Empoli-Lanciano 2-2: Plasmati risponde a Tavano, la Virtus ferma la squadra toscana

300px-Guido_Biondi_di_LancianoEMPOLI – Buon punto della Virtus Lanciano che esce indenne dalla trasferta di terra toscana contro una della compagini più in forma del campionato. Gara decisa nella prima frazione di gioco dalle doppiette di Tavano da una parte e di Plasmati dall’altra. Botta e risposta tra due squadre che si sono date battaglia dunque soprattutto nei primi quarantacinque minuti. Martedì al Biondi attesa sfida contro l’Hellas Verona, terza forza del campionato con 57 punti conquistati contro i 38 della squadra rossonera che resta a metà classifica.

4-3-1-2 per la squadra di Sarri che ha in linea mediana Laurini, Romeo, Regini e Hysaj. A centrocampo troviamo Moro, Valdifiori e Croce con Saponara dietro le due punte Tavano e Maccarone. Risponde Gautieri con il 4-3-3 composto da Almici, Aquilanti, Rosania (con Amenta in panchina) e Scrosta (per Mammarella infortunato) in difesa; trio di centrocampo composto da Paghera, D’Aversa e Volpe (questi ultimi due preferiti a Minotti e Vastola) mentre in avanti Plasmati e Di Cecco vengono preferiti a Turchi e Falcinelli con Piccolo confermato. Diverse dunque le novità anche per gestire al meglio le energie in vista del prossimo ravvicinato ed impegnativo incontro.

IL MATCH – Al 9′ Maccarone è bravo a guadagnarsi il corner che un minuto dopo permette ai padroni di casa di sbloccare il punteggio: dalla destra dopo uno scambio ravvicinato dal fondo e sfera arriva tra i piedi del bomber Tavano che con il sinistro di prima intenzione a centro area batte Leali che non riesce a respingere la ravvicinata conclusione. Passano tre minuti e la Virtus pareggia in conti con Plasmati che smarcato in area da Paghera, controlla di sinistro e conclude di destro con il portiere Bassi in uscita. L’Empoli si rende pericoloso con Croce in area ma la sua rovesciata si spegne a lato dopo una pericolosa mischia in area rossonera. La squadra di Gautieri è cinica ed al secondo vero affondo passa in vantaggio: traversone dalla sinistra, sponda aerea di testa di Di Cecco per Volpe che conclude di destro al volo da limite dell’area centrando in pieno la traversa ma sulla respinta Plasmati è più lesto di tutti a ribadire in rete di destro al volo a pochi passi dalla porta avversaria. Ma la squadra di Sarri dimostra di essere infallibile sotto porta e poco più di un minuto dopo sfutta al meglio una sbavatura della difesa abruzzese: Saponara serve in area ancora Tavano che controlla e tira in diagonale preciso a riportare il punteggio sul pareggio. Nell’occasione Aquilanti nel tentativo di allontanare di testa serve sul piatto d’argento la palla del pari. Scatenato Tavano che al 37′ prova dalla distanza ma Leali di pugno è attento a respingere.

Nella ripresa Gautieri inserisce prima all’8′ Amenta per Rosania quindi al 12′ Turchi per Paghera e tre minuti dopo ha un favorevole pallone in area con Volpe che a tu per tu con Bassi colpisce sull’esterno della rete. Qualche istante è Plasmati in area, spalle alla porta, a provare un’improbabile rovesciata. Al 15′ Leali compie un grande intervento su conclusione di Saponara dal limite dell’area, deviando la sfera sulla sua destra quindi Maccarone prova a rimetterla al centro dove Aquilanti sventa il pericolo salvando sulla linea di porta. Clamoroso liscio di Leali che al 25′ si fa passare un innocuo pallone sotto le gambe con Croce rapidissimo ad inserirsi sul secondo palo per battere a porta vuota ma Almici e Amenta respingono sulla linea con il centrocampista che protesta perchè riteneva che il pallone avesse varcato integralmente la linea di porta. Il portiere ospite si riscatta pochi minuti dopo con un intervento su bolide dai 30 metri di Croce e su Saponara che si era smarcato sotto porta all’altezza del primo palo. La Virtus mette la firma in due azione di rimessa prima con Piccolo che servito sulla destra è molto bravo a puntare centralmente la porta aggirando in velocità un avversario ma in area è troppo frettoloso a concludere largo sul primo palo. Quindi è ancora Plasmati, tra i migliori del match, con un potente sinistro al volo in area ad impegnare con un diagonale Bassi che si rifugia in angolo, chiudendo il suo palo.

TABELLINO:

EMPOLI-LANCIANO 2-2

EMPOLI (4-3-1-2) – Bassi; Laurini, Romeo, Regini, Hysaj; Moro, Valdifiori (dal 30′ s.t. Signorelli), Croce (dal 36′ s.t. Pucciarelli); Saponara; Tavano (dal 44′ s.t. Shekiladze), Maccarone. A dispo: Pelagotti, Accardi, Gigliotti, Bationo. All. Sarri.

VIRTUS LANCIANO (4-3-3) – Leali; Almici, Aquilanti, Rosania (8′ st Amenta), Scrosta; Paghera (12′ st Turchi), D’Aversa, Volpe; Piccolo (35’Falcinelli), Plasmati, Di Cecco. A disp: Aridità, Falcone, Minotti, Vastola. All. Gautieri

Arbitro: Sig. Roca di Foggia (Berardoni-Marinelli)

Reti: 10’e 35′ Tavano, 13’e 34′ Plasmati

Angoli: 11-4

Ammoniti nessuno

Recupero: 1 minuto nel primo tempo, 3 minuti nella ripresa

Spettatori: 1.041, incasso 4.376 euro, abbonati 1.409 (6.209 euro).

RISULTATI DELLA 31ESIMA GIORNATA:

Reggina – Cesena 1-2 (giocata venerdì)
Hellas Verona – Livorno 1-1 (giocata venerdì)
Brescia – Bari 1-1
Empoli-Virtus Lanciano 2-2
Grosseto – Modena 2-0
Juve Stabia – Ascoli 1-1
Novara – Crotone 5-1
Padova – Pro Vercelli 0-1
Sassuolo – Cittadella 1-0
Spezia – Varese 0-0
Vicenza – Ternana 0-1

CLASSIFICA:

Sassuolo 70 Livorno 59 Hellas Verona 57 Empoli 50 Varese 47 Brescia e Padova 42 Juve Stabia 40 Novara 39 Modena, Ternana e Virtus Lanciano 38 Ascoli, Cittadella e Cesena 37 Crotone 36 Spezia 35 Bari 33 Reggina 32 Vicenza 31 Pro Vercelli 25 Grosseto 22.