Conclusa la mostra :‘Sogno un Mondo per tutti’

I quadri hanno rivelato la ricchezza del  mondo interiore degli artisti diversabili che attraverso la pittura hanno superato le barriere della incomunicabilità

PESCARA – Il sindaco Albore Mascia e l’assessore alle Politiche sociali Guido Cerolini si sono espressi  sulla mostra  degli artisti diversamente abili inaugurata lo scorso 11 novembre e ormai giunta a conclusione.

In riferimento alla stessa ha detto il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia:

l’arte pittorica quale mezzo di espressione e strumento rivelatore del mondo interiore di ragazzi diversamente abili che pure, attraverso l’uso dei pennelli o dei materiali, ci raccontano la loro visione della ‘normalità’ affrontando tematiche importanti come le morti bianche o lo sfruttamento del lavoro nero. E’ quanto ha offerto la mostra ‘Sogno un Mondo per tutti’, promossa dalla Comunità di Sant’Egidio, venticinque opere realizzate da artisti con gravi disabilità intellettive e motorie, che dopo essere stata ospitata nell’atrio del Liceo Artistico Bellisario di Pescara ha ripreso il suo tour per l’Italia.

Per la nostra amministrazione comunale è stato un orgoglio aver accolto tale iniziativa in una scuola del territorio, simbolo della sensibilità verso un mondo che richiede il massimo sforzo delle Istituzioni per garantirne la giusta valorizzazione.

Ha ricordato l’assessore Cerolini:

lee opere che abbiamo visto esposte sono state eseguite da artisti diversabili appartenenti all’Associazione del Movimento Amici. Il titolo dell’esposizione, ‘Sogno un mondo per tutti’, è stato scelto dagli stessi ragazzi, che hanno dei deficit intellettivi, molti non hanno nemmeno la capacità di esprimersi verbalmente, ma sono comunque ragazzi che hanno compensato tale carenza attraverso l’uso dei pennelli, attraverso la pittura, che ha consentito loro di superare la barriera del linguaggio, quella barriera di cemento che a volte provoca l’incomunicabilità tra utenti.

Attraverso i quadri abbiamo potuto comprendere la ricchezza del mondo di tali artisti, riaprendo il cuore e la mente alla disponibilità all’ascolto, rallentando i nostri ritmi.

Ha ribadito il dirigente scolastico del Liceo ‘Bellisario’  Di Michele:

abbiamo aderito con entusiasmo all’iniziativa perché compito della scuola è anche quello di valorizzare il talento dei ragazzi, adempiendo al nostro dovere di educatori e l’arte è un modo per arricchire le persone consentendo a tutti di esprimersi. La scuola ha il dovere di sostenere la crescita dei nostri ragazzi come ‘cittadini del mondo’ insegnando loro a interagire con tutto ciò che c’è di positivo e aiutandoli anche a confrontarsi con il mondo della disabilità.

Ha ricordato il sindaco Albore Mascia che ha visitato la mostra con i responsabili dell’Associazione Amici, che ha sede a Roma:

l’amministrazione comunale di Pescara  ha uno stretto rapporto di collaborazione con le Associazioni che ogni giorno operano infaticabilmente nel mondo della disabilità, e con le stesse famiglie alle quali cerchiamo di garantire il massimo supporto. E si tratta di una collaborazione straordinaria perché tra quei ragazzi ritroviamo il verso senso dell’amicizia.

L’iniziativa promossa dalla Comunità di Sant’Egidio e soprattutto la risposta del territorio, considerando le centinaia di persone che in quattro giorni hanno visitato l’esposizione, rappresentano per il nostro governo territoriale un ulteriore stimolo a profondere un supplemento di attività, impegnandoci a reperire nel prossimo bilancio ulteriori risorse da destinare alla promozione di interventi extradidattici che offrano ai nostri giovani diversamente abili una via di espressione. Un impegno che già abbiamo ribadito pochi giorni fa partendo dalle segnalazioni del signor Claudio Ferrante circa la presenza di barriere architettoniche sul nostro territorio, barriere che, proprio con il supporto concreto del signor Ferrante, andremo a demolire per restituire autonomia e libertà di espressione a tanti ragazzi.