Oggi per la ‘Settimana dannunziana’ :‘Il Parrozzo dei Record’ e annullo filatelico

PESCARA – Oggi,16 marzo 2013,il ‘Parrozzo dei record’ sarà il protagonista assoluto della penultima giornata di eventi della ‘Settimana dannunziana’, un dolce importante per celebrare degnamente i 150 anni della nascita di d’Annunzio con un evento che si svolgerà in piazza Salotto e al quale è invitata tutta la città. A confezionare il cadeau ci penseranno i maestri della Confederazione dei Pasticceri italiani, che inizieranno a lavorare alle 10 per poi eseguire, intorno alle 12, la prima colata di cioccolato e chiudere il lavoro intorno alle 18, regalando a Pescara l’onore di entrare nel Guinness dei primati. Ma la giornata sarà arricchita anche da altri eventi, a partire dall’annullo filatelico speciale attraverso l’Ufficio Mobile di Poste Italiane che di nuovo, dalle 9 alle 21, stazionerà in piazza Salotto per consentire ai pescaresi di procurarsi il francobollo speciale realizzato per la ricorrenza del Vate e, ancora, momenti di spettacolo e di teatro che vedranno avvicendarsi sulla scena alcuni dei massimi esperti di d’Annunzio.

Lo ha reso noto  il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia che, con l’assessore al Turismo Maria Grazia Palusci, ha ufficializzato gli eventi odierni.
“La ‘Settimana dannunziana’ – ha sottolineato il sindaco Albore Mascia – rientra ovviamente nella scelta ‘politica’ compiuta dalla mia amministrazione tesa alla valorizzazione della figura del Vate, di quell’uomo, quel poeta, quel letterato-soldato che sempre definisco come uno dei ‘figli più illustri’ di Pescara. Nel 2009 legare il nome di Pescara in maniera imprescindibile a d’Annunzio è stata una scommessa nata da un forte convincimento personale, ossia cercare l’unicità del nostro capoluogo adriatico, una unicità che le deriva proprio dall’aver dato i natali a uno dei personaggi che il mondo più ci invidia, uno dei massimi rappresentanti della cultura internazionale che ha scritto alcune delle pagine più belle e straordinarie della nostra letteratura. Io ho lanciato una sfida, ho voluto legare il nome della nostra stessa Pescara a quello di d’Annunzio, avviando una vera e propria operazione di marketing territoriale, turistico, economico e culturale, un’operazione che oggi ha dimostrato di funzionare. A partire da domenica scorsa abbiamo vissuto una carrellata di avvenimenti, iniziative, appuntamenti, momenti di spettacolo, cerimonie solenni, tutte incentrate sulla figura di d’Annunzio del quale abbiamo voluto celebrare e ricordare, nella maniera più adeguata, l’anniversario della nascita. Abbiamo reso omaggio ai genitori, svelando a molti pescaresi che la tomba della madre è tumulata addirittura nella Cattedrale cittadina; abbiamo inaugurato mostre uniche rendendo noti documenti e manoscritti ancora inediti; e poi il convegno internazionale che ha portato nel capoluogo adriatico i massimi studiosi di d’Annunzio che si sono dati appuntamento a Pescara, per dibattere su una delle figure più discusse del panorama letterario mondiale. Domani vivremo un nuovo momento di spettacolo, probabilmente più popolare in termini di coinvolgimento del territorio, che calamiterà l’attenzione della città in piazza Salotto, ossia l’impresa dei record, con la realizzazione del ‘parrozzo più grande del mondo’”.

“Le operazioni di lavorazione – ha spiegato l’assessore Palusci – cominceranno intorno alle 10, a opera dei maestri della Confederazione dei Pasticceri italiani; a mezzogiorno ci sarà la prima colata di cioccolato sul dolce preferito da d’Annunzio che avrà un diametro base di 3 metri, una circonferenza di 9,5 metri e l’altezza di 1,5 metri e verrà iscritto al Guinness dei primati. Per le 18 abbiamo fissato il taglio del dolce con la distribuzione a tutti i cittadini presenti, con l’aiuto degli studenti dell’Istituto Alberghiero ‘Filippo De Cecco’. Ma il pomeriggio sarà arricchito anche da alcune performance, ovvero, dopo i saluti del sindaco, si esibirà il Coro Polifonico della Polizia municipale diretto dal Maestro Gianluca Emerico; quindi avremo l’omaggio a Gabriele d’Annunzio da parte di Franca Minucci e Milo Vallone. Infine le romanze di Francesco Paolo Tosti saranno eseguite dalla soprano Ida Piserchia e dal baritono Niccolò Pelusi, accompagnati al pianoforte dalla professoressa Stefania Di Giuseppe, ma soprattutto avremo l’esibizione del Maestro Nunzio Fazzini”.

Ida Piserchia è una giovanissima soprano, 19 anni appena, che ha iniziato lo studio del canto lirico a 14 anni e ha iniziato ad affrontare il repertorio della romanza da salotto partecipando all’ultima edizione del Concorso internazionale dedicato a Tosti nel novembre 2012. Niccolò Pelusi si è avvicinato al mondo della musica nel 2004 come cantante della rock band Mandal con cui ha aperto il concerto del Primo Maggio a Pescara a Piero Pelù e ai Sud Sound System a Silvi; nel 2007 ha cominciato a studiare canto lirico e nel 2011 ha debuttato nel mondo del musical con la compagnia Feel Good Show nel ruolo di Frollo in Notre dame de Paris.