Pescara, al via ‘Se grande vuoi diventare a giocare devi imparare’

PESCARA –  L’assessore allo Sport del Comune di Pescara Nicola Ricotta, nel corso di una conferenza stampa,  ha presentato la seconda edizione della rassegna scolastico-sportiva ‘Se grande vuoi diventare a giocare devi imparare’, alla presenza, tra gli altri, del Presidente provinciale del Coni Enzo Imbastaro, dei responsabili della Federazione Italiana Pallacanestro Di Girolamo, Baldassarre e Del Rosso, dei giornalisti Paolo Sinibaldi e Marianna Di Renzo, di Margherita Sassi, responsabile del progetto, e poi degli insegnanti di educazione fisica, degli istruttori federali e degli arbitri destinati alla formazione dei giovani atleti.

Otre 350 bambini delle prime classi di quattro scuole medie di Pescara, la Virgilio, la Carducci, la Montale e la Michetti, prenderanno parte a  tale  manifestazione con il secondo Campionato di pallacanestro che vedrà protagonisti gli stessi Istituti scolastici.

  A partire dallo scorso ottobre sono iniziati gli allenamenti, portati avanti da istruttori federali, e i corsi di giornalismo; da giovedì prossimo primo marzo cominceranno le partite, con cinque incontri di andata e cinque di ritorno, che si concluderanno  il prossimo 11 maggio con la premiazione finale. Obiettivo della manifestazione, promossa in modo congiunto da amministrazione comunale e Coni, è quello di promuovere lo sport come momento di crescita, per insegnare ai nostri ragazzi l’importanza del fare sacrifici, sforzi, e del rispettare le regole, la disciplina, per difendere oggi la propria squadra, la propria scuola, domani il paese e i suoi valori.

Ha detto Ricotta:

dopo il successo della sperimentazione dello scorso anno siamo pronti a ripartire per fare meglio, portando con noi esperienza e organizzazione. Il progetto ancora una volta si articolerà nelle sue tre fasi, ovvero la predisposizione delle squadre che da giovedì prossimo scenderanno in campo, e poi la preparazione degli arbitri e infine anche di quegli studenti che si cimenteranno nelle vesti di giornalista per curare la comunicazione, per redigere la cronaca di quanto accade sui campi, una cronaca destinata però non solo alle scuole, ma anche alla città. ‘Se grande vuoi diventare a giocare devi imparare’ nasce soprattutto come momento di crescita per insegnare ai ragazzi a fare squadra, a lavorare insieme per raggiungere un obiettivo, che può essere la difesa dei colori della propria scuola, della propria classe.

Ha detto il Presidente Imbastaro:

se il progetto è arrivato al suo secondo anno è segno che la sperimentazione è stata positiva  soprattutto perché è riuscito a coinvolgere gli studenti, i nostri ragazzi, caratteristica fondamentale in un periodo storico che si presenta con tante problematiche sociali, in cui i nostri bambini preferiscono il computer all’attività sportiva. E fare sport significa necessariamente acquisire disciplina e imparare a rispettare le regole.

I rappresentati della Federazione Italiana Pallacanestro hanno espresso soddisfazione per la scelta del Comune ricaduta proprio su tale sport per la manifestazione, i cui dettagli sono stato forniti da Margherita Sassi:

già dallo scorso ottobre sono ripresi gli allenamenti dei ragazzi e le lezioni di arbitraggio e giornalismo; da giovedì prossimo inizieranno le partite. Cinque le squadre protagoniste appartenenti a quattro scuole medie, ossia la Virgilio, con due squadre, la Carducci, la Montale e la Michetti, con il coinvolgimento di 14 classi prime, per oltre 350 studenti. Gli incontri, dieci in tutto, si svolgeranno ogni giovedì, alle 17, e il venerdì, alle 16.30, presso la palestre della Virgilio e della Montale, sino al prossimo 11 maggio.