Atri: la Concattedrale si prepara ad ospitare le spoglie di Celestino V

ATRI (TE) – Sarà la città di Atri ad ospitare per il mese di novembre l’urna contenente le spoglie mortali di San Pietro da Morrone, poi divenuto Celestino V. Dal 31 ottobre fino al 29 novembre sarà presente nella Concattedrale della città teramana nell’ambito delle iniziative che la Conferenza Episcopale Abruzzese-Molisana ha promosso per l’ottavo centenario della nascita del Papa della Perdonanza. Prima di giungere ad Atri è previsto la “peregrinatio” dalla Diocesi di Sulmona passando per quella di Chieti.

Sui motivi della scelta della cittadina di Atri si pronuncia Mons. Seccia:

Inizialmente si era pensato di renderla itinerante nel territorio diocesano, ma poi per la difficoltà nel trasporto e per tutelare al meglio l’urna, già scampata al terremoto, abbiamo scelto Atri. Anche perché qui ci sono molte tracce che testimoniano la presenza dei celestiniani.

L’urna arriverà in piazza Duchi D’Acquaviva alle ore 20.30 di sabato e da qui si svolgerà la processione che si concluderà con la deposizione dell’urna nella Concattedrale. Grandi momenti di preghiera, ma anche un appuntamento che si preannuncia corredato da convegni su Celestino V attraverso le opere di Ignazio Silone e le testimonianze di fede di Ernesto Olivero, fondatore del Servizio Missionario Giovani di Torino. Momenti dunque di raccoglimento e di approfondimenti culturali sulla figura del Papa, che secondo il Vescovo è caratterizzata da: obbedienza, coscienza e  riconciliazione. Alti valori dunque che dovrebbero costituire la base di ogni buona educazione.