Approvato Progetto di Legge regionale a favore dell’agricoltura e della pesca in Abruzzo

Prevede indennizzi per la marineria pescarese per il prolungamento del fermo a causa del mancato dragaggio

PESCARA – Ieri è stato approvato all’unanimità dal Consiglio regionale il Progetto di Legge regionale, di cui l’Assessore, Mauro Febbo, è primo firmatario, che prevede misure urgenti per lo sviluppo dell’agricoltura e della pesca in Abruzzo. Il provvedimento ha visto la piena condivisione dei rappresentanti di tutte le forze politiche presenti all’Emiciclo che non solo lo hanno sottoscritto, ma hanno permesso lo svolgimento di una seduta straordinaria dell’ Assise regionale. Per questo l’assessore Febbo, durante il suo intervento, ha voluto ringraziare pubblicamente tutti i colleghi Consiglieri della maggioranza e dell’opposizione. Il Progetto contiene norme riguardanti gli indennizzi da corrispondere alla marineria di Pescara per il prolungamento del fermo e i criteri di erogazione dei contributi all’Associazione regionale allevatori (Ara). Al fine di intervenire concretamente e dare un sostegno alla marineria di Pescara alle prese con il mancato dragaggio si stabilisce che la scadenza del fermo della pesca praticata con sistemi a strascico è ulteriormente differita dal 28.02.2013 al 30.04.2013. Alle imprese stesse verrà corrisposto un sostegno economico. L’altro punto riguarda l’ARA con l’Amministrazione regionale che viene autorizzata ad anticipare all’Associazione allevatori il 50% del contributo pubblico delle disponibilità iscritte nel bilancio annuale al fine di consentire la continuità nell’espletamento di servizi fondamentali come i controlli funzionali, garanzia di qualità per il consumatore, e la tenuta dei libri genealogici.