Pescara presenta ‘”Flaiano e D’annunzio.L’Antitaliano e l’Arcitaliano”

Sabato 13 novembre al Mediamuseum alle ore 10.30 presentazione del libro di D’Angelo

PESCARA-Sabato 13 novembre alle ore 10,30 al Mediamuseum di Pescara si terrà il primo di una lunga e svariata serie di incontri culturali che si svolgeranno fino al 18 dicembre 2010.

Durante l’ incontro sarà presentato il libro di Giacomo D’Angelo Flaiano e D’Annunzio. L’Antitaliano e l’Arcitaliano edito da Solfanelli,perciò presenzieranno oltre all’autore, anche Vito Moretti, Marco Tornar e l’editore Marco Solfanelli.

Dalla morte dello scrittore pescarese  per almeno un trentennio Gabriele d’Annunzio non è stato accettato particolarmente bene dalla cultura italiana,tanti che Alberto Arbasino aveva scritto di lui:

Cadavere in cantina fra i più ingombranti di tutte le letterature, di tutti i paesi, vilipeso, conculcato, negletto…vomitato con stizza…peggio ancora di Pound.

Nessun altro scrittore, non solo in Italia è stato bersaglio di una damnatio memoriae così estesa, di uno sport della demonizzazione tanto praticato, di un pregiudizio che ha relegato nell’oblio le imprese dell’uomo e i versi del poeta.

Ennio Flaiano invece si distinse differenziando i dannunziani e d’Annunzio: i primi li scansava, ne detestava stile e modi di vita; dall’altro, il suo compaesano, nato a pochi metri dalla sua casa nella Pescara non ancora unita a Castellamare, rileggeva e assaporava i madrigali estivi che gli rimandavano l’estate adriatica dell’adolescenza.

Prossimi appuntamenti,tutti ad ingresso libero sono programmati per lunedì 15 novembre alle ore 21,00 con Cult. Cult. Cult. I maestri del cinema; sabato 20 novembre alle ore 10,30 con L’intuizione di Francesco Paolo d’Annunzio- “Basilio Cascella litografo e fotografo.