Delocalizzazione antenne San Silvestro: Mascia e Sospiri in audizione a L’Aquila

PESCARA – Il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia ieri mattina , con il consigliere Pdl Lorenzo Sospiri, è stato ascoltato in audizione dalla Conferenza regionale dei Capigruppo sulla vicenda della delocalizzazione delle antenne di San Silvestro. Presenti anche il Direttore generale Stefano Ilari e il dirigente comunale delegato alla vicenda.Non ha dubbi il sindaco le antenne dovranno essere spostate  perché San Silvestro non è più sito idoneo per ospitare tali  impianti per i quali, peraltro, la Guardia di Finanza ha certificato e verificato l’assenza di autorizzazioni che ha determinato la firma delle ordinanze di disattivazione da parte dell’Ufficio tecnico comunale. .Il Comune di Pescara e la Regione Abruzzo proseguiranno insieme lungo la strada ormai tracciata per la delocalizzazione .Inoltre mentre i titolari delle emittenti hanno annunciato la richiesta di far ripetere l’esecuzione delle analisi sui valori delle emissioni di onde elettromagnetiche, il sindaco  ha  espresso  la volontà di commissionare alla Asl un’indagine epidemiologica, mai eseguita prima d’ora, per verificare quelli che sono stati sino a oggi l’impatto e gli effetti delle onde elettromagnetiche sulla salute dei cittadini che vivono sotto ‘l’ombrello’ delle antenne.

Ha detto il sindaco:

in realtà si è trattato di un incontro assolutamente positivo che mi ha consentito di fare chiarezza e di illustrare tutta la vicenda anche a quei consiglieri regionali che avevano seguito solo di sfuggita il ‘caso’ delle antenne di San Silvestro e che invece oggi, nell’incontro voluto dal Presidente del Consiglio regionale Nazario Pagano, hanno avuto modo di entrare nel merito. Personalmente ho voluto ringraziare il Presidente della Regione Abruzzo Gianni Chiodi e la Regione Abruzzo stessa per il sostegno e l’appoggio che hanno dimostrato sino a oggi nei confronti di Pescara e dei cittadini di San Silvestro, appoggiando anche a Roma ogni iniziativa utile a restituire tranquillità a quasi 3mila abitanti di un intero quartiere di Pescara, consentendoci di raggiungere un risultato storico, ossia l’esclusione di San Silvestro dal Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze a partire dallo scorso marzo aprendo l’iter per la loro delocalizzazione. Subito dopo con la stessa Regione Abruzzo abbiamo disposto e ottenuto l’Istituzione di un Tavolo tecnico regionale che, alla presenza dei rappresentanti delle stesse emittenti, aveva l’obiettivo di agevolare il processo di delocalizzazione delle antenne, supportando la fase di scelta del nuovo sito sui 130 disponibili, ossia 129 siti a terra e la piattaforma off shore al largo di Pescara, secondo il progetto redatto dalla Facoltà di Ingegneria dell’Università de L’Aquila su commissione della stessa Regione Abruzzo, uno studio che ha prodotto una proposta innovativa e sperimentale che è piaciuta anche all’Agcom che ha inserito il sito nel Piano Nazionale di assegnazione delle Frequenze. Nel frattempo sono arrivati anche i risultati dell’indagine condotta dalla Guardia di Finanza che ha certificato l’assenza delle autorizzazioni per 59 impianti, che fanno capo a 55 aziende, delegando, per legge, al Comune, l’obbligo di emanare ordinanze dirigenziali, e non sindacali, quindi atti amministrativi, e non politici, per imporre alle emittenti la redazione di un Piano di Risanamento entro 60 giorni dalla notifica degli atti, Piano che ovviamente non può più essere redatto su San Silvestro, che non è più sito idoneo, pena la disattivazione degli impianti al 30 novembre. Nei giorni scorsi i titolari delle emittenti hanno chiesto udienza al Presidente del Consiglio regionale Pagano, sperando, probabilmente, di riaprire la partita, e invece determinando la convocazione odierna in Conferenza dei capigruppo che è stata l’occasione per illustrare a tutte le componenti della Regione la situazione di San Silvestro, generando dunque un’audizione positiva.

Il Comune di Pescara e la Regione Abruzzo – ha ribadito il sindaco Albore Mascia con il consigliere Sospiri – vanno avanti lungo la strada già tracciata. Anzi, a fronte della richiesta delle emittenti di ripetere le analisi sulle emissioni di onde elettromagnetiche a San Silvestro, personalmente commissionerò alla Asl l’esecuzione di un’indagine epidemiologica per verificare, per la prima volta in assoluto, gli effetti e l’impatto che le onde elettromagnetiche hanno avuto in questi anni sulla salute della popolazione che vive sotto ‘l’ombrello’ delle antenne. Comprendo il malumore dei titolari delle emittenti, comprendo le preoccupazioni per i costi legati all’operazione di delocalizzazione, in seguito a una battaglia però che ormai va avanti da più di vent’anni, ma ormai le antenne devono prepararsi a lasciare San Silvestro.

Dopo l’audizione del sindaco Albore Mascia, la conferenza dei capigruppo ha ascoltato il Comitato dei residenti di San Silvestro, ugualmente convocati in Regione a L’Aquila.