L’Aquila: iniziano le valutazioni di agibilità

Dopo una settimana passata in piena emergenza nel capoluogo abruzzese si cerca di portare avanti la seconda fase parallelamente agli aiuti per i numerosissimi sfollati accampati nelle “tendopoli”. Dopo i danni alle persone inizia la verifica dei danni creati alle infrastrutture presenti sul territorio. Le verifiche sull’agibilità degli edifici sono partite da ieri e si susseguiranno nei prossimi giorni.

In particolare l’area è stata suddivisa in sette zone, ciascuna delle quali sarà veficata in una distinta giornata:

zona 1. edifici di via Stinella e le mura storiche

zona 2. Torrione

zona 3. San Francesco

zona 4. San Giacomo

zona 5. San Giacomo

zona 6. San Sisto

zona 7.Santa Barbara

Si avrà così modo di valutare meglio la situazione complessiva degli abitati e di iniziare la riprogettazione della zona, stabilendo quali edifici possono accogliere gli abitanti e quali pericolanti.

Un primo passo verso la ricostruzione in un cammino che si preannuncia lungo e graduale.