Deposito Dei Segni: in Libano per il meeting internazionale per favorire e sostenere la solidarietà tra i popoli

Sono partiti ieri per il Libano i componenti dell’associazione Deposito Dei Segni alla volta del Janana Summer Encounter 2009, al quale parteciperanno, per il sesto anno consecutivo, dal 25 luglio al 18 agosto.

Il meeting internazionale di formazione e aggiornamento per operatori socioculturali impegnati nei campi profughi palestinesi e nelle aree emarginate e svantaggiate del Libano è organizzato dal Centro “Al Jana/Arcpa di Beirut ed ha l’obiettivo di aggiornare la formazione degli operatori palestinesi e libanesi sugli orientamenti innovativi dei linguaggi artistici ed espressivi, individuati come strumenti creativi capaci di favorire e sostenere relazioni di crescita, comunicazione e solidarietà tra i popoli.

Il Centro Al-Jana è anche promotore del “Festival Internazionale del Cinema dei Giovani” che si svolge a Beirut in autunno, e a cui partecipano films da tutto il mondo realizzati da giovani fino a 18 anni.

Al meeting partecipano, ogni anno, operatori provenienti da diversi paesi del mondo, esperti in differenti linguaggi: teatro, danza, musica, discipline plastiche, yoga, nuovi linguaggi multimediali, fotografia, scrittura creativa.

Il workshop di formazione che Cam Lecce e Jörg Grünert presenteranno ha il titolo “The living book” e si propone di far acquisire ai partecipanti strumenti e metodi creativi per sperimentare progetti educativi di supporto alla crescita, formazione e scolarizzazione dei bambini e adolescenti, promozione multiculturale.

I partecipanti, infatti, impareranno tecniche per inventare una fiaba, seguendo uno schema predefinito, tecniche per elaborare la narrazione da drammatizzare, tecniche per costruire un libro che sarà illustrato attraverso la scrittura, il disegno e la pittura. Tecniche per raccontare con il linguaggio del corpo la fiaba inventata. Insieme a Cam e Jörg andrà, per effettuare un reportage, il fotografo Jacopo Pasqui.

L’intervento al Janana Summer Encounter Forum fa parte del più vasto progetto “La linea di pace”, a cura del Deposito Dei Segni. Il progetto è sostenuto dai Comuni di Pescara (capofila), Spoltore, Giulianova, dalle Province di Pescara e Teramo, dalla Regione Abruzzo. Gode del patrocinio della Presidenza della Giunta Regionale, della Presidenza del Consiglio Regionale, della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Teramo, delle Facoltà di Scienze Sociali e della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università “G. d’Annunzio” di Pescara-Chieti, dell’Aiccre Abruzzo, della CGIL Regionale e delle Camere del Lavoro Territoriale di Pescara e Teramo.