La Stagione Estiva dell’Ente Manifestazioni Pescaresi: parla il Presidente Lucio Fumo

La cinquantottesima Stagione Estiva dell’Ente Manifestazioni Pescaresi ha preso il via con Funambolika ieri.

I settori di programmazione sono i consueti “storici” (Pescaradanza, Teatromusicale, Teatro Ragazzi), recenti (Funambolika appunto) ed anche nuovi (il D’Annunzio Festival).

Ad un esame più attento si potrebbe notare che c’è stato qualche dovuto taglio, viste le difficoltà economiche che il mondo della cultura sta vivendo in questo periodo. Tutti gli spettacoli saranno dunque realizzati con la formula ad incasso. Ad aprire la stagione è stato Funambolika che andrà avanti fino a domani sera.

Quattro invece gli spettacoli di danza in cartellone: la Compagnia Argentina Roberto Herrera in “Tango”, Kledi Kadiu, ballerino molto famoso fra i giovanissimi, con Emanuela Bianchini in “Non solo Bolero”, la Compagnia Flamenca Josè Moro in “Don Quijote El Sonador” ed il Balletto di Cuba con “Havana de Joy”.

Per la Lirica “Tosca” di Giacomo Puccini e “L’elisir d’amore” di Giacomo Donizzetti.

Tre gli appuntamenti del “D’Annunzio Festival”, tutti ad ingresso gratuito,  con la presenza di grandi nomi come Alessandro Preziosi e Raffaele Paganini e la proiezione del film “L’Innocente” di Luchino Visconti, con la partecipazione di Giancarlo Giannini.

Due gli eventi di grande rilievo per il teatro: la commedia di enorme successo “Fiore di Cactus” con Eleonora Giorgi, per la prima volta a Pescara, ed uno dei migliori musical della storia, “Jesus Christ Superstar”,  che continua a registrare il tutto esaurito in ogni parte del globo a trent’anni dal suo debutto.

Sforzi organizzativi e difficoltà economiche non hanno frenato la voglia di Lucio Fumo, Presidente dell’Ente Manifestazioni Pescaresi, e dei suoi collaboratori di offrire al pubblico abruzzese un cartellone di notevole qualità.

Nelle sue parole soddisfazione ma anche il rammarico per i tagli che il mondo della cultura sta avendo negli ultimi anni.

Un programma anche quest’anno di ottima qualità, nonostante le restrizioni economiche, messo insieme con grandi sforzi

Le difficoltà nostre sono anche quelle delle compagnie e degli artisti, che accettano quindi volentieri di venire a Pescara con la formula ad incasso perché sanno che c’è un bel teatro da 2000 posti, la città che d’estate raccoglie un gran pubblico. Questo ci ha consentito di mettere insieme un ottimo cartellone. Non è che guardandolo una persona distrattamente si accorge che due anni fa, prima della crisi, c’erano ben sei spettacoli in più. Abbiamo guardato ad offrire un buon prodotto. Ci siamo concentrati su Funambolika e Pescara Jazz che sono le punte di diamante dell’intera estate pescarese.

È un programma molto vario: balletti, teatro, circo, musica e tanto altro.

La rassegna di balletti che non proponiamo credo sia rimasta se non l’unica, una delle due o tre che ancora si fanno in Italia. Riusciamo a mantenerla in piedi nei limiti del nostro bilancio e con le difficoltà che si incontrano in questo periodo. Anche la lirica non è scomparsa ma ha una sua parte importante. Abbiamo avuto la fortuna di prendere due spettacoli teatrali molto belli: quello con Eleonora Giorgi, una splendida commedia che ha girato l’Italia lo scorso inverno riscuotendo ovunque un enorme successo, e “Jesus Christ Superstar” che è il musical più amato insieme a “Grease”, insomma un vero e proprio classico. Ci possiamo ritenere soddisfatti e speriamo che il pubblico ci segua numeroso nei vari eventi che andremo a proporre.

Per maggiori info su tutto il programma è possibile consultare il sito www.entemanifestazionipescaresi.it