Pescara, cerimonia per assegnazione marchio ‘Attività storica’

 PESCARA – Oggi,22 dicembre , dalle 16 in poi, alla presenza anche delle sei associazioni di categoria che hanno collaborato con l’amministrazione comunale al progetto, ossia Confcommercio, Confesercenti, Cna, Casartigiani, Confartigianato e Upa-Clai, oltre alla Camera di Commercio, verrà assegnato a 60  attività commerciali o imprenditoriali esistenti a Pescara il marchio di ‘Attività storica’, nel corso di una cerimonia solenne che si svolgerà nella Sala consiliare del Comune, con il sindaco Luigi Albore Mascia. Tali  imprese  che hanno contribuito a scrivere la storia commerciale di Pescara e che vantano almeno 35 anni di lavoro, nel proprio locale hanno conservato tracce o elementi significativi del passato e  possono testimoniare la continuità familiare nella gestione dell’attività stessa.

L’assessore al Commercio del Comune di Pescara Stefano Cardelli ,ricordando l’appuntamento di  oggi, ha spiegato :

l’amministrazione comunale  ha deciso di attribuire un riconoscimento tramite avviso pubblico in cui abbiamo chiesto agli esercenti di produrre nei nostri uffici comunali la documentazione attestante l’anno di nascita della propria attività, documenti che poi verranno inseriti in una sorta di archivio storico. A giudicare le domande è stata una Commissione composta dai rappresentanti delle sei associazioni di categoria oltre che della Camera di Commercio e dal dirigente dell’Ufficio Commercio. Il nostro governo cittadino ha deciso di promuovere tale iniziativa perché siamo consapevoli della rilevanza del ruolo del commercio per sostenere la nostra economia e superare il periodo di crisi che stiamo vivendo. Il nostro commercio storico si è invece battuto con sacrifici enormi e ha saputo mantenere alto il livello della città e oggi l’amministrazione comunale ha voluto attribuire un riconoscimento a quelle attività che operano sul territorio da almeno 35 anni, che è uno dei requisiti fondamentali, e domani svolgeremo una cerimonia ufficiale in sala consiliare per l’attribuzione della targa. Trentacinque anni di attività ci è sembrata una scelta opportuna considerando che comunque Pescara è una città giovane.

I requisiti per accedere al bando sono stati l’esercizio dell’attività all’interno del Comune di Pescara per un periodo non inferiore ai 35 anni, anche se con gestioni o proprietà differenti, a condizione di aver mantenuto lo stesso genere merceologico nel lasso di tempo considerato; i locali in cui viene esercitata l’attività devono avere l’accesso su area pubblica o su un’area privata gravata da servitù di pubblico passaggio; l’eventuale presenza nei locali, negli arredi sia interni che esterni, di elementi di particolare interesse storico o architettonico o di particolare rilevanza per la tradizione e la cultura del luogo; i termini di durata dell’attività si sono consideranti decorrenti dalla data di rilascio della prima licenza o autorizzazione o di presentazione della Dia di primo insediamento; infine nel caso di farmacie o tabaccherie, ossia di attività miste, attualmente in possesso di idoneo titolo commerciale, il termine di persistenza dell’attività sul territorio è riferito all’attività prevalente.

Ha proseguito Cardelli:

tra i requisiti aggiuntivi che consentivano una maggioranza di punteggio nell’assegnazione del riconoscimento ci sono la continuità familiare nella gestione dell’attività e gli anni di anzianità aggiuntiva rispetto ai 35 anni stabiliti per l’accesso al bando. Ovviamente costituiremo un Albo comunale delle attività storiche e la Commissione ha avuto sostanzialmente tre compiti: l’assegnazione del riconoscimento; studiare tutti gli atti e le misure che possono essere assunte in favore di tali attività, ad esempio a Parma sono state adottate agevolazioni fiscali sull’Ici, sulla Cosap, a Pescara saranno ora gli uffici a dover studiare la possibilità di istituire delle agevolazioni; infine la Commissione dovrà realizzare un circuito turistico tra le ‘attività storiche’ che potranno avvalersi del marchio doc per le proprie comunicazioni istituzionali. Un marchio che sarà sinonimo di esperienza, serietà e qualità. Lo scorso primo agosto si sono ufficialmente aperti i termini per la presentazione delle domande di riconoscimento: le richieste dovevano essere predisposte su modulistica già disponibile presso la sede dell’assessorato o al sito del Comune, www.comune.pescara.it e dovevano contenere la denominazione e la specifica dell’attività svolta, una relazione illustrativa circa le caratteristiche dell’esercizio, la sua evoluzione nel tempo, nonché le eventuali peculiarità architettoniche, di arredo e di servizio; copia della prima licenza o autorizzazione dell’attività ed eventuale documentazione fotografica. Le domande dovevano pervenire in Comune entro lo scorso 22 settembre e domani assegneremo le targhe alle prime 60 attività del nostro territorio di cui solo domani sveleremo il nome. Dalla prossima settimana riapriremo i termini del bando per le nuove domande che verranno premiate a fine 2012.