Pescara, inaugurato l’asse via Caravaggio-via Ferrari

PESCARA – Ieri è stato inaugurato e contestualmente aperto  al traffico  il primo tratto del nuovo asse via Caravaggio-via Ferrari, che mette a disposizione degli  automobilisti un’alternativa rispetto all’asse via Nazionale Adriatica nord-viale Bovio-corso Vittorio Emanuele e alla riviera nord. Presente la giunta comunale, con gli assessori alla Mobilità Berardino Fiorilli e ai Lavori pubblici Isabella Del Trecco, e poi ancora gli assessori Massimo Filippello, Nicola Ricotta, Marcello Antonelli, Stefano Cardelli, il consigliere regionale Lorenzo Sospiri, il consigliere comunale Livio Marinucci, i presidenti delle Circoscrizioni Castellamare e Colli Innamorati-villa Fabio Mauro Renzetti, il consigliere della Circoscrizione Benedetto Gasbarro e l’impresa che ha effettuato i lavori, la Colanzi Costruzioni Srl di Casoli di Chieti.

La cerimonia si è aperta con l’arrivo del sindaco Albore Mascia e della giunta comunale a bordo delle 500 storiche del Club 500 dei Colli Innamorati, 15 vetture che per prime, partendo dall’incrocio di via Caravaggio con via Donatello, hanno attraversato il nuovo asse viario per il taglio del nastro inaugurale.

Il  sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia nel corso della conferenza stampa-cerimonia di inaugurazione ha sottolineato:

Pescara celebra oggi una nuova giornata storica con l’apertura ufficiale di un asse viario strategico, fondamentale per la mobilità cittadina, ovvero l’asse di collegamento via Caravaggio-via Ferrari, che ci ha consentito di dotare il territorio di una nuova infrastruttura di connessione diretta tra Montesilvano e la parte sud del capoluogo adriatico. Un’opera che ci ha visti impegnati sin dal primo giorno del nostro insediamento per portare a conclusione l’iter di un’iniziativa avviata molti anni addietro, se pensiamo che il primo progetto dell’asse compariva nel Piano Urbano della Mobilità dei primi anni del 2000.

Abbiamo sempre difeso la realizzazione del nuovo asse viario che rappresenta la nostra visione della mobilità territoriale, una mobilità veloce, ma sicura, snella, lineare, razionale e soprattutto una mobilità che possa fare affidamento sulla presenza di infrastrutture . La nostra amministrazione sta portando avanti da due anni le campagne di sensibilizzazione sul traffico, promuovendo domeniche senz’auto, giornate dedicate alla mobilità alternativa e sostenibile. Siamo stati gli amministratori che, con una grande prova di coerenza, hanno avviato i lavori di realizzazione della filovia perché crediamo che solo dotando la città di un sistema di trasporto pubblico veloce di massa a impatto ambientale nullo potremo realmente disincentivare l’uso del mezzo privato.

Il sindaco ha poi ricordato  il programma dell’amministrazione comunale che prevede tra l’altro l’ampliamento delle ‘isole pedonali’ nel centro urbano,   la realizzazione di infrastrutture a fortissimo impatto come la costruzione del Ponte Nuovo a ovest, il completamento della ‘strada-pendolo’, il prolungamento dell’asse attrezzato sul porto.

Ha proseguito Albore Mascia:

