Il 23 luglio torna “Jazz and wine” a Penne

PESCARA – La quarta edizione di “Jazz and wine”, manifestazione organizzata dall’amministrazione comunale di Penne e dal museo archeologico,  proporrà venerdì 23 luglio alle ore 21.30 il concerto degli “Uscitanord”.

Sarà una serata all’insegna del gusto e della qualità da vivere in una location di grande suggestione il giardino del museo archeologico di piazza Duomo, a Penne, in uno scenario che spazia dalla Majella al Gran Sasso.

L’iniziativa è stata presentata ieri mattina nel corso di una conferenza stampa in Provincia di Pescara, alla presenza del Sindaco di Penne Donato Di Marcoberardino, della direttrice del museo Leopardi Laura Cutilli e dei musicisti di Uscitanord.

La manifestazione, con ingresso libero, sarà occasione per valorizzare le produzioni enogastronomiche abruzzesi: sarà possibile degustare i vini dell’azienda Marramiero ed i prodotti dell’Associazione Verde Abruzzo onlus, tra i quali l’olio dell’Azienda Agricola Santabarbara.

Il gruppo che si esibirà la sera del 23 è composto da sei musicisti straordinariamente bravi, da Bepi D’Amato al clarinetto a Mauro De Federicis alle chitarre, da Angelo Albano al contrabbasso a Sergio Malatesta alla batteria che insieme alle menti creative del gruppo, Marco Belisario alla voce e Marcello Malatesta al pianoforte, hanno consolidato una collaborazione nata alla fine degli anni novanta con tre CD all’attivo ed un progetto musicale in continua evoluzione.

Lo stile compositivo e degli arrangiamenti muove le proprie origini dal jazz e con estrema naturalezza lambisce più generi senza mai disturbare quello che in realtà è il personale linguaggio musicale della band, mentre i testi delle loro canzoni sono spesso caratterizzati da una fonte poetica che trae ispirazione dal comportamento quotidiano dell’uomo moderno, con le sue forze e le sue debolezze. Il tutto si traduce in una vera e propria “Prova d’Artista”, questo è il titolo dell’ultimo album che Uscitanord presenterà la sera del 23 a Penne.

Durante la serata il Museo Archeologico Leopardi rimarrà aperto gratuitamente per offrire al pubblico la possibilità di ammirare i preziosi reperti in esso conservati oltre ad un’esposizione dei documenti di maggior pregio appartenenti all’Archivio Storico del Comune di Penne.

Ha detto il sindaco di Penne:

si tratta di un’iniziativa che coniuga la promozione del nostro centro storico con la qualità dei prodotti della nostra terra: il vino, l’olio, i salumi, gli ortaggi. Tutti prodotti biologici e  di qualità. Per questo rivolgo un invito a partecipare numerosi ad una serata che promette molto. Sarà un’occasione per visitare il museo archeologico, per godere di un panorama suggestivo, ascoltando musica jazz di qualità e assaporando un vino di ottima produzione.