“Lo dico al TG”: domani la presentazione del libro a Pescara

Manifesto light BracciliPresso pizzeria “La Scuderia” di Villa Sabucchi il nuovo volume di Umberto Braccili

PESCARA – Domani, venerdì 21 marzo alle ore 17.30 presso la pizzeria “La Scuderia” di Villa Sabucchi, in Viale Bovio a Pescara ci sarà la presentazione del libro di Umberto Braccili dal titolo “Lo dico al Tg”. L’evento è organizzato in collaborazione con Pescarabici, l’associazione federata FIAB (Federazione Italiana Amici Bicicletta), che si occupa di mobilità ciclistica e di temi legati al miglioramento dell’ambiente.

Sarà Laura Di Russo, di Pescarabici, ad introdurre l’incontro che vedrà anche la partecipazione del giornalista Rai Franco Farias, dell’autore Umberto Braccili e del Presidente della LAAD Abruzzo Gianni Cordova. Parte del ricavato della serata sarà devoluta alla LAAD Abruzzo.

COME NASCE? – Il libro “Lo dico al Tg” nasce dall’omonima trasmissione che da sei anni è inserita nel TgR della Rai Abruzzo, (la rubrica va in onda alle 7.30 e alle 14 di ogni martedì) per denunciare alcune eclatanti situazioni di spreco di danaro pubblico e di disagio per i cittadini abruzzesi, derivanti quasi sempre da inadempienze o quanto meno da sacche di inefficienza pubblica, di scelte politiche sbagliate, di scarsa attenzione verso le categorie più deboli e vulnerabili di cittadini, da cui derivano lo sperpero di danaro pubblico, gli errori, il disagio e la sofferenze delle persone. Umberto Braccili in “Lo dico al Tg” ha raccolto le segnalazioni, gli sfoghi dei cittadini, dando voce alla gente comune. Nelle 200 pagine del libro vengono raccontate 150 storie, tra le tante trattate dal 2007 a oggi in TV, tutte ancora attualissime. Ogni capitolo è composto da una segnalazione, dal servizio che ne è seguito e da un aggiornamento al 2013.

Le spettanze totali dell’autore per la vendita del libro, e una parte del ricavo dell’editore, Ricerche&Redazioni di Teramo, andranno a sostegno delle attività della piccola Associazione “Abilbyte” Onlus di Pineto, che si occupa di assistenza, ricerca e formazione nel campo dell’utilizzo di ausili informatici a favore della disabilità motoria gravi, primo beneficiario del progetto, e/o alle associazioni di volontariato che vorranno presentare il libro. Nel caso di Pescara, l’associazione Pescarabici ha inteso promuovere l’incontro per dare un piccolo aiuto alla comunità LAAD, Lega Abruzzese Anti Droga, che gestisce tra mille difficoltà la comunità di viale Bovio e il parco di villa Sabucchi, dando ospitalità ad altre associazioni, come Pescarabici, per incontri e riunioni.