Lanciano-Ternana 0-2: frentani con il freno a mano, gli umbri lanciano la sfida in vetta

LANCIANO – Entrambe le squadre si sono presentate con formazioni molto rimaneggiate, nella Virtus assenti gli squalificati Mammella e Colussi e gli infortunati Oschadogan e Zeytulaev; assenti invece tra i rossoverdi Visi (squalificato), Piccioni, Costantini, Di Deo (oggi si sottoporrà ad intervento chirurgico per un’ ernia inguinale), Camillini, Angelucci e Tozzi Borsoi, quest’ultimi 2 colpiti da attacco febbrile.

Mister Pagliari ha proposto Vastola come terzino sinistro (con Coppini a destra) e Improta al fianco di Morante in avanti. Baldassarri ha affiancato a Perna l’ argentino Alessandro. Le due “contendenti” sono scese in campo con la Virtus che nel girone aveva il maggior numero di pareggi e la Ternana che non aveva mai pareggiato. E dopo la partita possiamo dire che la Ternana non ha pareggiato neanche oggi, anzi è riuscita a conquistare l’ intera posta in palio. Sinteticamente posso dirvi che la squadra di casa ha giocato con il freno a mano tirato.

Con il pubblico di casa che ha sonoramente fischiato i propri beniamini dopo la terza sconfitta interna. L’ espulsione per doppia ammonizione dell’ esperto Di Cecco è il segnale che qualcosa non va; troppo nervosa e troppo scarso il rendimento di quasi tutti gli atleti rossoneri, per il Lanciano ci viene da dire : “ma dove è la VIRTUS!”. Qualcosa non va nel Lanciano, ci sono voci che dicono che non c’ è serenità nello spogliatoio.
Da parte del sottoscritto non posso rimproverare nulla al mister che non sa più cosa inventarsi per evitare le sconfitte.
E’ inoltre mio parere che alla società deve sempre andare il ringraziamento di tutto il pubblico per le risorse che stanno prodigando alla causa Frentana. Inoltre forse per alcuni elementi è il momento di usare meno la carota e di più bastone. La stessa dirigenza però dovrebbe forse mettere dietro la lavagna chi ha costruito questa squadra con giocatori demotivati, con troppi doppioni in alcuni ruoli (le ali d’ attacco), mentre manca un regista di ruolo e poi l’ attacco sicuramente non è all’ altezza. Poi ci sono alcuni infortuni che stanno durando un poco troppo e mi riferisco al centrale Oschadogan e all’ attaccante Zeytulaev (cosa hanno veramente?).

La Ternana si è dimostrata una squadra “tosta”, ordinata, ben messa in campo, con i giocatori che si ritrovano alla perfezione. Vittoria meritata quella Umbra che si propone come la squadra che potrà dare fastidio al duo Pescara – Verona per la vittoria finale di questo campionato, l’ acquisto dell’ esperto Confalone è il segnale che la società rosso-verde ci crede.

TABELLINO:

Virtus Lanciano (4-4-2): Chiodini, Coppini, Vastola, P.Antonioli, Moi, Di Cecco, Turchi (al 55′ Amenta), Sacilotto, Morante, Sansone (al 55′ Masini), Improta (al 60′ Perfetti). Allenatore: Pagliari.A disposizione: Aridità; Colombaretti, De Fabritiis, Marfisi.
Ternana (4-4-2): Cunzi; Del Grosso, Bertoli, Tedeschi, Borghetti, Cardona; Concas, Danucci, Perna, Alessandro (al 91′ Di Dio), Perney(al 79′ Confalone). A disposizione: Piacenti, Bizzarri, Ricca, Agostini, Noviello.Allenatore: Baldassarri

Arbitro: Bagalini di Fermo.

Spettatori: 1.300 circa, di cui 507 abbonati, acceso consentito ai soli residenti della provincia di Chieti, quindi inibita anche ai tifosi ospiti.

Note: Da segnalare che la prevendita è terminata alle 19 del Sabato e per questo numerosi spettatori non hanno potuto assistere alla gara. Terreno di gioco in discrete condizioni nonostante la pioggia caduta nelle ore precedenti la gara, tempo nuvoloso con temperatura di 12 gradi e vento moderato da sud ovest.

Recupero: 2 ‘ nel primo tempo e 3 ‘ nel secondo tempo.

Marcatori: 38′ Concas e al 64′ Perna.

Angoli: 5 per la Virtus e 6 per la Ternana.

Epulso: al 61′ Di Cecco per doppia ammonizione.

