“I Ponti, i cerchi”: a Giulianova presentazione del nuovo libro di poesie di Carmelo Pistillo

GIULIANOVA (TE) – Mercoledì prossimo, 29 giugno, alle ore 18.30, presso il Bar Las Vegas (in via Sauro 37), La Nuova Editrice Librerie di Giulianova in collaborazione con la Casa Editrice di Milano La Vita Felice, presenteranno al pubblico il nuovo libro di poesie di Carmelo Pistillo dal titolo “I Ponti, i Cerchi”.

Il libro, pubblicato dalla Casa Editrice LA VITA FELICE di Milano, è corredato da un breve saggio di Gabriela Fantato dal titolo Il segreto della vita oltre l’assenza, ed una nota di Milo De Angelis, uno dei maggiori poeti contemporanei, che ha definito questo libro come “un libro fuori da ogni moda” uscito dal regime d’isolamento creativo in cui lavora da anni lo scrittore Pistillo. Anche dopo un lunghissimo silenzio editoriale, 16 anni, sono rarissime infatti le sue apparizioni nelle vesti di poeta. Pertanto questa presentazione di Giulianova si annuncia come una grande occasione per conoscere più da vicino questo autore nato a Termoli e poi adottato da Milano.

I PONTI, I CERCHI è un viaggio dell’anima fra le croci e le ombre di alcuni artisti scomparsi come, per esempio, il poeta Cesare Pavese che si suicida dopo aver amato, non riamato, l’attrice americana Constance Dowling o Puskin, il più grande poeta russo dell’Ottocento, posseduto dalla gelosia per la bellissima moglie, che muore sfidando in duello il rivale d’amore, oppure i pittori Pontormo e Van Gogh, quest’ultimo suicidatosi in preda agli eccessi della sua malattia, ai quali Pistillo dedica dei ritratti poetici efficaci e visionari. E’ un atto di gratitudine verso la memoria di chi se ne è andato, perché aiuta a vivere più in profondità e a scorgere la ragione prima e ultima delle cose. Vi sono naturalmente altri brevi ritratti dedicati allo scrittore Balzac, al poeta Rilke e al filosofo Spinoza, oltreché alla sorella di Pistillo, Maria, scomparsa prematuramente molti anni fa, che qui rivive nello splendore di alcuni versi indimenticabili e alla quale è dedicata questa raccolta.
Si tratta di una poesia capace di interrogare e dar voce al segreto della morte e della vita, sempre con una tensione profonda che mira a immettere il mistero del divino tra gli uomini e a scoprire il sacro nel quotidiano. Una poesia che parla della perdita e dell’assenza, senza essere mai funerea e triste, ma vitale e viva.

CARMELO PISTILLO è poeta e uomo di teatro, nel senso più largo del termine: drammaturgo, regista, attore.
Nel 1982 per la casa editrice Guanda/Società di Poesia di Milano ha curato e presentato il primo Festival di Poesia a Milano, svoltosi in Piazza Duomo con la prestigiosa partecipazione di Raphael Alberti, Edoardo Sanguineti, Luciano Erba, Franco Loi, il cantautore Roberto Vecchioni, ed altri numerosi poeti.
Nel 1988 è stato tra i fondatori di HYSTRIO trimestrale di spettacolo, diretto da Ugo Ronfani, indiscusso maestro di giornalismo, dove ha svolto attività di critico teatrale e letterario.
Dal 1984 al 2001, è stato Direttore Artistico insieme al fratello Luigi, della Società Pielle, impegnata nella produzione di spettacoli teatrali e festival. Dal 1994 fino al 2000, sempre con Luigi, ha creato LOMBARDIA FESTIVAL, manifestazione multidisciplinare di Teatro, Musica e Poesia patrocinata dalla Regione Lombardia, Provincia di Milano e Comune di Milano. Al festival hanno partecipato attori come Ugo Pagliai, Paola Gassman, Luigi Pistillo, Mita Medici, Rocco Papaleo, Marco della Noce, cantautori come Roberto Vecchioni, Biagio Antonacci, Vinicio Capossela, Enrico Ruggeri, I Nomadi, Marco Masini, Tullio De Piscopo, Daniele Silvestri, Riccardo Fogli, scrittori e intellettuali come Fernanda Pivano, Massimo Fini, Giancarlo Majorino, Maurizio Cucchi, ecc.ecc.. Il film TRINCEA, del fratello Luigi, prodotto dal Festival è stato inserito nelle più importanti rassegne cinematografiche internazionali: New York, Berlino, ecc..
Per molti anni ha lavorato con Antonio Porta, una delle principali voci della poesia del secondo Novecento, scrivendo spettacoli di poesia portati in tournée nei maggiori teatri italiani. E’ stato, in assoluto, il primo vero teatro di poesia, poi imitato da molti.

Ha pubblicato LA LOCANDA DELLA CHIGLIA (1986, Premio Camaiore Opera Prima, L’IMPALCATURA (1992, Premio Speciale Guido Gozzano), QUADERNO SENZA RIGHE (2008) e MABUSE (2009, Premio teatrale Alessandro Fersen).
Diversi sono i suoi spettacoli teatrali e regie. L’ultimo spettacolo è stato DANZANDO GALILEO, con 300 ballerini in scena, un coro di voci bianche e Pistillo nel ruolo di Galileo Galilei oltreché di autore e regista.

.it