L’Aquila-V. Lamezia 1-0: Prizio gol, abruzzesi sempre più leader

L’AQUILA – Una rete in avvio di partita di Prinzio regala i tre punti alla formazione abruzzese che alla luce degli altri risultati della giornata, consolida la sua leadership in campionato, portando a 3 il distacco dalle inseguitrici più vicine, Catanzaro e Perugia. Gara del “Fattori” subito in discesa per gli uomini di Ianni che hanno portato a casa il bottino pieno nonostante abbiano in alcune circostanze sofferto un buon avversario che ha fallito un calcio di rigore e alcune ghiotte occasioni da gol.

IN CAMPO – Rossoblù privi di cinque pedine Garaffoni, Ruggiero, Carcione, Giglio e Cunzi in campo con il 4-3-3. Davanti a Testa linea difensiva costituita da Simoncini e Piccioni esterni con Prizio e Blaiotta centrali. A centrocampo Perfetti, Capparella e Campinoti con il tridente offensivo costituito da Improta, Colussi e Pietrella. Panchina per Agnello a causa di un’emicrania. Risposta del Lamezia con il 4-2-3-1 con Forte tra i pali, difesa costituita da Rondinelli, Marchetti, Gattari e Bonasia. A centrocampo mediani Giuffrida e Cerchia e De Luca terminale offensivo supportato da Cane, Mancosu e Mangiapane.

IL MATCH – Avvio fulmineo dei padroni di casa che al primo affondo trovano il vantaggio: un cross morbido dalla destra di Improta trova la sponda area di Colussi per il perfetto inserimento del giovane difensore Prizio che di destro tocca sotto porta. Risposta ospite al 13′ con Mancosu che su assist di De Luca in area colpisce in diagonale sul secondo palo ma la sfera centra il palo alla sinistra di Testa. Al 27′ doppia occasione per il Lamezia: Mangiapane su punizione da fuori area impegna a terra il portiere di casa, quindi sulla respinta corta Gattari arriva prima di tutti sulla sfera ma calcia alto. Al 30′ il ragazzi di Costantino hanno l’occasione per il pari: spunto di Mancosu in area e Simoncini lo scalcia da dietro, l’arbitro assegna il calcio di rigore che lo stesso Mancosu fallisce cogliendo la traversa. Nel finale di tempo è L’Aquila a sfiorare il raddoppio su cross forte al centro di Impotra che non coglie nessuno in area, quindi sulla respinta della retroguardia di casa è Piccioni a colpire forte ma troppo largo.

Nel secondo tempo avvio blando con gli uomini di Ianni che preferiscono controllare la gare e gestire le energie. Per vedere la prima palla gol dobbiamo attendere il 20′ quando una conclusione potente da fuori area di De Luca impegna in tuffo il bravission Testa. Quindi è Mancosu in contropiede a fallire clamorosamente una palla gol a tu per tu con Testa colpendo in diagonale di destro con mira di poco errata. L’Aquila si fa rivedere in avanti con Pianese subetrato a Pietrella che su cross di Perfetti cicca il pallone a pochi metri da Forte. Ultima azione della gara con uno spunto personale di Improta che da buona posizione spara alto sul portiere in uscita.

TABELLINO:

L’AQUILA (4-4-2): Testa; Simoncini, Prizio, Blaiotta, Piccioni; Improta, Perfetti, Campinoti, Pietrella (69′ Pianese); Colussi (73′ Agnello), Capparella. A disposizione: Modesti, Leone, Amato, Coduti, Battistelli. Allenatore: Maurizio Ianni.

VIGOR LAMEZIA (4-2-3-1): Forte; Cane (65′ Romero), Marchetti, Gattari, Bonasia; Giuffrida, Cerchia; Rondinelli (80′ Sbravati), Mangiapane (75′ Lattanzio), Mancosu; De Luca. A disposizione Calderoni, Mercurio, Visone, Erbini. Allenatore: Francesco Massimo Costantino.

Arbitro: Manuele Verdenelli di Foligno. Assistenti: Leonardo Camillucci di Macerata e Nicola Fraschetti di Perugia.

Rete: 1′ pt Prizio.

Ammoniti: Campinoti, Simoncini, De Luca, Marchetti

Recupero: 2 minuti nel primo tempo, 5 minuti nella ripresa.

RISULTATI DELLA 16 GIORNATA:

Aprilia-Arzanese 3-1
Aversa Normanna-Fondi 2-0
Campobasso-Paganese 0-1
Catanzaro-Gavorrano 2-0
Ebolitana-Isola Liri 2-0
Fano Alma J.-Vibonese 2-1
Giulianova-Chieti 0-1
L’Aquila-Vigor Lamezia 1-0
Melfi-Neapolis Frattese 3-2
Milazzo-Perugia 0-0
Riposava: Celano Olimpia

CLASSIFICA:

L’Aquila 33, Catanzaro e Perugia 30, Paganese 29, Vigor Lamezia 25, Chieti 24, Giulianova 23, Aprilia 22, Arzanese 21, Campobasso e Gavorrano 20, Aversa Normanna 18, Melfi, Fano, Ebolitana, Neapolis, Vibonese, Fondi 15, Isola Liri 14, Milazzo 13, Celano Olimpia 5.

Penalizzazioni: -2 Campobasso, -1 Aversa Normanna, -5 Fano, -4 Melfi, -1 Ebolitana, -2 Isola Liri.

PROSSIMO TURNO (domenica 20 novembre):

Arzanese – Catanzaro; Celano Olimpia – Milazzo; Chieti – Ebolitana; Fondi – Giulianova; Gavorrano – L’Aquila; Isola Liri – Aprilia; Paganese – Aversa Normanna; Perugia – Fano Alma J.; Vibonese – Campobasso; Vigor Lamezia – Melfi. Riposa: Neapolis Frattese.