Il Teatro del Tempo: 30 anni di pittura di Gigino Falconi in mostra a Francavilla

Falconi[1]FRANCAVILLA AL MARE – Appuntamento da non perdere con la pittura di Gigino Falconi a partire da domenica 19 luglio presso il Museo Michetti – MUMI di Francavilla al Mare.

La mostra intitolata “Il Teatro del Tempo” è un’ampia rassegna degli ultimi 30 anni di lavoro dell’artista giugliese. La cerimonia inaugurale sarà preceduta da una presentazione critica di Sandro Parmiggiani con la partecipazione del prof. Vittorio Sgarbi.

Qualche nota biografica dell’artista tratto dal suo sito ufficiale www.giginofalconi.it dove è possibile ammirare le sue opere:

Gigino Falconi inizia a dipingere a sedici anni, nel 1952 si diploma in ragioneria e due anni dopo ottiene la maturità presso il Liceo Artistico di Pescara.

Lavora insegnando disegno presso la scuola media della sua città, e affina la tecnica copiando un migliaio di dipinti e disegni, arrivando così a conoscere i segreti tecnico-coloristici dei grandi Maestri di ogni secolo.

Comincia ad esporre nelle principali manifestazioni artistiche che trovano luogo in Abruzzo, e nel 1961 inaugura la sua prima mostra personale alla galleria “Il Polittico” di Teramo.

Nel 1975 abbandona l’insegamento per dedicarsi completamente alla pittura. Il suo metodo di lavoro si sviluppa nel corso degli anni per cicli pittorici che, esposti nelle più prestigiose gallerie italiane, fra cui la Giulia a Roma, la Forni a Bologna, la Appiani Arte Trentadue a Milano e la Davigo a Torino, suscitando l’interesse di autorevoli critici d’arte e della stampa.

Contemporaneamente tiene mostre personali a Francoforte, Colonia, Dusseldorf, Parigi, New York, Toronto, Hamilton, Tokio e partecipa a numerose rilevanti rassegne in Italia ed all’estero. Le pubblicazioni monografiche sul ciclo piottorico dedicato a D’Annunzio e sul recente ciclo Ossessioni vengono presentate dall’On. Vittorio Sgarbi.

Falconi realizza, oltre ai dipinti, numerose opere grafiche ed illustra diversi volumi di amici poeti, tra cui Leonard Cohen, Enzo Fabiani, Giuseppe Rosato, Alberico Sala e Benito Sablone. Vive e lavora tra Montone in provincia di Teramo e la Capitale. Lavora in esclusiva per la Galleria d’Arte Cinquantasei di Bologna che propone le sue opere nelle più importanti fiere e in prestigiose gallerie italiane.

La mostra sarà aperta al pubblico tutti i giorni fino al 6 settembre, con orari dalle 18 alle 24 (si consiglia di telefonare prima). Guarda dove trovare il museo.