Campli: per tre giorni si parlerà di Droga ed alcool

CAMPLI (TE) – Parte oggi una serie di incontri e dibattiti, che si svolgeranno nell’arco di tre giorni, su droga e alcool. L’assessorato alle politiche giovanili del comune di Campli infatti  sponsorizza l’iniziativa con la quale  dal 26 al 28 maggio, presso la sala consiliare del comune con alcuni dei personaggi impegnati quotidianamente in prima linea nell’affrontare questi problemi, si cercherà di rompere il velo dell’incomunicabilità su  droga e alcool. Si parlerà dei giovani e dei loro disagi e si cercherà di  capire cause e possibili soluzioni ai due grandi mali di questa generazione.

In una società, sempre più spersonalizzante, fatta di innumerevoli contenitori vuoti di contenuti, il rischio di allontanarsi dal vero significato della vita, entrando in una spirale di assenza di comunicazione ed angosciante solitudine, diventa sempre più tangibile e reale. La risposta a questo muto grido di allarme passa purtroppo attraverso forme artificiali di aggregazione quali alcool e droghe, che finiscono per aggravare il problema, diventando uno dei rischi sociali più gravi nella storia recente del nostro paese.

All’evento, organizzato in collaborazione con le organizzazioni Giovani Democratici Teramo ed Officine Indipendenti parteciperanno il direttore del centro per il volontariato di Teramo, Mauro Ettorre, lo psicoterapeuta Giuseppe Biancucci e lo psicologo della comunità “Mondo Nuovo” Gaetano Ruggieri, sotto il coordinamento scientifico curato dalla dottoressa Italia Calabrese, consigliere con delega al sociale nello stesso comune.

L’idea è quella di progettare politiche sociali partecipate e condivise, unendo agli sforzi, già messi in atto dall’amministrazione, nel favorire altre forme di aggregazione ai giovani del proprio territorio, un approccio scientifico al problema, per comprenderlo ulteriormente e trovare insieme ai cittadini le soluzioni più adatte.