Pescara, avviati ieri i lavori di riqualificazione marciapiedi corso Vittorio Emanuele

PESCARA – Sono partiti  ieri mattina i lavori di riqualificazione e rifacimento dei marciapiedi lato monte di corso Vittorio Emanuele, lungo l’asse che costeggia il vecchio muro di recinzione della storica ferrovia, a ridosso di quello che oggi è un parco. L’impresa Facciolini, che si è aggiudicata l’appalto per 300mila euro circa, ha transennato l’intera area di cantiere avviando la demolizione dell’asse pedonale nel punto di ingresso degli autobus sulle aree di risulta. Subito dopo si passerà al rifacimento della pavimentazione sulle aree di risulta, lungo il tracciato dei pullman, dall’ingresso da via Teramo sino a giungere dinanzi alla storica locomotiva. Lo  stesso appalto interesserà  anche  via Silvio Pellico, via Paolo De Cecco e piazza Marino Di Resta.

L’assessore alla Mobilità Berardino Fiorilli , ieri, ufficializzando l’apertura odierna del cantiere, ha ricordato:

parliamo di piccoli grandi cantieri strategici che interessano il territorio e puntano a sanare carenze ormai storiche, come marciapiedi inesistenti, sepolti negli anni sotto strati di asfalto, o zone di forte dissesto, talvolta causato dal passaggio di mezzi pesanti, altrove dalle radici di piante, comunque punti della città oggi pericolosi, soprattutto per i pedoni, e dove da anni si attendono opere pubbliche . Stamane l’impresa che si è aggiudicata l’appalto, la Facciolini Srl, ha transennato l’intero marciapiede lato monte dell’estremità nord di corso Vittorio Emanuele, l’asse pedonale che costeggia il vecchio muro della ferrovia, dove c’è il cippo installato a ricordo dei bombardamenti. Sistemate le transenne è intervenuta la squadra che ha avviato la demolizione dei marciapiedi, all’incrocio con la rotonda di via Michelangelo, senza creare interferenze con la viabilità; il marciapiede verrà ricostruito in betonella, come sul lato mare della strada. L’intervento prevede anche il rifacimento della pavimentazione in asfalto, ma ora verificheremo con l’impresa i tempi di realizzazione che, se dovessero ricadere troppo a ridosso del periodo natalizio, verranno automaticamente slittati a gennaio. Ma i lavori non si fermeranno: l’appalto prevede infatti anche il rifacimento dell’asfalto su un ampio tratto delle aree di risulta, ovvero lungo l’asse di transito degli autobus, dall’ingresso di via Teramo, passando dinanzi al mercatino degli extracomunitari per rientrare e giungere sin davanti alla storica locomotiva, un asse che, proprio a causa del passaggio quotidiano di centinaia di autobus, oggi risulta fortemente dissestato con buche e fossi che rendono pericoloso anche il transito dei mezzi. Poi  passeremo al rifacimento dell’asfalto in via Silvio Pellico, e quindi l’impresa si sposterà a sud, su un tratto di via De Cecco, dov’è previsto il rifacimento di strada e marciapiede, e in una traversa di piazza Marino Di Resta, per il rifacimento anche della rete del collettore acque bianche.