Lanciano-Giulianova 2-0: Colussi risolve il derby, la Virtus torna a sorridere in casa

LANCIANO (CH) – Le due squadre, dopo la sosta, si sono presentate al Biondi di Lanciano con stati d’animo opposti: i Frentani dovevano riscattare la sconfitta casalinga con il Cosenza, i giallorossi volevano dare continuità a gioco e punti dopo la vittoria sul Portogruaro. Derby sentito sia dalle tifoserie che dalle squadre anche perché le rispettive classifiche non permettevano di dormire sonni tranquilli. 43 erano i precedenti di questo derby con 16 vittorie del Lanciano e 12 del Giulianova. L’ultima vittoria dei giallo-rossi al “Guido Biondi” risaliva al lontano 1992 (campionato di C2 e vittoria per 1-0 con gol di Bocci). Da ricordare anche il 5-maggio del 2002 con quella vittoria (3 – 2) il Lanciano raggiunse i play-off dell’ allora serie C1 proprio a discapito proprio dei giallorossi, in quell’occasione sugli spalti vi erano circa 5.000 spettatori… altri tempi.

Assenti in casa Virtus Zeytulaev e Colombaretti (influenzato) mentre in casa giuliese non sono potuti essere della partita Dazzi e Sosi. Il mister giuliese ha optato per il modulo 3-5-2 che è quello che aveva dato in questa metà abbondante di campionato i maggiori frutti; a protezione di Gasparri sono stati schierati Donato-Garaffoni-Vinetot. Nel centrocampo a 5 ha trovato spazio Lieti (Sosi è alle prese con un risentimento muscolare) con in avanti la coppia Melchiorri-Campagnacci. I due esterni giallo-rossi erano poi abili ad indietreggiare per formare spesso una difesa a 5.

La Virtus invece è stata schierata da mister Pagliari con un classico 4 – 4 – 2: Oshadogan di nuovo titolare (dopo il lungo infortunio) al centro della difesa, dove sulla destra tornava titolare Vastola; sulle fasce/ali d’attacco è stata riproposta la coppia Sansone-Turchi con Masini e Sinigaglia a fare coppia i n avanti. La vittoria possiamo dirlo senza ombra di dubbio porta il nome di Dino Pagliari: l’ottimo tecnico Marchiggiano ha indovinato (come sempre) tutte le mosse.

Ha riproposto Oschadogan come centrale difensivo e soprattutto ha inserito Colussi (nessuno avrebbe scommesso un euro per l’attaccante friuliano) al posto di uno spento Sinigaglia, che ha letteralmente cambiato il volto alla partita. Ad onor del vero dobbiamo dire che il bravo Dino non è stato fortunato in questo campionato, infatti avrebbe meritato di vincere numerose gare che invece sono terminate con altri risultati (come quella contro il Taranto, l’Andria, il Foggia). Se il Lanciano avesse preso da inizio campionato l’attaccante indicato dal mister adesso la classifica sarebbe sicuramente diversa. Attualmente è indubbio che la Virtus è posizionata in campionato nella posizione che la sua rosa merita, in troppi avevano sopravvalutato una squadra che può ambire solo ad una tranquilla salvezza.

Le squadre che devono vincere il campionato sono altre. In ogni caso nella prima occasione in cui gli assenti sono stati solo un paio è arrivata la meritata vittoria. In casa giuliese, cuore, corsa e grinta serviranno alla squadra giallorossa ad evitare i play out. Squadra giovane quella della costa teramana, ma con anche elementi che hanno tecnica e intelligenza tattica. Il buon Bitetto inoltre sa disporre i suoi uomini nel migliore dei modi.

Ultima nota per il Biondi che finalmente dopo numerosi rinvii ha avuto l’ok per l’agibilità del settore ospite, è stato inoltre possibile acquistare i biglietti per i tifosi di casa fino alle ore 12:30.

PAGELLE:

Virtus Lanciano:

Chiodini 6 impegnato solo nel finale, si dimostra un portiere di categoria;
Vastola 7 sulla destra è una spina del fianco, va anche vicino al gol, altra mossa indovinata del mister;
Mammarella 6,5 alterna buone cose a lanci poco precisi, suo l’ angolo del vantaggio ed in ogni caso spinge molto;
Antonioli 6,5 in difesa ha mestiere, una garanzia;
Oschadogan 7,5 rientra dopo un lungo infortunio; la sua esperienza e tecnica si fanno sentire, tra i migliori;
Di Cecco 6 parte molto bene, poi a volte va in difficoltà contro il centrocampo giuliese, recupera molti palloni e corre tanto, rimedia una ammonizione per proteste che poteva evitare;
Turchi 6 discreto primo tempo, meno preciso del solito, deve riacquisire la forma migliore;
al 70′ Amenta 6 da il suo contributo sia di qualità che di quantità;
Sacilotto 6 lotta con grinta, ha anche tecnica; rimedia anche lui un cartellino giallo, un poco troppo nervoso;
Sinigaglia 5 prova incolore, da segnalare solo per alcune sponde, giustamente sostituito;
al 59′ Colussi 8 segna un gol da opportunista, si procura il rigore del raddoppio e colpisce un palo con un gran tiro, concreto anche nelle sponde per i compagni di reparto, unica nota stonata l’ ammonizione rimediata;
Masini 5,5 quasi mai pericoloso, cerca la giocata vincente in un paio di occasioni;
Sansone 6,5 segna su rigore e sulla sinistra affonda diverse volte mettendo in difficoltà Lieti;
all’ 85′ Aquilanti senza voto.

