Penne,il Pdl: “svilito il ruolo istituzionale del Consiglio comunale”

PENNE (PE) – Il Pdl di Penne torna ad affrontare il tema della cultura  dopo aver fatto un monitoraggio degli eventi culturali svolti sinora in città.Si legge nella nota del Coordinamento cittadino :

notiamo con molta meraviglia, come, a Penne, il palcoscenico culturale cittadino, sia diventato un comodo strumento autoreferenziale per il Sindaco Rocco D’Alfonso e per l’Assessore comunale al ramo. I quali, come si può notare evidentemente dagli eventi organizzati sinora, sono sempre in prima fila, sia come relatori, sia come esperti e cultori della materia.Lo consideriamo un eccesso di protagonismo da parte dell’esecutivo, che svilisce persino il ruolo istituzionale del Consiglio comunale il cui presidente, oggi, pur essendo di maggioranza, è relegato alla semplice funzione “speaker” dell’Assemblea cittadina.

Capiamo che entrambi, sindaco e assessore, siano studiosi, docenti e neofiti della politica, ma amministrare una città significa anche valorizzare e coinvolgere i poli e le eccellenze culturali della comunità per consentire di ampliare il dibattito e favorire la crescita del tessuto culturale cittadino. Se una manifestazione o una conferenza diventano, invece, un contenitore per celebrare la figura del politico di turno, crediamo, che la città sia purtroppo condannata a tornare indietro di 75 anni. Tuttavia, non abbiamo compreso il motivo per il quale, il Comune – conclude la nota del Pdl – abbia scelto di celebrare solo la “Giornata della Memoria”, dimenticandosi persino di inviare un messaggio in memoria delle vittime delle Foibe.La prossima apparizione è in programma giovedì 23 febbraio, alle ore 17.30. L’Amministrazione comunale ha organizzato, nella sala consiliare del Comune, una Conferenza per la presentazione del volume dello storico Candido Greco intitolato: “VINCENZO NOTO SCUDIERO IMPERIALE”. Anche in questo caso, come è noto ai cittadini, ci sono sempre loro due in prima fila, come relatori, d’altronde, come nei precedenti incontri: sindaco e assessore.