Al via a Pescara ‘Cioccolandia’

PESCARA – L’assessore al Commercio  del Comune di Pescara,Gianni Santilli  ieri  ha aperto ‘Cioccolandia’ , la Festa del Cioccolato  alla sua terza edizione, con Angelo Bonsignore e Luigi Patriarca, delle Associazioni Agorà ed Eventi, che hanno curato l’organizzazione dell’evento.La rassegna andrà avanti sino a domenica 4 novembre in un crescendo di bontà e prelibatezze che richiameranno  il pubblico di piazza Sacro Cuore e corso Umberto, approfittando anche della festività del primo novembre. Cremini al taglio, cioccolate speziate, gli originali ‘Cuneesi’ direttamente da Torino e i mastri cioccolatieri di Treviso, e la scultura in basso rilievo di Gabriele D’Annunzio, che verrà realizzata in piazza dal maestro Stefano Comelli, ovviamente tutta rigorosamente di cioccolata, per citare solo  alcune delle golosità che si potranno trovare nelle bianche pagode ricche di prodotti artigianali.

Ha sottolineato Santilli:

per il terzo anno consecutivo Pescara ospita la Festa del Cioccolato, una rassegna nata sulle orme di Perugia e che oggi vede la presenza di decine di mastri cioccolatai di Eurochocolate che stanno apprezzando la piazza pescarese e abruzzese. Peraltro la terza edizione, la cui organizzazione è stata affidata a due associazioni locali, nasce dalla volontà precisa di valorizzare i nostri artigiani del cioccolato sempre più competitivi. Tante le novità previste nella rassegna, a partire dalla scultura di Gabriele D’Annunzio che verrà realizzata sotto gli occhi del pubblico dal maestro Stefano Comelli di Gorizia, una scultura ovviamente tutta in cioccolato: l’opera d’arte comincerà a prendere forma venerdì 2 novembre per essere conclusa il 4 novembre. Non solo: nell’ambito della manifestazione abbiamo allestito una mostra fotografica di D’Amico sul parrozzo con le immagini dei personaggi più illustri del mondo della cultura o dello spettacolo che negli anni hanno visitato il laboratorio del maestro D’Amico per apprezzare un dolce tipicamente pescarese, dunque da D’Annunzio a Totò, da re Vittorio Emanuele sino a Macario.

Ha detto Patriarca:

gli stand, delle pagode bianche cariche di cioccolato e dolcezze , sono 35 con la presenza di 12 maestri cioccolatieri: molti provengono da Eurochocolate, moltissimi dal nord Italia, Piemonte, Lombardia, Veneto, e soprattutto all’interno delle pagode ci saranno prodotti esclusivamente artigianali, usciti dai laboratori, e che non si trovano nei supermercati. Abbiamo, tra gli altri, l’Azienda Fiore Rosso di Torino, che ha portato i tipici ‘cuneesi’ originali; abbiamo il cioccolataio ‘Dolce Vita’ di Iesi, c’è un’azienda di Termoli, Melillo, tre generazioni di maestri cioccolatieri, che per il terzo anno è tornata a Pescara; da Treviso è arrivata la Cioccolateria Il Moro con i suoi cremini al taglio e la cioccolata speziata, e poi da Fossacesia sono arrivati i maestri della pasticceria Rodò con i suoi tradizionali ‘uccelli’ di cioccolata ripieni di marmellata o altro fiume di cioccolato. Ma il principe dell’intera rassegna sarà il parrozzo pescarese e infatti per il prossimo anno stiamo pensando di organizzare, oltre a dei laboratori didattici sul cioccolato, addirittura un guinness dei primati, realizzando il parrozzo più grande del mondo. La Fiera, inaugurata oggi, resterà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 22.