Pescara: consegna del cantiere per la pubblica illuminazione di Corso Vittorio Emanuele

Ripristino delle condizioni di sicurezza nella zona centrale della città.

Il sindaco Luigi Arbore Mascia, alla presenza di altri rappresentanti dell’amministrazione comunale e di tecnici, ha tenuto oggi una conferenza stampa in occasione della consegna ufficiale del cantiere per la pubblica illuminazione di Corso Vittorio Emanuele alla ditta Travaglini Domenico, che si è aggiudicata l’appalto. I lavori dureranno 30 giorni, per un costo di 53 mila euro, e dovrebbero servire a migliorare le condizioni di sicurezza nella zona centrale grazie ai 42 punti luce, che verranno installati. Il sindaco ha poi cercato di chiarire come ha lavorato la sua “squadra” nel primo periodo di governo della città e come intenderà procedere per il futuro.

Nei primi sei mesi di lavoro si è cercato di fronteggiare le emergenze e di riavviare la macchina amministrativa, ma anche di redigere nuovi progetti, che hanno l’obiettivo di dotare Pescara di servizi, strutture e infrastrutture, oltre che fissare i costi e reperire i necessari fondi. Sono diversi i cantieri già consegnati in questo mese di Gennaio: da quello per la realizzazione dell’asse viario via Caravaggio- via dell’Emigrante-via Ferrari, a quello per il rifacimento ed il potenziamento della pubblica illuminazione in via Gobetti e via Lazio, a quello per realizzare una armeria del tutto blindata all’interno del comando di Polizia Municipale. E’ stato inaugurato in questo periodo il nuovo campo in erba sintetica “ADRIANO FLACCO” , portato a termine in un mese e mezzo.

Ha annunciato inoltre il sindaco:

Oggi siamo nel cuore centrale della città per la consegna di un quarto cantiere, relativo alla realizzazione dei nuovi impianti della pubblica illuminazione in corso Vittorio Emanuele, nel tratto compreso tra corso Umberto e piazza Martiri Pennesi-via Leopoldo Muzii. Le opere si svolgeranno sul marciapiede lato mare, mentre gli interventi sul lato monte faranno parte dei lavori di riqualificazione delle aree di risulta dell’ex stazione. In sostanza verranno smantellati i 21 attuali impianti esistenti, costituiti da un unico lampione, che saranno sostituiti con 21 impianti costituiti da due lampade, una stradale, la seconda pedonale per illuminare il marciapiede, in altre parole raddoppieremo i punti luce sul territorio, che diventeranno 42.

In questo modo andremo a soddisfare una delle richieste di questa zona della città, la sicurezza. L’intervento che oggi abbiamo consegnato non richiederà scavi o danneggiamenti dei marciapiedi già riqualificati, perché la rete elettrica è già stata sistemata. L’importo a base d’asta per l’esecuzione dei lavori era pari a 68mila 994 euro, somma reperita tramite la contrazione di un mutuo concesso dalla Cassa Depositi e Prestiti, l’impresa Travaglini li realizzerà per 53mila 11 euro, grazie al ribasso d’asta garantito. Il cantiere dovrà essere riconsegnato entro 30 giorni, dunque un mese e l’amministrazione sarà rigorosamente vigile sul rispetto dei tempi.

Il nuovo Governo cittadino dedicherà grande attenzione alla parte centrale della città, partendo dalle aree di risulta che, appena due giorni fa, sono state, commesse, commercianti, impiegate, abbiamo esteso alle 21 l’orario di lavoro dei parcheggiatori sulle aree di risulta, una presenza che rappresenta un protagoniste di un episodio di cronaca, avvenuto in pieno giorno, ma comunque grave. Proprio per garantire la tutela di tanti cittadini, soprattutto donnedeterrente contro abusivi e tossicodipendenti. A brevissimo andremo ad appaltare anche i lavori di riqualificazione della parte nord della superficie, con l’abbattimento dell’ex deposito della locomotiva, oggi ricettacolo di rifiuti e degrado e nelle prossime ore avremo un incontro con le Forze dell’Ordine per discutere del potenziamento della rete di videosorveglianza della città; quindi dirotteremo sforzi ed energie sulla pulizia dell’intera zona, anche grazie alla riorganizzazione della Attiva. Per fine mese verrà infatti convocata l’Assemblea dei soci per la nomina del nuovo manager con il quale avremo un’interlocuzione diretta che ci permetterà di migliorare la cura igienico-sanitaria del territorio, con la collaborazione dei pescaresi. Non solo: entro fine mese verrà anche costituita la nuova società Pescara Parcheggi Srl che assumerà la gestione di tutti i posti auto a pagamento, compreso quello dell’area di risulta, con un amministratore unico che ci consentirà di ottimizzare le forme di controllo del territorio.