Enza Blundo su circoscrizione Pettino

La senatrice del Movimento 5 stelle: “Dove sono i lavori”?Enza Blundo

L’AQUILA – «Tutte le circoscrizioni aquilane in questi mesi stanno lavorando ai progetti di miglioramento e alle esigenze richieste dai territori. Mi spiace che ancora però non si siano visti i frutti del lavoro della circoscrizione di Pettino».

È quanto afferma la Senatrice del Movimento 5 Stelle, Enza Blundo.

«Al momento non ho trovato alcuna traccia dei lavori e delle proposte o progetti che la circoscrizione pensavo potesse mettere in campo al fine di realizzare concretamente quel percorso di rinascita di cui una città come L’Aquila ha urgentemente bisogno. Ricordo inoltre che proprio Pettino fu parte, nella primavera del 2010 dei tavoli di lavoro che si erano spontaneamente venuti a formare grazie alla volontà dell’intera cittadinanza aquilana nel voler vedere rinascere la città dalle macerie del sisma».

«La realtà delle circoscrizioni – prosegue Blundo – rappresenta il primo contatto della politica coi cittadini nonché la prima essenziale fase della democrazia ed è importante oggi più che mai, per L’Aquila, che vi sia un dialogo diretto con i rappresentanti politici».

«Attualmente la circoscrizione di Pettino è scevra da legami che al momento della elezione del suo presidente la tenevano agganciata alla nomina di Silvano Braccani, presunto condannato per truffa ai danni dello Stato, condanna tra l’altro, che richiede comunque la necessità di essere ulteriormente approfondita e dimostrata, ma per effetto della quale lo stesso Braccani non poté assumere il ruolo di presidenza».

«Non mi spiego» – aggiunge la senatrice 5 stelle – «come mai l’attuale presidente di Pettino non sia intervenuto per chiedere agli eletti una attività più prolifera al fine di tutelare e migliorare il quartiere. Pettino era anche prima del terremoto un rione che richiedeva la necessità di essere migliorato pure per uscire fuori dal contesto a cui per decenni è stato relegato, di quartiere dormitorio».

«Mi rallegro comunque per il grande e bel lavoro che stanno operando tutti questi giovani ragazzi e ragazze eletti nelle circoscrizioni che con la loro forza d’animo e il coraggio che li contraddistingue stanno contribuendo a rendere migliore la nostra città. Invito fin da ora tutti i rappresentanti circoscrizionali a venire in Senato affinché si rendano conto di quanto sia importante il loro ruolo e la loro attività».

«Auspico quanto prima» – conclude Blundo – «di poter visionare di persona i lavori e le progettualità della circoscrizione di Pettino poiché è indispensabile un’opera di rivalutazione di tutta la zona che conteneva in sé varie problematiche anche di socializzazione, fin da prima del terremoto del 2009».

Sen. Enza Blundo

Movimento 5 Stelle

CONDIVIDI