Ammoniti: Vastola nel Lanciano e Alessandro nella Ternana

PAGELLE:

VIRTUS LANCIANO:

Chiodini 5,5 – una sua papera stava per dare il vantaggio agli ospiti. Sul primo gol è sembrato troppo fuori dai pali;
Coppini 5,5 – Perney gli sfugge in alcune occasioni, spinge poco sulla fascia, ma non commette grossi errori;
Vastola 6 – la mancanza di un terzino sinistro in grado di un rendimento sufficiente costringe il mister a schierarlo fuori ruolo, riesce anche a spingere bene, ma soffre un poco in fase difensiva, prova in ogni caso sufficiente;
Antonioli 5,5 – lento e macchinoso non da alla squadra la giusta sicurezza, sul primo gol non fa la verticale su Concas;
Moi 5 – spesso impacciato, goffo in alcuni interventi, sul raddoppio Umbro si fa sfuggire Perna;
Di Cecco 4 – si becca 2 ammonizioni sacrosante, poi la seconda è anche banale per simulazione e non è la prima volta in questo campionato che lascia la squadra in inferiorità numerica, episodi che la sua esperienza non dovrebbe determinare;
Turchi 5,5 – poco servito e mai pericoloso, non stava rendendo come sa anche per la bravura di Bertoli;
al 55′ Amenta 5,5 – ci mette la grinta ma non è mai pericoloso;
Sacilotto 5 – anche lui è sotto tono, perde il duello a centrocampo con Danucci;
Morante 1 – come il dito medio che mostra ripetutamente ai tifosi del gruppo “al buco” del settore distinti, poi anche questa domenica sbaglia due chiare occasioni da gol ed è a tratti inguardabile per alcune sue giocate;
Sansone 5,5 – non era al meglio, non offre il suo solito rendimento sulla fascia;
al 55′ Masini 5,5 – anche lui prova a far male ma senza riuscirci, una solo conclusione pericolosa nel finale;
Improta 6 – nel primo tempo è uno dei pochi a lottare e a penetrare la difesa Umbra, sostituito per far rinforzare il centrocampo;
al 63′ Perfetti 6 – in molti dovrebbero prendere esempio da questo giovanotto, massimo impegno e tenacia anche a risultato acquisito.

TERNANA:

Cunzi 6 – nelle poche volte che viene impegnato si fa trovare pronto;
Del Grosso 6,5 – lo si ricordava come un terzino concreto e dimostra anche oggi il suo valore;
Bertoli 7 – il capitano è uno dei migliori limita Turchi e poi Amenta e poi sa anche impostare e salire;
Tedeschi 7 – difensore ordinato ed esperto;
Borghetti 6,5 – è buono come il caffè “amico dei tifosi” annulla gli avanti di casa;
Cardona 7 – ragioniere del centrocampo, recupera tanti palloni;
Concas 7,5 – gran gol e sulla destra è un incubo per Vastola;
Danucci 6,5 – serve l’ assist del raddoppio, sa lanciare i propri avanti;
Perna 7 – attaccante veloce, oltre a realizzare un bel gol di testa è una spina nel fianco della squadra di casa;
Jonathan Alessandro 6 – valida spalla di Perna, ma deve crescere, potrà fare bene in futuro;
Perney 6 – quasi mai pericoloso;
al 79′ Confalone – senza voto.

CRONACA:

Al 6’Tiro di Perna dopo una caparbia azione solitaria sulla sinistra, liscio di Chiodini con la palla che finisce in angolo;
Al 14′ Incursione di Perna che va via a Moi: salva Chiodini in uscita bassa;
Al 15′ Morante riconquista una buona palla sulla trequarti, serve Turchi che tira ma la difesa respinge. Ci prova anche Di Cecco dalla distanza ma Cunzi blocca senza problemi;
Al 22′ Gran duello sulla fascia destra tra Improta e Del Grosso: l’11 frentano va via anche a Borghetti entra in area di rigore e tenta di servire in area Morante. Pronto l’intervento di Cunzi;
Al 25′ Numero di Improta sulla trequarti che va via a due giocatori, serve Morante che entra in area di rigore e tira di sinistro. La palla finisce di pochissimo a lato sulla sinistra di Cunzi;
Al 30′ Serpentina di Alessandro Jonatan in area di rigore rossonera, sventa Coppini;
Al 38′ azione sulla sinistra di Danucci che serv e Concas che appena dentro l’ area con una spettacolare rovesciata batte Chiodini, con un pallonetto beffardo;
Al 41′ La Virtus Lanciano prova subito a reagire con Morante che ben servito colpisce di prima intenzione con la palla che lambisce il palo opposto;
Al 48′ Ternana vicinissima al raddoppio con Bertoli su calcio d’angolo battuto da Jonatan. Testa del terzino e palla di un soffio a lato.
Al 66′ Raddoppio di Perna su calcio d’angolo. Anticipo netto dell’attaccante ternano su Moi e Chiodini battuto.
All’ 82′ Masini di sinistro a giro tenta di accorciare le distanze. Palla di poco a lato con Cunzi battuto.