La ditta che si è aggiudicata l’appalto è stata la Colanzi Costruzioni Srl di Casoli di Chieti, che ringrazio per l’impegno profuso, per il rispetto della tempistica e per la capacità dimostrata nel superare ostacoli veramente critici, difficili, riuscendo a trovare l’esatta concertazione con altri Enti, come l’Aca, quando si è trattato di spostare una conduttura fondamentale dell’acqua potabile che riforniva buona parte della zona nord di Pescara, lavori, che ricordo, sono stati portati avanti addirittura durante la nevicata che un anno fa ha investito Pescara. Il 17 aprile 2009 è avvenuta l’aggiudicazione definitiva dell’appalto, per un importo pari a 1 milione 639mila euro, di cui 139.545 erogati dal Comune di Pescara. E le opere sono partite l’11 gennaio 2010. Ovviamente non ci siamo preoccupati solo di costruire una nuova strada che, ricordiamolo, ha richiesto addirittura la demolizione del vecchio muro ferroviario, creando un diaframma sulla città, e anche in questo caso è stata fondamentale la collaborazione garantita dalle Ferrovie dello Stato nelle persone dell’Ingegner Luciano Frittelli, Direttore Compartimentale di Ancona, l’ingegner Morellina di Pescara, oggi assente perché impegnato nella laurea della figlia, e l’ingegner Mario Esposito sempre di Pescara. Nel corso della realizzazione dei lavori ci siamo preoccupati di garantire una sistemazione definitiva dell’area , con la messa in sicurezza dell’intersezione di via Ferrari con via Da Vinci e via Caravaggio, attraverso la realizzazione di due nuove rotatorie aperte al traffico già da un mese e che hanno avuto l’effetto di snellire al massimo la viabilità nella zona. Poi abbiamo effettuato opere di consolidamento e di realizzazione della nuova rete fognaria per le acque bianche, lo spostamento delle condotte idriche e degli altri sottoservizi, la realizzazione della pubblica illuminazione e la demolizione e ricostruzione di un fabbricato a servizio delle ferrovie. Oggi abbiamo inaugurato il primo tratto dell’opera già completato, compreso tra via Donatello e via Da Vinci, una strada a due corsie di marcia, con i marciapiedi laterali. Resta per ora chiuso il secondo tratto più a monte, ossia il collegamento diretto tra via dell’Emigrante e via Caravaggio dove abbiamo già realizzato un asse viario a senso unico di marcia, con un marciapiede sul lato monte, con il rifacimento dei sottoservizi, la demolizione delle opere di contenimento a ridosso delle ferrovie e delle mura in cemento armato. Le opere sono concluse, ma abbiamo deciso di non aprire la strada, come abbiamo già comunicato ai residenti, perché prima dovremo realizzare una rotatoria che agevoli il collegamento con via Mantini garantendo le massime misure di sicurezza. Infine un ringraziamento speciale lo rivolgo alla Regione Abruzzo, all’assessore ai Trasporti Giandonato Morra e ai nostri consiglieri regionali, Lorenzo Sospiri in primis, che ci hanno pienamente sostenuto nella realizzazione dell’opera garantendoci un finanziamento Cipe fondamentale, finanziamento confermato per Pescara già nel 2009 nonostante l’emergenza terremoto, a sottolineare il legame del capoluogo adriatico con la Regione Abruzzo e l’obiettivo di dotare la nostra città di infrastrutture sempre più moderne e all’avanguardia: la filovia sarà un’opera assolutamente complementare rispetto al nuovo asse inaugurato quest’oggi e nel frattempo i cittadini dovranno imparare a utilizzare le nostre strade con raziocinio abituandosi alla progressiva e inevitabile pedonalizzazione del centro cittadino esaltandone la vocazione commerciale. Cominceremo quest’opera di sensibilizzazione con i nostri dipendenti comunali per i quali da gennaio partirà il progetto di Car Pooling per incentivare la condivisione del mezzo privato per raggiungere il posto di lavoro.

Subito dopo la cerimonia la strada è stata aperta al traffico, provvedimento che ha determinato anche l’adozione di alcune modifiche alla viabilità circostante, ossia l’istituzione del doppio senso di marcia di via Caravaggio nel tratto compreso tra via Donatello e via Leonardo Da Vinci; il segnale di stop prima dell’incrocio con via Donatello per i veicoli provenienti da via Da Vinci; il senso unico di marcia in via Donatello, in direzione monti-mare, nel tratto compreso tra l’incrocio con via Caravaggio e l’incrocio con via Raffaello; l’attraversamento pedonale in via Caravaggio, all’incrocio con via Donatello, sul lato verso via Da Vinci.