San Giovanni Teatino,Scuola Civica Musicale:riprendono oggi le attività

SAN GIOVANNI TEATINO – Open Day silenzioso martedì scorso alla Scuola Civica Musicale, in segno di rispetto per Don Bonifacio: “era doveroso per noi partecipare al lutto per la scomparsa di un uomo così importante per la comunità” sottolinea il direttore artistico Giuliano Mazzoccante “ma abbiamo preferito far entrare in ogni caso nella Scuola Civica ragazzi e famiglie, per uno spirito di accoglienza che Don Bonifacio avrebbe apprezzato”. Sessanta bambini di Sambuceto con le loro famiglie hanno partecipato all’iniziativa: i docenti non hanno suonato come previsto, ma i bambini hanno per la prima volta provato la sensazione di prendere in mano uno strumento. Oggi,31 ottobre 2014, la Scuola Civica Musicale ricomincia le sue attività: pochi giorni fa l’amministrazione ha nominato il nuovo presidente Stefano Francano, mentre le lezioni saranno guidate come sempre dal direttore Mazzoccante.

“La scuola civica” assicura il neo presidente “è animata dalla passione, condivisa da tutti quelli che fanno parte della squadra. Ne vogliamo rilanciare l’azione didattica, sia per quanto riguarda i numeri sia per i riconoscimenti”. La Scuola ha sede accanto a Piazza San Rocco, al centro di Sambuceto. Il 26 settembre scorso l’amministrazione ha approvato un nuovo Regolamento per la Scuola Civica Musicale: l’ambizione è di farla diventare il cuore culturale di San Giovanni Teatino, uno spazio aperto alla cittadinanza, soprattutto adolescenti e giovani, dove dare spazio alla creatività in tutte le sue forme, favorendo momenti di socializzazione, ascolto, esercizio. Nel nuovo regolamento anche progetti sociali di inclusione in collaborazione con i Servizi Sociali del Comune e l’introduzione di altre discipline artistiche, nonché sperimentazioni che vedano l’integrazione di musica, teatro e danza. Saranno dunque potenziati i compiti educativi della Scuola Civica Musicale: il regolamento introduce anche la possibilità di convenzioni con le scuole o le associazioni del territorio. Tra gli obiettivi della riorganizzazione anche la riduzione dei costi (il contributo del Comune è passato da 110 mila euro l’anno a 60 mila) e l’aumento dell’autonomia gestionale, con l’introduzione di un coordinatore – nominato dal collegio docenti – che andrà ad affiancare il direttore artistico.

La meravigliosa struttura che ospita la Scuola Civica”, spiega il direttore artistico Mazzoccante, “con il suo bellissimo auditorium rappresenta un “cantiere aperto”, nel senso che accoglie le arti, anche quelle figurative: uno dei progetti è proprio quello di allestire delle mostre permanenti di giovani artisti emergenti, molti dei quali provenienti dal territorio abruzzese e da San Giovanni Teatino. Particolare importanza” conclude “sarà data alla formazione di un coro di voci bianche, alla formazione di un’orchestra giovanile costituita dagli allievi della scuola civica, ed ai corsi musicali per adulti e pensionati”.