Pescara, ‘Mercatino delle Curiosità Artigianali’ o pessimo suk?

PESCARA  – Si sta svolgendo in Piazza I° Maggio a Pescara un mercatino che per l’Amministrazione comunale è il ‘Mercatino  delle Curiosità Artigianali’ ,per i consiglieri PD è un pessimo suk.Come di consueto proponiamo ai nostri20140328_153632 lettori i due comunicati  di modo che possano valutare i contrapposti punti di vista .

Si legge nella nota dei Consiglieri comunali PD,Enzo Del Vecchio e Paola Marcheggiani

Questa è la risposta dell’amministrazione Mascia alla crisi del commercio cittadino: mercatini in tutte le salse ed in tutti i luoghi.
Ancora una volta e con la peggiore organizzazione possibile, Piazza I° Maggio è invasa dall’ennesimo mercatino che offende la Città; una Città che dalla Sua amministrazione attendeva risposte adeguate e degne di nota per rispondere ad una crisi lacerante e che non mostra segni di cedimento.
Lo stesso istituto normativo del mercatino itinerante sorretto dalla concezione della occasionalità e della eccezionalità risulta mortificato e stravolto e la cui ossessionante ripetitività non può che portare ad elementi di disgregazione e di negatività per gli stessi operatori dell’ambulantato.
Il prato di Piazza I° Maggio è ricolmo di tiepide margheritine che provano a scaldare l’animo ricordando che è arrivata la primavera, quella primavera che la Città di Pescara attende da cinque lunghi anni per provare a riprendere un cammino di crescita e di sviluppo di cui l’amministrazione Mascia ne ha perso il senso.
Le scadenti immagini che in questi giorni offrirà Piazza I° Maggio sono l’esatto contrario di quanto farà la prossima amministrazione di 20140328_153606centrosinistra per Pescara riconoscendo e favorendo la migliore forma di collaborazione con le organizzazioni dei Settori produttivi ed economici locali con il comune denominatore di far crescere Pescara.
Una crescita che non potrà declinarsi in presenza di una amministrazione che non sappia riconoscere l’esigenza di doversi confrontare per acquisire conoscenze, competenze e professionalità proprio con quei mondi che per mandato popolare dovrebbe tutelare e salvaguardare.
Questa primavera sarà per Pescara anche l’ultima da dimenticare il cui rito fatale è stato cantato e decantato dall’intera classe politica di centrodestra le cui promesse sono miseramente naufragate sulla scia del grande naufragio del Porto di Pescara.

Mercatino delle Curiosita? artigianali

L’assessore al Commercio Gianni Santilli  ha reso noto che il territorio, come sempre, sta rispondendo in maniera straordinaria, con presenze e numeri importanti, segno dell’appeal di tali iniziative nella città, iniziative che rappresentano anche un’importante occasione di lavoro per gli operatori ambulanti in un momento particolarmente difficile della nostra economia.
“Come abbiamo avuto modo di verificare nel corso dello scorso anno – ha sottolineato ancora  Santilli – fiere e mercati rappresentano un evidente elemento di attrazione per il territorio, sia per l’elemento di vivacità che la presenza delle bancarelle costituiscono lungo strade e piazze, sia per l’opportunità offerta ai potenziali clienti di trovare a buon prezzo prodotti di pregio. L’amministrazione comunale di Pescara nell’ultimi due anni ha cercato di selezionare le iniziative mercatali, proponendo e autorizzando solo attiPescara Mercatino delle Curiosita? artigianalività di prestigio, portando a Pescara, ad esempio, la storica manifestazione ‘L’Antico e le Palme’, Cioccolandia, la Fiera del cioccolato, la Fiera Arti e Mestieri, con la premiazione dei migliori operatori ambulanti del Paese, senza dimenticare la storica ‘Fiera Commerciando nel cuore della città’, che in agosto monopolizza il territorio. Nel 2014 sono già stati confermati tali appuntamenti che sono ormai entrati a far parte della nostra tradizione, con un fitto calendario che però abbiamo deciso di potenziare ulteriormente, sperimentando anche alcune novità come il ‘Mercatino delle Curiosità Artigianali’: da ieri e sino a domani, domenica 30 marzo, 20 stand e bancarelle saranno posizionate sul marciapiede circostante i giardini di piazza Primo Maggio, di fronte alla spiaggia, occupando 90 metri quadrati, dalle 8 alle 22, offrendo i tipici prodotti abruzzesi e non solo, un’iniziativa nata proprio per intrattenere i cittadini che sceglieranno di trascorrere nel capoluogo adriatico il fine settimana di primavera. La manifestazione, alla sua seconda edizione, è stata promossa dalla Fosapi: l’invito rivolto alla città è quello di partecipare e di vivere l’iniziativa che, ma forse questo il Pd non lo sa, significa lavoro per chi ha scelto la professione del commerciante ambulante e, come tutte le altre categorie, sta soffrendo le conseguenze della crisi generale che ha colpito la nostra economia. E il Comune continuerà a sostenere, per quanto possibile, tali attività offrendo opportunità di lavoro, ovvero consentendo lo svolgimento di tali attività mercatali, in un rapporto di assoluta collaborazione e sinergia con le Organizzazioni, nel rispetto delle aree di pregio, nonostante la polemica strumentalmente e maldestramente elettorale del Pd”.