Chieti, bilancio e piano di riequilibrio e vendita patrimonio immobiliare ad Invimit

CHIETI – La Provincia di Chieti con D.C. n. 8, del 07.02.2013 Provincia di Chieti logoapprovava il Piano di riequilibrio finanziario pluriennale, nel quale era previsto il riassorbimento del disavanzo di amministrazione alla data del 31.12.2012 di complessivi € 8.527.463,77, oltre a debiti fuori bilancio da riconoscere per complessivi € 1.187.323,68;

– Il Piano di riequilibrio veniva definitivamente approvato dalla Sezione Regionale di Controllo per l’Abruzzo della Corte dei Conti, con Deliberazione n. 373/2013/PRSP del 25/09/2013;

– Il Governo con recenti provvedimenti finanziari (D.L. n. 66/2014 e Legge di Stabilità 2015), ha imposto alla provincia di Chieti una sostanziale eliminazione dei trasferimenti erariali e contributi alla finanza pubblica quantificati in € 5.764.982,59 (D.L. n° 66, artt. 47 e 19) e € 3.036.947,86 (Legge n° 190/2014) che rendevano impossibile il rispetto del Piano, come rilevato dalla stessa Sezione Regionale della Corte dei Conti;

– Negli anni 2013 e 2014, infatti, per effetto di tali misure, il disavanzo risulta aumentato, sino all’importo di € 13.007.565,18;

– La Corte ha rilevato lo sforzo di razionalizzazione della spesa corrente fatto dalla Provincia di Chieti che, negli anni 2013-2015, è riuscita nell’intento di ridurre detta spesa ad un livello inferiore a quello previsto dallo stesso Piano di riequilibrio e con deliberazione n. 31/2015/PRSP del 17 e 24 marzo 2015, adottata in sede di esame della situazione finanziaria dell’ente, relativa al secondo semestre 2014 precisa che “alla luce delle conseguenze finanziarie delle citate norme appare più stringente la necessità, per la Provincia di Chieti, di attivare leve straordinarie sul fronte delle entrate, quali quelle legate alla dismissione del patrimonio immobiliare.” E, nella stessa Delibera più in dettaglio, “la prima misura straordinaria consisterebbe nell’avviare l’operazione di cessione del patrimonio immobiliare ad un fondo della Invimit Sgr secondo le procedure previste dalla Circolare 1/2015 congiunta del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione e del Ministro per gli affari regionali e le autonomie …..”;

– A tal fine questo Ente ha deciso di ricorrere alla procedura di vendita del patrimonio immobiliare sulla scorta delle indicazioni contenuta nella Circolare n. 1/2015 del 29/01/2015, dei Ministri Madia e Lanzetta che consentiva con riferimento al patrimonio immobiliare di proprietà delle Province di procedere al trasferimento, a titolo oneroso, ad un fondo immobiliare sottoscritto da investitori professionali privati, appositamente istituito da Invimit Sgr, società detenuta al 100% dal MEF.

– In data 11.02.2015 questo Ente, a nome anche delle Province di Imperia, Verbano-Cusio-Ossola, Ascoli Piceno e Potenza, anch’esse in situazione di riequilibrio finanziario pluriennale, proponeva alla predetta INVIMIT S.g.r. una complessiva operazione di trasferimento oneroso al fondo immobiliare appositamente costituito dalla società di immobili appartenenti alle Province;

– Come ente capofila della delegazione delle province in riequilibrio la provincia di Chieti ha partecipato a diverse riunioni alla sede di INVIMIT che si sono susseguite tra il mese di marzo fino al mese di luglio.

-Nel mese di agosto ha fatto seguito una complessa istruttoria, nel corso della quale la valutazione degli immobili da cedere veniva condotta da valutatori indipendenti attraverso meticolosi sopralluoghi.

– Con nota del 16.09.2015 la società INVIMIT ha fatto pervenire a questo Ente le sottoelencate proposte irrevocabili di acquisto di immobili di proprietà provinciale:

1. Porzioni immobiliari site nel Comune di Chieti, al Corso Marrucino n. 97, utilizzate come sede della Prefettura e della Questura; prezzo offerto per l’acquisto: € 6.301.944,00;

2. Immobile sito nel Comune di Chieti, alla Piazza Vittorio Emanuele II, n. 16, sede del Tribunale; prezzo offerto per l’acquisto: € 9.889.986,00;

– Il ricavato della vendita consentirà all’Ente di chiudere anticipatamente la procedura di riequilibrio, mediante l’assorbimento dell’intero importo del disavanzo di amministrazione risultante dal rendiconto della gestione 2014, come sopra precisato, in complessivi € =13.007.565,18=;

– Il Consiglio provinciale è stato convocato per il prossimo 29.09.2015 per approvare la vendita alla società INVIMIT S.g.r. S.p.a. degli immobili di proprietà provinciale per il prezzo offerto dalla medesima Società e alle condizioni indicate nelle proposte irrevocabili di acquisto.