“Le Ceramiche di Castelli nella Collezione S.P.I.C.A”: dal 21 al 26 maggio in mostra a Teramo

TERAMO – Da venerdì 21 maggio fino al 26, presso la Sala espositiva C. Gambacorta della Banca di Teramo, ci sarà la mostra “Le Ceramiche di Castelli nella Collezione S.P.I.C.A. 1943-1953”.

L’evento culturale, curato dalla dott.ssa Maria Selene Sconci, nell’ambito delle iniziative organizzate per onorare il “ Centenario della Nascita del dott. Potito Randi 1909-2009”, inaugurerà il 21 maggio alle ore 18 ed è stato posto, con l’adesione del Presidente della Repubblica, è posta sotto l’Alto Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero dello Sviluppo Economico, della Regione Abruzzo, della Provincia di Teramo, dei Comuni di Teramo e Castelli.

I corpus di maioliche esposte in mostra rappresenta la produzione artistica della S.P.I.C.A. di Castelli nel decennio 1943-53.

L’analisi e lo studio critico di tale materiale storico-artistico consente di valutare con sufficiente chiarezza quelle che sono le dinamiche culturali interne alla manifattura abruzzese alla metà del XX secolo; consente inoltre di mettere in relazione e confrontare la sua produzione in maiolica con quella delle altre “città della ceramica” italiana.

In questa mostra si mettono in particolare evidenza le due tendenze, quasi contrapposte di quel periodo post-bellico, il valore dell’attività artigianale legata alla tradizione e l’esaltazione della produzione industriale e tecnologica inserita nelle produzioni di qualità.

Una diversificata quantità di opere sono in mostra a giustificare le due tendenze: piatti, boccali, fiasche, versatoi, zuppiere, rinfrescatoi con decori rappresentati da paesaggi, alberi, casette, ponticelli, piccole marine che puntualmente ripropongono un inevitabile riferimento stilistico alla tradizione castellana.

Straordinaria ad al tempo stesso estremamente raffinata la “serie” di teiere, che documentano l’aderenza tardiva, ma non per questo meno puntuale, ad uno stile modernista, eclettico ed elegante. Completa la mostra una sezione dedicata alle maschere di terracotta dello scultore ceramista faentino Giulio Ricci, anch’esse facenti parte della stessa collezione.

L’esposizione è accompagnata da un ricco catalogo illustrato a colori con testi in lingua italiana, inglese e tedesca per i tipi di Collezioni Numismatiche di Roma. La mostra gode di un Comitato d’ Onore di tutto rilievo: ne fanno parte, oltre al Presidente della Repubblica, Ministri, Presidenti di Regione e Provincia, Sindaci e prestigiosi esponenti del  mondo della Cultura e dell’Impresa .

Il Comitato per il “Centenario della Nascita del dott. Potito Randi” si propone di svolgere, senza perseguire alcun fine di lucro, un’azione di promozione culturale, in particolare rendere omaggio ad un grande uomo che è stato un pioniere del processo di industrializzazione locale e che  ha scritto tante pagine gloriose della storia del nostro Abruzzo.

Il catalogo sarà in vendita in mostra ad € 40,00. www.centenariopotitorandi.it Ingresso alla mostra gratuito. Orario: 10,00 – 13.00, 16.00-19.00 Chiuso domenica e lunedì