Montesilvano, al via il progetto “Io Passo sicuro”

comune di MontesilvanoParlione: “Verranno organizzati degli incontri di educazione stradale e sensibilizzazione, rivolti ai bambini”

MONTESILVANO (PE) – “Io Passo sicuro” è l’iniziativa promossa dalla Protezione Civile e dal Comune di Montesilvano, volta a tutelare la sicurezza degli alunni in ingresso e in uscita delle scuole. Il progetto è stato approvato dalla Giunta e verrà regolato da una convenzione tra l’Amministrazione e l’associazione guidata da Andrea Gallerati che avrà durata fino a giugno 2016. Con il protocollo si stabilisce che i volontari della Protezione Civile, dopo un’apposita formazione da parte della Polizia Locale, garantiranno la presenza quotidiana davanti a 10 scuole della città al fine di tutelare e rendere sicuro l’attraversamento pedonale e l’accesso ai plessi nel periodo scolastico.

Queste le parole dell’assessore alla Pubblica Istruzione, Maria Rosaria Parlione:

«Tale progetto affermasi affianca all’attività condotta dall’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo presente presso altre 2 postazioni scolastiche. L’importanza del progetto promosso dalla Protezione Civile risiede anche in un altro fattore. Nell’ambito dell’iniziativa verranno, infatti, organizzati degli incontri di educazione stradale e sensibilizzazione, rivolti ai bambini, per renderli maggiormente consapevoli e responsabili. Crediamo molto nella collaborazione con le associazioni del territorio. Progetti come questi consentono di incrementare e coadiuvare il nostro personale, nel caso della Polizia Locale fortemente sotto organico, nello svolgimento di servizi necessari alla comunità. La collaborazione con la Protezione Civile è ormai ben salda, e questa ulteriore intesa, che si affianca al protocollo, sottoscritto lo scorso 6 agosto, con il quale vengono disciplinati i rapporti tra l’Ente e l’Associazione per le attività di prevenzione, previsione, soccorso e gestione delle emergenze, rinforza ulteriormente questo stretto legame, nella direzione della salvaguardia e della tutela della sicurezza dei nostri cittadini».