“Forum Distrettuo Rurale”: oggi incontro al Mu.T.A.C. di Picciano

PICCIANO (PE) – Questo pomeriggio alle ore 17,00 presso il Mu.T.A.C. (Museo delle Tradizioni ed Arti Contadine) di Picciano si terrà il FORUM conclusivo per la proposta di individuazione del DISTRETTO RURALE su iniziativa dei Sindaci dei Comuni di Arsita, Bisenti, Castiglione Messer Raimondo, Castilenti, Città Sant’Angelo, Civitella Casanova, Collercorvino, Elice, Farindola, Loreto Aprutino, Montebello di Bertona, Montefino, Penne, Picciano e Villa Celiera.

Sono 15 Comuni (5 teramani e 10 pescaresi) collocati in un ambito omogeneo con un’identità storico-culturale e territoriale affine, spiccatamente rurale (la media del territorio utilizzato a fini agricoli è pari al 77,83%), oltre 500.000 ettari di superficie animati da 55.000 abitanti, che parte dalle Saline dell’Adriatico ed arriva alle Aree Protette del Gran Sasso, passando per il paesaggio collinare, per i borghi e per i centri storici ricchi di storia.

Sindaci che credono e vogliono dare un ruolo strategico ad un area dove la ruralità rappresenta un punto di forza e non una marginalità. E’ una proposta dal basso e aperta che sarà consegnata nelle mani delle Province, sono loro gli Enti preposti a proporre un territorio a Distretto Rurale, successivamente la Regione avrà il compito di istituirlo. Questa è la prima iniziativa del genere in Regione Abruzzo e una delle prime in Italia.

Un’idea progetto per mettere a sistema un territorio e risvegliare un’agricoltura a volte dormiente non per sua scelta; nel sistema agro-alimentare-industriale di oggi, che domina il pianeta, l’alimento/il cibo è diventato una merce come tutte le altre, il prezzo di mercato è stabilito da regole che non rispetta chi produce; i 15 Comuni hanno fatto la scelta di stare con il territorio, di stare con chi produce e coltiva la Terra.