Pescara, lungomare sud: rifiuti di ogni genere abbandonati in spiaggia

PESCARA – L’assessore all’Ambiente del Comune di Pescara Isabella Del Trecco e il Direttore della Attiva Massimo Del Bianco, che ha inviato un report all’assessore stesso circa il ‘caso’ denunciato ieri relativamente alla presunta presenza di rifiuti di ogni genere  su un tratto di spiaggia libera della riviera, hanno detto  che i  rifiuti  trovati  nel tratto di spiaggia  compreso tra gli stabilimenti balneari Lido Aurora e Ippocampo, sulla riviera di Porta Nuova, sono stati abbandonati dopo le 19 di  lunedì scorso.Infatti  sino alle 7 di lunedì  mattina gli operatori della Attiva erano stati impegnati sul posto per concludere la bonifica straordinaria della spiaggia e nel pomeriggio c’era stato un passaggio di controllo che aveva confermato la perfetta pulizia dell’area. Alcune tracce lasciate ben in evidenza sulla sabbia bagnata dimostrano che quel pattume è stato abbandonato dopo la pioggia, dunque nel tardo pomeriggio, e attestano anche la provenienza di quell’immondizia. Ora la Attiva, che è in grado di ricostruire l’origine dei rifiuti, sta valutando la possibilità di ricorrere alle vie legali.

Hanno ribadito l’assessore Del Trecco e il Direttore Del Bianco:

si tratta di un atto delinquenziale a tutti gli effetti che andrà punito : sino a ieri mattina alle 7 su quel tratto di arenile libero da concessioni hanno operato i dipendenti della Attiva che hanno completato la bonifica straordinaria prima dell’apertura della stagione estiva. Sul posto erano rimasti solo alcuni mucchi di sabbia contenenti detriti che oggi stesso la Attiva avrebbe provveduto a setacciare con il puliscispiaggia. Stamane la sorpresa, ossia le foto che ritraevano rifiuti di ogni genere abbandonati tra i mucchi di sabbia, con materiale di plastica, residui di palme potate e sacchi pieni di alghe fresche, dunque raccolte da poco, a testimoniare il presunto degrado in cui l’amministrazione avrebbe abbandonato il lungomare di Porta Nuova.

Ma oltre ai rifiuti la Attiva ha individuato anche delle ‘tracce’ lasciate sulla sabbia dalle carriole a una ruota che evidentemente sono state utilizzate per trasportare quei rifiuti sino alla spiaggia libera, tracce che indicano anche la provenienza delle carriole, da destra e da sinistra: una ha scaricato la plastica, l’altra, presumibilmente, le alghe fresche. I segni delle carriole dimostrano anche che sono stati fatti diversi viaggi per trasportare tale materiale che comunque è stato scaricato dopo la pioggia, dunque intorno alle 19, in caso contrario le tracce sarebbero sparite. A questo punto la Attiva sta vagliando con i propri uffici legali la possibilità di procedere contro i presunti autori di tale discarica, che intanto stamane è stata bonificata per l’ennesima volta in un mese, così come è stata completata anche la bonifica del tratto di spiaggia libera antistante il Centro riabilitativo Paolo VI, dove domani interverrà il puliscispiaggia.

Ha  precisato l’assessore Del Trecco:

ovviamente l’amministrazione manterrà a questo punto alta l’attenzione per verificare che simili episodi non si ripetano, predisponendo anche un servizio di monitoraggio, per individuare eventuali vandali.