Pescara, Fiorilli su allarme aria del Wwf

PESCARA – L’Assessore alla Mobilità Berardino Fiorilli, intervenendo sulla nota odierna del WwF sulla qualità dell’aria ,ha detto:

comprendiamo e soprattutto condividiamo le preoccupazioni e i timori espressi quest’oggi dal Wwf in merito alla qualità dell’aria della città di Pescara e della sua provincia. Sono gli stessi timori che l’Amministrazione Comunale esprime da due anni e che hanno determinato scelte chiare nel campo della mobilità con azioni tese a chiudere progressivamente al traffico il centro cittadino, a promuovere giornate ecologiche che riprenderemo a breve, ad avviare il progetto per la messa in rete delle piste ciclabili esistenti e ad aprire grandi direttrici all’esterno della cinta urbana al fine di rendere snella e veloce la mobilità. La verità è che Pescara paga oggi lo scotto di anni di mancati investimenti, della mancata pedonalizzazione del centro, paga lo scotto di chi in passato non ha avuto il coraggio di fare scelte coraggiose e ha piuttosto ‘tirato a campare’ con inutili palliativi.

 La situazione è difficile, lo sappiamo e teniamo costantemente sotto controllo i dati dell’Arta. Il monitoraggio quotidiano dei livelli delle polveri, che rappresentano la spina nel fianco della nostra città, ci ha dimostrato che i valori hanno ripreso a rialzarsi con l’arrivo del freddo e la riaccensione degli impianti di riscaldamento che contribuiscono all’aumento del Pm10, ma è comunque vero che occorrono interventi di sostanza innanzitutto sul traffico. Tale consapevolezza ha determinato buona parte delle scelte sulla mobilità che stiamo attuando, come la pedonalizzazione dell’asse via Firenze-via Cesare Battisti, la Zona a traffico limitato in via Mazzini, con l’obiettivo di procedere con la progressiva pedonalizzazione di tutto il centro urbano. E poi la realizzazione delle piste ciclabili, partendo con il prolungamento di quelle esistenti sulla riviera nord e sul litorale sud. E ancora la filovia, ossia l’aver voluto con forza la costruzione del sistema di trasporto pubblico di massa veloce realmente alternativo all’auto privata, che ci aiuterà a ridurre in modo drastico l’enorme volume di auto che ogni mattina entra da nord nella nostra città. Scelte politiche importanti, coraggiose, portate avanti nonostante alcune opposizioni politiche e che vanno ben oltre la proposizione delle giornate ecologiche che comunque porteremo ugualmente avanti perché hanno il ruolo di sensibilizzare il territorio sui temi del rispetto dell’ambiente e della qualità della vita. Condividiamo dunque le necessità espresse dal Wwf, necessità che saranno ulteriormente un pungolo per la nostra azione amministrativa.