Giulianova-Reggiana 1-0: Croce regala il sorriso, si torna a vincere al Fadini

Esultanza dopo il golGIULIANOVA – Il Giulianova ritrova la vittoria dopo oltre 2 mesi (ultima affermazione a Marcianise), la seconda conquistata al Fadini dopo il successo dell’esordio contro il Potenza. Una prova tutto cuore e determinazione per gli uomini di Bitetto che, trovato il gol, nel secondo tempo hanno annullato qualsiasi velleità emiliana, andando vicino al raddoppio. Nel Giulianova stringe ancora una volta i denti Garaffoni (al posto dell’influenzato Faragalli), mentre Dominissini deve fare a meno di Romizi e Stefani.

Nel primo quarto d’ora si concentrano le emozioni principali: al 6’ ci prova Maschio con un esterno destro dal limite dell’area, palla fuori; all’8’ Melchiorri toglie la palla dai piedi di Carbonaro meglio appostato e spreca con un colpo di testa largo il bel cross di Schneider; al 16’ discesa di Sosi, rasoterra in mezzo, velo di Melchiorri e Carbonaro di giustezza sfiora il palo con un destro a rientrare. Poi per oltre 20 minuti non accade più nulla fino all’episodio che decide l’incontro: al 35’ Anderson atterra Carbonaro in area, per Pizzi è rigore. Sul dischetto va lo stesso Carbonaro, che però si fa respingere il tiro, più lesto di tutti è Croce che ribadisce in rete con un destro sotto la traversa.

FINE PARTITALa reazione della Reggiana è tutta sul tiro di Alessi (41’), deviata sul palo da un difensore giuliese. L’ultima occasione del primo tempo è ancora del Giulianova (45’) con Carbonaro che non riesce ad avere la necessaria lucidità per tramutare in rete la bella azione solitaria di Melchiorri. Nel secondo tempo l’unica azione degna di nota è di marca giuliese: al 10’ cross di Sosi, torre di Schneider per Dezi, che con un colpo liftato colpisce la base superiore della traversa.

Da quel momento non accade più nulla con la difesa giuliese a giganteggiare contro gli avanti reggiani. Dazzi è impegnato (si fa per dire) solo con palle alte e lente, mentre Di Matteo al 49’ spreca il possibile raddoppio tirando in bocca a Tomasig. Una vittoria che se non fosse arrivata avrebbe messo ulteriore pressione sugli uomini di Bitetto, visti anche i risultati delle altre concorrenti. Ora sotto con la Valle del Giovenco cercando di massimizzare i 2 incontri casalinghi consecutivi che il calendario ha riservato ai giallorossi.

PAGELLE:

DAZZI 6: Mai impegnato seriamente, non commette errori

SOSI 6,5: Periodo di forma straordinario per il terzino del Giulianova che raramente viene saltato

GARAFFONI 6,5: Capitano e simbolo della giuliesità, cuore e sofferenza,  gioca un’ottima gara nonostante i suoi acciacchi

VINETOT 7: Le palle alte sono tutte sue, degno di altri palcoscenici

MIGLIORE 6,5: Quando viene attaccato non è del tutto sicuro, ma le sue percussioni palla al piede alleggeriscono in diverse occasioni la pressione emiliana

DEZI 6,5: Più sicuro di altre volte e decisamente in crescita, sfiora un gran gol nella ripresa

CARRATTA 6: Non è ancora il miglior Carratta, ma aiuta mlto in fase difensiva

CROCE 6,5: Sbaglia qualche appoggio di troppo, ma il suo gol, come quello col Potenza, vale nuovamente 3 punti

CARBONARO 6: Prestazione altalenante, si procura e sbaglia il rigore, poi viene preso di mira dall’arbitro che non gli fischia più nulla

MELCHIORRI 6: Molto impegno, ma poca lucidità in certe occasioni dove bisognerebbe essere più cattivi

SCHNEIDER 6,5: Molto mobile, salta spesso l’avversario regalando qualche preziosismo al Fadini

DI MATTEO 5,5: Spreca un gol clamoroso a fine gara

DEL GRANDE e RINALDI s.v.

TABELLINO:

GIULIANOVA (4-3-3): Dazzi;  Sosi, Garaffoni, Vinetot, Migliore; Dezi, Carratta, Croce; Carbonaro (36’ st Del Grande), Melchiorri (24’ st Di Matteo), Schneider (44’ st Rinaldi).

A disposizione: Gasparri, Teho, Giovannetti, Iachini. All.: Bitetto

REGGIANA (4-3-1-2): Tomasig; Girelli (39’ st Ferrari), Zini, Mei, Anderson; Nardini, Viapiana, Maschio; Alessi; Temelin (11’ st Eusepi), Ingari.

A disposizione: Manfredini, Ferrando, Mallus, D’Alessandro, D’Amico. All.: Dominissini

ARBITRO: Pizzi di Saronno Assistenti: Falanga e Ciampa di Torre del Greco

Rete: Croce al 36’ pt

Note: giornata mite e soleggiata, terreno di gioco in pessime condizioni;

Ammoniti: Mei, Garaffoni, Croce, Carbonaro;

Calci d’angolo: 7-4 per la Reggiana; recupero: 1’ pt, 5’ st;

Spettatori presenti: 1767, di cui un centinaio provenienti da Reggio Emilia, per un incasso di 12284,05 euro