Chieti, Meeting Internazionale “Grandi Progetti nel Mediterraneo”

La sesta edizione del Meeting, presentata sabato in Regione a Pescara, si svolgerà dal 13 al 15 dicembre presso il Centro Espositivo della Camera di Commercio di Chieti

PESCARA – Si terrà dal 13 al 15 dicembre 2011, presso il Centro Espositivo della Camera di Commercio di Chieti in Via Pomilio a Chieti Scalo, il 6° Meeting Internazionale “Grandi Progetti nel Mediterraneo”, presentato sabato in Regione a Pescara.La manifestazione vuole essere un punto d’incontro di operatori pubblici e privati per sviluppare i rapporti tra i diversi paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

 Ha detto il Vice Presidente Castiglione:

si tratta di un appuntamento di grande rilevanza e che si avvia a diventare insieme al FORUMED un altro momento importante di dialogo, di confronto tra il mondo imprenditoriale, le istituzioni e mondo finanziario su quanto accade e sulle opportunità della intera area Euromediterranea e quindi anche Balcanica. Vogliamo accelerare il ruolo che L’Abruzzo riveste nel bacino del Mediterraneo e dei Balcani nella capacità di promuovere reali processi di integrazione politica e di coesione socio economica e culturale tra i diversi popoli che vi si affacciano.

Abbiamo avviato come Sviluppo Economico da quasi tre anni una serie di importanti attività nel campo della cooperazione territoriale con diversi Paesi e ciò ci ha permesso di produrre numerose iniziative politiche, economiche, istituzionali, sociali e culturali tale da poter oramai considerare acquisita una effettiva capacità dell’Abruzzo di mettersi in dialogo e di proiettarsi in un destino comune con i Paesi bagnati dall’Adriatico e dal Mediterraneo. Ricordiamo tra i documenti firmati: l’Intesa con la Bosnia Erzegovina, la dichiarazione di intenti con la Regione di Scutari della Repubblica di Albania, il protocollo d’intesa con il Comune di Mostar, l’Intesa con la Repubblica Moldova, il Memorandum con la Regione Prahova della Romania, la lettera d’intenti con la Camera di Commercio Regionale di Valjevo in Serbia e l’Accordo con la Camera di Commercio della Serbia. In quest’ottica rientra anche l’attività volta a migliorare i collegamenti con l’aeroporto d’Abruzzo e i Balcani (vedi il nuovo volo Pescara-Mostar) e l’impegno per futuri nuovi collegamenti.

Il Vice Presidente Castiglione ha sottolineato anche il ruolo dell’Abruzzo di regione capofila nei vari progetti con i Paesi d’oltre mare:

l’Abruzzo ricopre il ruolo di Regione coordinatrice dei Progetti IPA Area Balcanica e si è aggiudicata due importanti Progetti Med quali il Rempo Retail e Otremed e con le risorse che arriveranno dai FAS e con il Progetto Abruzzo 2015 è nostra intenzione realizzare iniziative di formazione di contratti di Rete specificatamente per l’Area Mediterranea, andandone a coordinare le direttrici e le progettualità”. Alla tre giorni del Meeting Internazionale parteciperanno fra gli altri il Presidente della Regione Abruzzo Gianni Chiodi, l’ Assessore Regionale alle attività produttive Alfredo Castiglione, amministratori locali, presidenti di enti e associazioni di categoria. Saranno ospitati poi, l’ambasciatore della Bulgaria Boyco Kadrinov, rappresentanti del Governo del Montenegro, Serbia, Croazia, Bosnia ed Herzegovina, della Libia e del Marocco, Turchia, Angola, Moldavia. Il Meeting accoglierà anche società e strutture statali o partecipate dallo Stato. E’ annunciata la presenza di Pasquale Marchese, Direttore responsabile servizi privati Poste Italiane, di Donato Carlea, Provveditore Interregionale delle Opere Pubbliche Lazio-Abruzzo-Sardegna e di Luciano Di Fraia, membro della commissione Europea sull’energia rinnovabile.

In conclusione del suo intervento il Vice Presidente ha sottolineato che

come Abruzzo dobbiamo essere più forti, assieme a tutta l’area e chiedere alla U.E. che venga definitivamente riconosciuto il libero scambio non solo eliminando i dazi, ma tutte le barriere commerciali. Bisogna arrivare ad una vera area di libero scambio del Mediterraneo, entrando anche qui nell’ottica dei Poli di innovazione tra PMI e Contratti di Rete, due strumenti fondamentali per la politica di Internazionalizzazione.