Avezzano: seminario sulle pari opportunità

AVEZZANO – Nell’ambito del progetto” Luci e Ombre” promosso dalla coperativa Fantacadabra, mercoledì 17 Marzo, presso il Castello Orsini di Avezzano, a partire dalle ore 10:00, verrà condotto un seminario per promuovere le politiche sulle Pari Opportunità. L’obiettivo principale dei seminari , in cui è articolato  il progetto stesso, è sensibilizzare l’opinione pubblica su problematiche che vanno dalla violenza sulle donne ai disturbi del comportamento alimentare.

Relatori saranno la Dott.ssa Alfonsina Babbo e la Dott.ssa Daniela Corbi per gli aspetti scientifici afferenti l’area psicologica, aprirà i lavori con una breve introduzione sul tema la Dott.ssa Manuela Gemini.

L’evento coinvolgerà gli studenti del Liceo Classico e dell’Istituto Psico-Pedagogico di Avezzano, i cui Dirigenti Scolastici hanno manifestato interesse e sensibilità verso i temi trattati.

Ha dichiarato la Dott.ssa Manuela Gemini, Educatrice ed organizzatrice del Seminario per conto dell’Associazione Culturale Faro di Avezzano:

il medesimo rappresenta il secondo dei Convegni previsto dal progetto Luci e Ombre, finalizzato a sensibilizzare la Comunità e soprattutto i giovani verso problematiche quali la violenza sulle donne, lo Stalking, i Disturbi del Comportamento Alimentare e il Mobbing, per restituire dignità ed autostima a chi è rimasto vittima di un’offesa o di una persecuzione.

Il Progetto “Luci e Ombre”, partito a dicembre del 2009 con la pubblicazione di un calendario dedicato al tema delle Pari Opportunità ideato dal fotografo Antonio Oddi, per quanto riguarda tutta l’attività tesa a determinare momenti di riflessione condivisa con i giovani gode del patrocinio da parte della Regione, del Comune di Avezzano e della Fondazione Micron Technology. Il calendario, strumento di comunicazione  sociale, è nato con l’intento di dare sostegno alle politiche per le Pari Opportunità, attraverso la condivisione e la promozione del superamento  di ogni discriminazione e attraverso la valorizzazione delle differenze umane.

Ha concluso la Dott.ssa Manuela Gemini :

il calendario ha rappresentato un insostituibile strumento per divulgare il progetto e favorire un’attività di autofinanziamento; con le offerte raccolte in virtù della sua distribuzione, continueremo a sostenere gli obiettivi del nostro progetto, che sono quelli di promuovere il superamento di ogni discriminazione e la valorizzazione delle differenze umane.