Giulianova:

Gasparri 6 non può nulla sui due gol ;
Lieti 5,5 gioca sulla destra dove Sansone fa spesso male, commette il fallo del ricore;
Migliore 6,5 riesce spesso a limitare Turchi, inoltre è pericoloso anche negli affondi, pericoloso anche al tiro dalla distanza, giocatore che farà carriera;
Vinetot 6 nella difesa a tre gioca sulla sinistra limita Masini;
Garaffoni 6 fin quando in campo c’è Sinigaglia spadroneggia in difesa, entra Colussi e la musica cambia;
Donato 6 cerca di contrastare Sansone con alterne fortune;
Censori 6 a centrocampo cerca di spezzettare il gioco, disputa un buon primo tempo cala il suo rendimento nella ripresa;
Caratta 5,5 prova opaca è spesso poco preciso;
al 65′ Carbonaro 6 giocatore veloce e tecnico da vivacità agli avanti ospiti;
Melchiorri 5 ,5 mai pericoloso nelle conclusioni cerca di far salire la squadra;
Croce 6 cerca di lanciare gli avanti ospiti, ha un buon senso tattico ed una discreta visione di gioco;
al 38′ Pucello senza voto;
Campagnacci 5,5 prova incolore, spesso spalle alla porta perde il duello con i centrali di casa;
al 67′ Maritato il neo acquisto non impensierisce mai la retroguardia Frentana.

TABELLINO:

Virtus Lanciano (4-4-2): Chiodini; Vastola; Mammarella; Antonioli; Oschadogan; Di Cecco; Turchi (al 70′ Amenta); Sacilotto; Sinigaglia (al 59′ Colussi); Masini; Sansone (all’ 85′ Aquilanti). Allenatore: Pagliari. A disposizione: Aridità; Coppini; Moi; Improta.

Giulianova (5-3-2): Gasparri; Lieti; Migliore; Vinetot; Garaffoni; Donato; Censori; Caratta (al 65′ Carbonaro); Melchiorri; Croce (al 38′ Pucello); Campagnacci (al 67′ Maritato). Allenatore: Bitetto. A disposizione Buono; Faragalli; Dezi; Schneider; Maritato.

Arbitro: Liotta di Lucca, assistenti Tronci di Firenze e Stefanelli di Empoli.

Spettatori: 1.800 circa, di cui 507 abbonati e 200 spettatori provenienti da Giulianova presenti in curva Nord.

Recupero: 1′ nel primo tempo e 4′ nel secondo tempo.

Marcatori : al 66′ Colussi e al 76′ Sansone su rigore.

Angoli: 11 per la Virtus e 3 per il Giulianova.

Ammoniti: Sacillotto, Di Cecco e Colussi.

note: giornata con tempo soleggiato, temperatura di 9 gradi e vento debole da nord est. Terreno di gioco in discrete condizioni.

CRONACA:

4′ fallo su Sansone commesso da Migliore, punizione due metri fuori l’ area di rigore (vertice sinistro), il tiro di Oschadogan è centrale, blocca senza problemi Gasparri;
15′ intervento prodigioso di Gasparri (di piede) sul colpo di testa a distanza ravvicinata di Vastola, la palla respinta finisce sui piedi di Antonioli che la rimette al centro, ma Turchi viene contrastato al momento di calciare;
21′ Sansone ci prova dai 25 metri, la palla finisce di poco a lato;
24′ lancio dalle retrovie della difesa del Giulianova, Campagnacci sfugge a Antonioli e per poco non sorprende Chiodini in uscita, il tiro del numero 11 termina sopra la traversa di un paio di metri;
32′ conclusione debole dal limite dell’area di rigore di Masini dopo uno scambio con Sinigaglia;
34′ bella conclusione dai 25 metri di Migliore, vola sulla sua destra Chiodini e mette in angolo;
34′ contropiede della Virtus impostato da Sansone, rifinito da Turchi per Sinigaglia che calcia di prima intenzione: la palla finisce alta sulla traversa;
35′ azione caparbia di Sansone sulla sinistra, cross per il tiro al volo di Turchi che finisce a lato di poco;
46′ contropiede velocissimo della Virtus Lanciano che trova scoperta la difesa giuliese, 4 rossoneri contro un difensore del Giulianova, Turchi serve per l’accorrente Vastola ma Gasparri anticipa il difensore.
65′ azione dubbia in area di rigore giuliese con Sansone finisce a terra ma l’arbitro lascia correre;
66′ angolo basso di Mammarella con Colussi (da distanza ravvicinata) in spaccata che realizza la sua seconda rete in questo campionato (la prima sempre contro il Giulianova);
74′ Sacilotto serve Colussi che dal limite dell’ area si gira e la sua conclusione si va a stampare sul palo alla destra di uno battuto Gasparri;
76′ dribbling secco a rientrare di Colussi su Lieti, con il numero due ospite che atterra il realizzatore della prima rete, l’arbitro giustamente indica il dischetto, sulla palla va Sansone tiro preciso che finisce alla destra di Gaspari, spiazzandolo.
83′ intervento in tranquillità di Chiodini su tiro di Migliore.