Festival del Peperone Dolce di Altino 2013

festival del peperoncino di AltinoSabato 24 e domenica 25 agosto le vie del centro storico ospiteranno il gusto della tradizione con degustazioni, laboratori, balli e canti.Al via il quinto palio delle contrade

ALTINO (CH) –  Si terrà il 24 e il 25 agosto prossimi la quinta edizione del Festival del peperone dolce di Altino, iniziativa ideata dall’associazione di Tutela del Peperone Dolce di Altino Oasi di Serranella e realizzata con i contributi del Comune di Altino, della BCC, della Camera di Commercio di Chieti, dei Vini Citra e della Paulaner.
Anche quest’anno le vie del centro storico ospiteranno il gusto della tradizione e le sette contrade Sant’Angelo, Quart a mont,  Colli, Fonte Mandrelle, Rio Alto, Scosse e Fontelama si sfideranno a suon di ricette.
Il taglio del nastro avverrà alle ore 17 di sabato 24 agosto con la consueta parte convegnistica relativa alla valorizzazione del Peperone Dolce di Altino e dei prodotti tradizionali della Val di Sangro. L’incontro, organizzato dall’associazione RATI che si terrà presso i giardini di Palazzo Sirolli, splendida e antica dimora storica, , vedrà la partecipazione di Giovanni Di Fonzo, presidente RATI, Silvio di Lorenzo, presidente della Camera di Commercio Chieti, Mario Pappagallo, giornalista medico scientifico del “Corriere della Sera”, Mauro Febbo, assessore regionale alle Politiche agricole, Carlo Ricci, responsabile tecnico Gal Maiella Verde, Mario Pellegrini, direttore della riserva regionale Lago di Serranella, Emiliano Giancristofaro, storico nonché presidente della giuria folkloristica e Camillo Di Giuseppe, sindaco di Altino.A seguire, dalle ore 19 in poi, ogni piazzetta del centro storico diventerà teatro di degustazione grazie ai sette differenti menu costituiti da tre portate ognuno con un protagonista assoluto: il peperone dolce di Altino che accompagnerà le antiche ricette tipiche del territorio rivisitate in chiave moderna.
Sarà poi una giuria composta da giornalisti, gastronomi, chef ed esperti di folklore a valutare, con una scheda tecnica a punteggio, le contrade e a decretare, nella serata conclusiva dell’evento, il rione vincitore.
Non mancheranno, nella due giorni dedicata ai sapori della tradizione locale, degustazioni, laboratori di vimini, legno, rame, merletti e il prezioso contributo della riserva Regionale dell’ Oasi di Serranella con la sua flora, la sua fauna e i suoi orti didattici.
Ad accompagnare il festival culinario delle contrade altinesi tanta buona musica e intrattenimento di ogni genere, curati dalla direzione artistica di Anna Anconitano, con la New Old Band, i Zubarzò, Lu Sole Allavate, Incursioni Musicali, Luca e Noè, Melvis Band, Le Tarantelle del Gargano, Li straccapiazz, Ma le Donne, artisti di strada e il folklore messo in scena dalle contrade partecipanti al palio.