hanno conservato integra la voglia di affermazione, di competere e di vincere sulla sorte.

Questo il tema principe della Giornata Diversamente abili Ugualmente atleti’che si svolgerà nella Sala Consiliare del Comune di Pescara domani venerdì 18 novembre a partire dalle 10.30.

Interverranno Camillo Gelsumini della Uildm; Pierluigi D’Angelo, rappresentante del Comitato Italiano Paralimpico e altri ragazzi che ce l’hanno fatta, come Beatrice Vio, chiamata nella Nazionale Azzurra Paralimpica per la scherma; la campionessa mondiale di Fioretto Elisa Di Francisca e  Marco Berry, mattatore della trasmissione Le Iene, da sempre impegnato nel settore.

I due mondi, sport e disabilità, si incontreranno quale momento e strumento di integrazione sociale , una giornata che arricchisce il lungo programma di interventi che la nostra maggioranza di governo sta mettendo in atto a favore dei portatori di handicap per favorire l’abbattimento delle barriere architettoniche sul territorio.

ha dichiarato l’assessore alle Politiche sociali Guido Cerolini annunciando l’evento,

Venerdì la giornata vedrà protagonista la giovanissima Beatrice Vio, detta ‘Bebe’, una giovane adolescente di 13 anni che tre anni fa, all’età di 10 anni, dopo un grave incidente stradale, venne colpita da una malattia che l’ha costretta a subire l’amputazione dei quattro arti. Beatrice era già una promessa della scherma italiana e, dopo il dramma personale, ha dimostrato una straordinaria capacità di reazione, continuando a coltivare la sua passione, la pratica sportiva, aderendo alla Federazione Italiana Sport Scherma per portatori di handicap. La sua testimonianza sarà forte per i ragazzi presenti e soprattutto nella Sala consiliare si esibirà con gli atleti del Circolo Scherma Flaiano. Con lei ci sarà anche Elisa Di Francisca, campionessa mondiale di Fioretto e rappresentante dell’Associazione Sportiva Handicap.

Quella di venerdì sarà una bella giornata di sport che servirà ad avvicinare la città al mondo della disabilità. Consideriamo che dopo la tappa di Pescara Beatrice andrà direttamente a Roma dov’è stata chiamata dalla Nazionale Azzurra Paralimpica di Scherma in carrozzina, primo pass per le prossime Olimpiadi e venerdì nella Sala consiliare verranno sistemate delle pedane che il padre di Bea donerà al Circolo Scherma Flaiano che ha un corso di scherma specifico per bambini e ragazzi con disabilità motorie.

ha concluso l’assessore Cerolini che è stato ringraziato da Gelsumini, Presidente Uildm:

la disabilità sta assumendo rilievo nella programmazione del lavoro dell’amministrazione comunale con un risveglio generale della città al problema. La giornata di venerdì vuole soprattutto promuovere l’abbattimento delle barriere culturali prima ancora che quelle fisiche.

Alla fine dell’esibizione delle due atlete saranno assegnati i riconoscimenti di ‘Pescara Città Europea dello Sport 2012’ agli atleti disabili della Delfino Pescara Calcio 1936 guidata dall’allenatore Zdenek Zeman.